Header Ads

Con il lockdown duro a Xi'an il cibo scarseggia

(Xinhua /ANSA)
XI'AN - Una città di 13 milioni di persone barricate in casa. Per evitare l'esplosione dei contagi, le autorità cinesi hanno scelto la linea durissima. Non si può nemmeno uscire per fare la spesa. C'è un servizio di consegne ma non sempre sembra funzionare.

Il lockdown del capoluogo della provincia di Shaanxi, nella Cina Centrale, è iniziato la settimana scorsa, dopo che erano stati registrati pochi casi, e inizialmente una persona per famiglia poteva uscire di casa ogni due giorni per fare acquisti. 

Da lunedì però le regole sono cambiate e ora l’unico motivo per cui gli abitanti della città possono spostarsi è per sottoporsi a un test: se ne stanno facendo milioni nella regione dello Shaanxi, dove si trova Xi’an.

Numerose aree residenziali sono addirittura state recintate per impedire gli spostamenti tra diverse parti della città.