Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

Sicilia, in salvo speleologa rimasta intrappolata sulle Madonie

PALERMO - E' stata tratta in salvo, dopo 12 ore di calvario, la speleologa 45enne che era rimasta intrappolata sulle Madonie, nei pressi di Palermo, dopo essere precipitata in una grotta a 100 metri di profondità. I soccorritori, dopo lavorato tutta la notte per salvarla, hanno riferito con orgoglio che è in buone condizioni, nonostante la sospetta frattura riportata a una gamba.

L'Abisso del Vento, il nome della cavità dove la speleologa era caduta, si sviluppa per due chilometri con stretti cunicoli e una temperatura inferiore ai 10 gradi e un'umidità dell'80%. In alcuni tratti la profondità è di 220 metri. I soccorsi all'interno della grotta di Isnello sono stati resi possibile grazie al soccorso alpino e dal Cnas, corpo specializzato nel soccorso in ambiente impervio, insieme a due medici e alla X delegazione speleo giunta da Catania.

Settori elettrico, gas ed acqua: domani sciopero generale a Roma

BARI - Grande preoccupazione per il futuro di 70 mila posti di lavoro. Solo in Puglia sono oltre 1.000 gli addetti a rischio, rende noto Cisl Puglia.

Tre le norme, in discussione o già discusse, che andranno ad impattare sui lavoratori:
- l’articolo 177 del codice degli appalti;
- la riforma del servizio idrico integrato in discussione che prende il nome della onorevole
Federica Daga;
- l’esclusione della geotermia convenzionale dalle fonti di energia rinnovabili.
Per questo le Segreterie Nazionali, FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL, FLAEI-CISL e UILTEC UIL, hanno proclamato per lunedì 17 dicembre lo sciopero generale dei lavoratori della categoria Gas Acqua Elettrico e una manifestazione che si svolgerà in piazza di
Montecitorio, di fronte al Parlamento.

Perchè lo sciopero?
1- L’art.177, comma 1, del “Codice degli Appalti” stabilisce, infatti, che i titolari di concessioni (per le aziende del Gas e dell’elettrico), già in essere al 18 aprile del 2016 e che abbiano ricevuto l'affidamento "senza gara", dovranno affidare una quota pari a l'80% dei propri contratti relativi alle concessioni (28.000 addetti circa nel territorio nazionale), di importo pari o superiore a 150.000 euro, mediante procedura di evidenza pubblica, per il restante 20% potranno ricorrere a controllate/collegate.
Se la norma dovesse applicarsi molte società si trasformerebbero in un sol colpo in piccole e medie società appaltatrici che dequalificherebbero servizi essenziali per la comunità, senza poter fare quegli investimenti necessari a modernizzare le infrastrutture energetiche e con un abbassamento generale dei livelli di sicurezza.
2- Sulla riforma "Daga" del servizio idrico integrato si prevede il ritorno alla costituzione di aziende speciali o enti di diritto pubblico modificando quanto previsto dalla Legge Galli del 1994 che organizzava il servizio idrico. Così facendo si rischia un blocco agli investimenti, circa 2,5 miliardi di euro, e la perdita del contributo PIL con una ricaduta che impatterà su circa 40.000 addetti nel settore e un forte aumento potenziale per la fiscalità generale.
3- L’ipotesi del Governo di escludere la Geotermia convenzionale dalle fonti di energie rinnovabili meritevoli di incentivazione. Una scelta ritenuta assurda e scellerata dai sindacati e che, se attuata, porterà pesantissime conseguenze anche in questo settore che vede una occupazione di oltre 2000 addetti diretti e indiretti. La fine degli incentivi, infatti, non renderà più economicamente sostenibili gli investimenti a causa dell'altissimo rischio di impresa. E’ per queste ragioni che con convinzione chiediamo ai lavoratori di partecipare allo sciopero indetto per il giorno 17 dicembre 2018 e alla manifestazione che si terrà in piazza Montecitorio a Roma a partire dalle ore 10.00 sino alle 13.00.

