Header Ads

Rospi: “Il Nuovo Teatro Comunale di Putignano come momento di inedita bellezza ‘aurea’"


ROMA - “L’apertura del Nuovo Teatro Comunale di Putignano è un momento che celebra una bellezza costruita su un nuovo e inedito ‘rapporto aureo’. È, infatti, il risultato dell’unione perfetta tra arte e scienza con in più, in questo caso specifico, la musica e il cinema come espressioni dell’immensa cultura italiana. La scienza del restauro ha rimesso a nuovo i locali di un teatro in cui l’arte, in tutte le sue sfumature, potrà ricominciare a vibrare e i due giorni di inaugurazione ispirate al grande compositore Nino Rota e al maestro del cinema Federico Fellini ricordano proprio alcune tra le più alte espressioni della cultura del nostro Paese”. È quanto dichiara il deputato di Coraggio Italia Gianluca Rospi, materano ma residente nella città del carnevale, a poche ore dalla riapertura del teatro di Putignano.

“Dopo 43 lunghi anni – aggiunge Rospi – la comunità di Putignano potrà riappropriarsi di un importantissimo contenitore culturale e riempire di nuovo degli spazi che per troppo tempo non hanno potuto risuonare di vita. L’augurio è che questa riapertura rappresenti anche un’occasione per l’economia locale: la cultura genera ricchezze, misurabili e non, ma questo purtroppo spesso viene dimenticato. Che questi spazi possano di nuovo riempirsi di donne, uomini, bambini, sensibilità e bellezze, per aiutare la comunità di Putignano, e del Barese in generale, ad uscire da questi lunghi mesi bui e provare a guardare con occhi nuovi ai prossimi mesi. Mi auguro che il Nuovo Teatro Comunale possa essere incubatore di contaminazioni, conoscenze, esperienze e arti, che sia valorizzato dalla politica locale e vissuto appieno da tutta la comunità”.

L’onorevole Gianluca Rospi, 42 anni, deputato e vicepresidente del gruppo Coraggio Italia alla Camera dei Deputati, è ingegnere, dottore di ricerca in architettura, costruzione e strutture. Autore e relatore del ‘Decreto Genova’ è stato in passato presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Matera.