Strasburgo, Megalizzi: oggi autopsia su corpo

STRASBURGO - Si svolgerà oggi l'autopsia sulla salma di Antonio Megalizzi, il 28enne giornalista trentino morto ieri dopo essere stato colpito da un proiettile sparato da Cherif Chekatt nell'attentato di Strasburgo. Il rimpatrio della salma in Italia potrebbe avvenire nella giornata di lunedi' mentre i funerali potrebbero tenersi a Trento tra mercoledì e giovedì prossimi. Una data certa, per il momento, non c'è ancora. Nel frattempo il neurochirurgo trentino Renato Scienza, che si era detto pronto a offrire un consulto, ha affermato "che il proiettile e' entrato all'altezza dell'orecchio per poi esplodere".


"E' una notizia che ci rattrista molto. Un pensiero di grande affetto e molto commosso va alla sua ragazza, ci dobbiamo unire tutti in questo dolore". Lo afferma il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa dopo il Consiglio Ue. Lo ricorda anche il vicepremier e ministro dell'interno Matteo Salvini.'Una preghiera per Antonio Megalizzi, l'impegno che non si muoia più così".

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha definito "una inaccettabile tragedia" la morte di Antonio Megalizzi e ha espresso la sua "profonda tristezza". "Sono particolarmente vicino - ha aggiunto Mattarella - al dolore della famiglia, della fidanzata e degli amici del giovane reporter italiano vittima dell'odio criminale e del fanatismo propugnato dal sedicente "Stato islamico".

Genova, Bucci: nuovo ponte a Natale 2019

GENOVA - "Avremo il nuovo ponte a Natale del 2019". A dichiararlo il sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione del viadotto della A10 sul Polcevera Marco Bucci, durante l'inaugurazione del cantiere per la demolizione di quel che resta di ponte Morandi. "Appena avremo l'ok dalla procura, vedrete anche lo smontaggio".

Stamani il governatore Toti e il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi sono entrati nell'area rossa sotto il moncone ovest. La demolizione prevede smontaggio ad ovest e uso di micro cariche esplosive ad est. Nell'area imponenti macchinari delle cinque aziende che hanno vinto l'appalto da 19 milioni. "Quello di oggi non era un risultato scontato: in 4 mesi termineranno i lavori" ha detto il governatore Toti.

Cesare Battisti sarà estradato

SAN PAOLO - Il presidente del Brasile, Michel Temer, in carica fino all'1 gennaio prossimo quando si insedierà Jair Bolsonaro, ha firmato il decreto di estradizione del terrorista italiano Cesare Battisti. "Sì, il presidente ha firmato", ha detto alla France Presse una fonte della presidenza del paese latinoamericano. Battisti è considerato oggi un latitante dalla polizia brasiliana, dopo che la Corte suprema ne aveva ordinato l'arresto e lui si era dato alla macchia.

Il Governo Bolsonaro si appresta ad ordinare l'arresto dell'ex terrorista Cesare Battisti. A renderlo noto il magistrato dell'Alta Corte Suprema, Luiz Fux, che ha formalmente revocato una misura che lui stesso aveva concesso nell'ottobre dello scorso anno e che ne aveva al momento impedito l'estradizione.

Il giudice, con un provvedimento immediatamente esecutivo, ha dato mandato all'Interpol di fermare l'italiano "per evitare il pericolo di fuga in vista di un'eventuale estradizione". All'incirca un mese fa il vicepremier Matteo Salvini aveva annunciato un suo prossimo viaggio in Brasile "per andare a prendere il terrorista rosso e portarlo nelle patrie galere"

"Vi aspetto in Libano…", l’ambasciatrice Mira Daher ad Alessano

di FRANCESCO GRECO - L’invito sorprende un pò Monsignor Vito Angiuli: “La aspettiamo in Libano…”, sorride l’ambasciatrice Mira Daher Violides. Mezzogiorno è passato da qualche minuto, siamo sul piazzale del cimitero di Alessano, la giornata è tersa, radiosa, una perla incastonata nel cuore dell'inverno giusto per l'evento. Stormi di uccelli planano sulla terra di fronte appena seminata in cerca di qualche chicco. Sulla collina Montesardo è assopito in un sonno tranquillo.

Da uomo di mondo, il vescovo della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca non si scompone e sorride a sua volta ricambiando l’invito: “… e noi a Roma!”.
 
Intensa mattinata all’insegna della diplomazia, dello scambio culturale semanticamente affollato fra il Libano e l’Italia all’ombra rassicurante della tomba monumentale di don Tonino Bello e dei suoi messaggi più forti: convivialità delle differenze, pace fra i popoli, ecc.
 
L’ambasciatrice del paese mediorientale è giunta ad Alessano intorno alla 10 accolta dal sindaco Francesca Torsello (fra tre settimane sarà mamma per la seconda volta), l’assessore comunale Sara Marzo, il parroco don Gigi Ciardo, il presidente della “Fondazione don Tonino Bello” Giancarlo Piccinni, il vice Stefano Bello, i fratelli del vescovo di Molfetta, Ruvo di Puglia, Terlizzi e Giovanizzo Trifone e Marcello, i nipoti, il maresciallo dei CC Luigi Lolli, Vinicio Russo che coordina il progetto di interscambio Libano-Italia "Due popoli un solo cuore", l’ex sindaco Luigi Nicolardi, l’ing. Agostino Laganà, il sindaco di Martignano Luciano Aprile.
 
"Ascolta la donna quando ti guarda, non quando ti parla" (Gibran).
L’ambasciatrice è una ragazza bellissima, è alta, molto elegante nel tailleur grigio, gli occhi verdi, i capelli sciolti, il sorriso luminoso.

E’ accompagnata dall’addetta dell’ambasciata Marie Yaacoub e ha conquistato tutti per una viva intelligenza ancorata a un solido pragmatismo.
 
"Ho scoperto il segreto del mare meditando su una goccia di rugiada" (Gibran). Alla Fondazione ha incontrato la gente di Alessano, i bambini delle scuole e visitato la pinacoteca (oltre 300 opere, regali degli artisti a don Tonino).

Poi al cimitero le è stato mostrato il cedro donato dal sindaco di Talabaya nel 2010 al primo cittadino dell’epoca Luigi Nicolardi. "Perfino le leggi della Vita obbedicono alle leggi della Vita" (Gibran).

Forse a causa dell’angolo in ombra dove fu collocata, la pianta non è cresciuta molto. Lei lo ha notato e con prontezza di spirito e una luce di dolcezza nello sguardo ha promesso: “Ve ne manderò un altro più bello…”.

Fra la folla, sorrisi e sguardi di gratitudine, come se fra la ragazza venuta dal paese dei cedri e la gente di Terra d’Otranto ci fosse da sempre una profonda sintonia.   
 
"Il vasaio può creare la caraffa con la creta, ma non può far niente con la sabbia e la ghiaia" (Gibran).
Curiosa ha poi osservato le maestose opere donate dagli artisti e ispirate ai messaggi e le riflessioni “seminati” da don Tonino, fra cui quella di Rima Almozayyen, palestinese di religione musulmana.   
Quando è giunta alla prima nicchia vuota, la settima, ha sorriso: “Ora manca un artista libanese, ve lo manderò io…”. E Piccinni ha replicato d’istinto: “Allora lo aspettiamo…”.
 
"La forza e la tolleranza sono compagne" (Gibran). La piccola, gaia carovana ha poi raggiunto la tomba di don Tonino. Il vescovo ha informato sua eccellenza che lo scorso 20 aprile Papa Francesco vi ha sostato in preghiera. Lei si è fatta assorta, riflessiva, come se immaginasse la scena.
 
“Chiediamo al Signore – hanno pregato il vescovo, l'ambasciatrice e la folla - che accompagni il cammino dei nostri popoli e di tutti quelli che si affacciano sul Mediterraneo per costruire insieme la pace, nel solco delle parole e le testimonianze di don Tonino, Papa Francesco e tante altre personalità…”.

“Il fatto che ci siamo incontrati qui, oggi, noi libanesi e voi italiani, è un miracolo di don Tonino…”, ha sorriso Mira Daher. Poi lo scambio di inviti di cui s’è detto, ha stretto la mano a tutti, alternando l’arabo all’inglese e all’italiano. 
 
"La bellezza nel cuore di chi la brama è più sublime che all'occhio di chi la vede" (Gibran).

Intanto si lavora a un altro piccolo progetto: sulla facciata nord della cappella “F”, sarà collocata una foto del 20 aprile che ritrae Papa Francesco davanti alla folla e sarà scoperta una croce metallica su carparo, la pietra di Alessano.

Strasburgo, Prefettura: 3 vittime e una persona in morte cerebrale

STRASBURGO - La prefettura di Strasburgo ha ufficializzato il terzo decesso negli attacchi di martedì sera ai mercatini di Natale e ha annunciato che una quarta persona è in stato di morte cerebrale.

I medici attendono il passare delle prossime 48 ore per valutare le condizioni di Antonio Megalizzi, il giornalista italiano ferito nell'attentato terroristico avvenuto a Strasburgo. A renderlo noto il padre della fidanzata del giovane reporter. "La situazione è stabile, stazionaria - ha proseguito -. Antonio è in coma farmacologico. Non è cambiato nulla nelle ultime ore".

Intanto un uomo vicino a Cherif Chekatt, il killer di Strasburgo, è stato posto oggi in stato di fermo.
Secondo quanto si apprende da fonti dell'inchiesta, non si tratta di un familiare. Si trovano già in stato di fermo dalla notte fra martedì e mercoledì i genitori e due fratelli del sospetto, che è sempre in fuga.
 

Strasburgo, il suocero di Megalizzi: "Antonio è in coma"

STRASBURGO - “Cosa vuole che le dica, Antonio è in coma, è gravissimo”. Sono le dichiarazioni rilasciate all’Agi di Danilo Moresco, padre di Luana, la fidanzata di Antonio Megalizzi, il giovane giornalista radiofonico di Trento colpito ieri sera da un proiettile nell’attentato al mercato di Natale di Strasburgo. Danilo Moresco è in viaggio verso Strasburgo.

Secondo i primi accertamenti, il giovane giornalista italiano è stato raggiunto da un proiettile alla base del cranio.

Megalizzi, che lavora per la radio Europhonica, era nella città francese per seguire l'assemblea plenaria dell'Europarlamento. Megalizzi ha studiato all'università di Verona e poi si è specializzato in studi internazionali all'università di Trento, città nella quale risiede da alcuni anni. Megalizzi ha esperienze giornalistiche in diverse emittenti.

L'eurodeputato del pd Brando Benifei aveva dichiarato ieri che il giovane era stato ferito ma non in modo grave. In realtà è stato colpito da un proiettile alla base cranica ed è ora ricoverato in ospedale in gravi condizioni.

Truffe online: in aumento le false proposte di prestiti

ROMA - Non solo le solite truffe dei falsi buoni acquisto, di WhatsApp da rinnovare, del conto o della Postepay bloccati, ormai online si diffondono una miriade di modalità di frode che non è più possibile contare. L’unico modo per evitare di cadere nelle trappole e nelle insidie della rete, come andiamo ripetendo da tempo noi dello “Sportello dei Diritti”, è quello di prestare sempre attenzione ad ogni messaggio che giunge sui nostri dispositivi.

Proprio negli scorsi giorni, la Polizia Postale attraverso un post pubblicato sulla pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” ha segnalato uno dei modi più subdoli per fregare i cittadini facendo leva sul bisogno di liquidità. Si diffondono in rete, infatti, gli annunci di prestiti nei confronti per allettare la platea di tutti coloro che hanno difficoltà ad accedere al credito o perché non hanno sufficiente garanzie o perché si è protestati o segnalati nelle banche dati dei “cattivi pagatori”.

In realtà, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, dietro tante di queste proposte si nascondono soggetti senza scrupoli pronti ad approfittare dei bisogni di chiunque caschi nelle loro trame. Ha fatto bene la Polizia Postale a ricordare che dobbiamo far “attenzione a tutti gli annunci di prestito che soggetti a vario titolo ci propongono. Rivolgiamoci ai canali ufficiali di Banche o intermediari finanziari riconosciuti e sicuri.” Ascoltiamo, quindi, questi consigli e prestiamo sempre la massima diffidenza nei confronti di proposte che dovrebbero apparire campate in aria, ma che però si dimostrano ancora una volta quale insidiosi specchietti per allodole. Nel caso siate comunque incappati in una frode di questo tipo potrete rivolgervi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

Strasburgo, colpito alla testa giornalista italiano: è grave

STRASBURGO - Versa in gravi condizioni il giornalista italiano ferito nell'attentato di Strasburgo. Si tratta di Antonio Megalizzi, 28 anni, residente a Trento, colpito alla testa ieri sera nella cittadina francese, da un uomo, identificato poi come il 29enne Chérif Chekatt. Nell'attentato sono state uccise tre persone. Secondo i primi accertamenti, il giovane giornalista italiano è stato raggiunto da un proiettile alla base del cranio.

Megalizzi, che lavora per la radio Europhonica, era nella città francese per seguire l'assemblea plenaria dell'Europarlamento. Megalizzi ha studiato all'università di Verona e poi si è specializzato in studi internazionali all'università di Trento, città nella quale risiede da alcuni anni. Megalizzi ha esperienze giornalistiche in diverse emittenti.

L'eurodeputato del pd Brando Benifei aveva dichiarato ieri che il giovane era stato ferito ma non in modo grave. In realtà è stato colpito da un proiettile alla base cranica ed è ora ricoverato in ospedale in gravi condizioni.

"Al Papa ho portato i saluti di mamma Cosima, 101 anni"


di FRANCESCO GRECO - “Ho portato al Papa i saluti di mia madre Cosima e ho aggiunto che ha appena compiuto 101 anni e gode ottima salute…”. Don Pietro Carluccio, parroco di Montesardo (Lecce), ha vissuto i suoi 5 minuti di gloria lo scorso 1 dicembre, quando Papa Francesco ha ricevuto in udienza privata le comunità delle diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca (Mons. Vito Angiuli) e Molfetta (Mons. Domenico Cornacchia): quella dove don Tonino è nato (Alessano, nel 1935) ed è stato poi vescovo (1982-1993).

L’occasione è stata offerta dal corridoio umanitario aperto dalla Siria dalla Fondazione “Don Tonino Bello” di cui è presidente il cardiologo Giancarlo Piccinni e dalla Comunità di Sant’Egidio che ha portato ad Alessano una famiglia di profughi in fuga dalla guerra (padre, madre e due bambini), che per un anno e mezzo saranno ospitati nei locali della stessa Fondazione. Sia da Alessano e Montesardo che da Molfetta sono partiti i pullman verso il Vaticano.

(credits: G.Carluccio)
L’intento era di ringraziare Papa Francesco per la visita pastorale alla tomba di don Tonino, lo scorso 20 aprile. Il primo dicembre, dunque, la folta delegazione pugliese ha affollato la Sala "Nervi" e il Papa ha salutato tutti: i vescovi delle due diocesi, il clero, la famiglia di don Bello e quella dei siriani. Quando don Pietro (67 anni) è giunto davanti al Sommo Pontefice e ha portato i saluti della mamma Cosima Lecci (nata il 22 novembre 1917), e lo ha informato del fatto che gode buona salute, il Papa ha provato un sentimento di meraviglia e ha chiesto altre news.

Il sacerdote (che ha un fratello, Antonio e una sorella, Maria Immacolata), gli ha spiegato la sua giornata-tipo, il fatto che segue il rosario e la messa in tv, che è una buona forchetta, la sera va a dormire tardi e che recita le preghiere. Il Papa ha ascoltato molto interessato, come a voler apprendere il segreto della lunga vita, e poi ha donato al sacerdote una corona del rosario in regalo per mamma Cosima. Che nel riceverla il giorno dopo ha provato un’intensa emozione.

Strage in discoteca, il bollettino medico: "Quattro ragazzi hanno ripreso a respirare autonomamente"

Il bollettino medico del dottor Gianluca Serafini sulle condizioni dei ragazzi feriti nella tragedia nella discoteca di Corinaldo.

Xylella avanza ancora, ora è a Fasano

BARI - La Xylella avanza verso nord. Sono state individuate 75 nuove piante di ulivo infette dal batterio nei comuni di Fasano (un albero), Ostuni (33), Carovigno (39) e Ceglie Messapica (2). Per la prima volta il batterio è stato trovato a Fasano, alla periferia della frazione di Torre Canne, nella Piana degli ulivi monumentali. Quello di Torre Canne rappresenta il nuovo limite nord della presenza del batterio in Puglia, circa 8 chilometri più a nord rispetto al focolaio più settentrionale individuato col precedente monitoraggio alla periferia di Cisternino. Sono i primi risultati emersi dalla nuova campagna di monitoraggio condotta dall'Arif, Agenzia regionali per le attività irrigue e forestali. Nella zona di Cisternino e Ostuni, la Piana degli ulivi monumentali, vi sarebbero almeno altri tre focolai.

Ritardi coi bagagli: volo Ryanair Napoli - Manchester ritarda e alcuni passeggeri decidono di scendere

NAPOLI - Doveva partire dall’aeroporto di Napoli alle 17.50, il volo FR 6834 per Manchester, ma già dall’imbarco si era capito che c’erano problemi ed alla fine è partito solo alle 19.20 ed è atterrato in Inghilterra alle 22.36.

Dopo un’ora circa da quando i quasi 200 passeggeri erano saliti a bordo sono cominciati i malumori ed alcuni in preda alla preoccupazione di aver perso coincidenze programmate hanno deciso di scendere dal velivolo così prolungando le operazioni che hanno creato ansia tra i presenti.

Ancora una volta, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, il colosso delle compagnie low cost Ryanair, manifesta problemi relativamente alla questione, purtroppo mai completamente risolta, dei bagagli ed in particolare di quello a mano che continua a creare problematiche e disagi per i passeggeri che in questo caso non comporteranno gli indennizzi di legge perché il ritardo è stato contenuto e sotto le tre ore.

È bene ricordare, comunque, che oltre al rimborso del biglietto relativo alla tratta interessata, un volo in ritardo oltre le tre ore - all'arrivo - rispetto all’orario previsto, dà diritto ad un risarcimento da un minimo di euro 250 fino ad un massimo di euro 600, nello specifico:

€ 250 per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;
€ 400 per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;
€ 600 per le tratte aeree che non rientrano nelle lettere a) o b).

La distanza viene calcolata dall'aeroporto del mancato imbarco, che potrebbe non coincidere con il luogo di partenza.

Erika Ercoli torna nelle librerie con 'Il coraggio è sulla neve'


MILANO - Il coraggio è nella neve è un romanzo ricco di mistero e di introspezione, che mira a far riflettere su sé stessi, sul proprio ruolo nel mondo e sulla realtà che circonda gli esseri umani. È uno scoprire, insieme alla protagonista Silvia, il proprio animo, i propri desideri e paure, seguendola in un viaggio interiore circondati dal fascino di un paesaggio bianco, che conferisce alla narrazione un’aura di magia e suspense che solo la candida e pura neve riesce a evocare. Erica Ercoli torna in libreria con un nuovo straordinario romanzo che cattura lettori e lettrici di ogni età, dopo il suo brillante esordio con Ero in viaggio per l’India, dialogo tra mente e natura edito da Montedit nel 2012.

Una casa misteriosa. Una ragazza in crisi. Un paese che nasconde un grande segreto. La continua lotta con noi stessi, che non finisce mai fin quando non riusciamo ad accettare ciò che siamo. Un velo di mistero si insinua tra le righe di questo racconto, nel quale ogni lettore si riconosce e fa sua la storia. In una cornice invernale e immersa nel fascino della neve, un’avventura che fa riflettere e che volge ognuno di noi a cercare nuove prospettive di vita.

BIOGRAFIA. Erica Ercoli è nata l’11 gennaio 1988 a Rieti. All’età di diciotto anni pubblica il suo primo testo poetico rientrando tra i primi dieci autori selezionati per l’Antologia del Premio Letterario Internazionale “Archè” (Montedit, 2006). Dopo il liceo si trasferisce a Siena per frequentare la laurea triennale in Scienze Naturali. Durante questo periodo pubblica il suo primo romanzo: Ero in viaggio per l'India, dialogo tra mente e natura (Montedit, 2012), una storia basata su un dialogo tra l’uomo e la natura, che risalta l'aspetto scientifico e l'amore per la psicologia umana. Dopo la laurea triennale si iscrive a una delle poche facoltà Italiane che si avvicina all'etologia, con sede a Torino. Lo studio del comportamento animale unisce appieno la bellezza della natura e la profondità della psicologia. Nel 2015 contribuisce con sette componimenti poetici alla raccolta di poesie Tracce (Pagine, 2015), distribuita anche sulla piattaforma YouTube. Il suo secondo romanzo Il coraggio è nella neve (Gruppo Albatros Il Filo, 2017) è ispirato alla fantasia, alla natura e alla psiche dell’essere umano.

Contatti
https://www.facebook.com/erica.ercoli.3
https://www.gruppoalbatros.eu/

Lecce, No Tap manifestano contro gasdotto

di PIERO CHIMENTI - Sono 1000 i manifestanti che si sono ritrovati a Melendugno, in provincia di Lecce, per dire no al gasdotto. Alcuni sindaci salentini ed alcuni attivisti campani hanno preso parte insieme alla gente del posto, tra cui donne e bambini, dandosi appuntamento in Piazza Pertini e camminando insieme fino alla Masseria del Capitano, dove il progetto prevede il terminale di ricezione del Tap che collegherà l'Azerbaijan con l'Italia.

Papa Francesco: "Oggi più schiavi che nel Medioevo"

CDV - "Oggi ci sono più prigionieri di quando fu fondato l'Ordine dei Mercedari". Così Papa Francesco durante un ricevimento in Vaticano di 120 religiosi dell'Ordine di Santa Maria della Mercede, dediti dal 1280 alla liberazione degli schiavi, che affrancavano offrendosi di lavorare al loro posto.

"Vi invito - ha detto loro il Papa - a continuare a essere portatori della redenzione del Signore ai detenuti, ai rifugiati e ai migranti, a quanti cadono nelle reti della tratta di esseri umani, agli adulti vulnerabili, ai bambini orfani e sfruttati... Portate a tutti coloro che sono scartati dalla società la tenerezza e la misericordia di Dio".

"Per favore - ha poi concluso Francesco - vi chiedo di non lasciarvi trascinare dalla tentazione di considerare il vostro sacrificio e il dono di voi stessi come un investimento destinato al profitto personale, per raggiungere una posizione o una sicurezza di vita. No! Questo no. Sforzatevi piuttosto di tradurre in realtà questa oblazione e consacrazione al servizio di Dio e degli uomini, vivendo la gioia del vangelo attraverso il carisma della redenzione".

Arrestata la figlia del fondatore di Huawei, Borse sprofondano

VANCOUVER - E' stata arrestata dalle autorità canadesi a Vancouver il direttore finanziario della cinese Huawei Technologies, Meng Wenzhou. Il manager ora rischia l'estradizione negli Usa, dove è in corso un'indagine per accertare se il colosso cinese ha violato le sanzioni all'Iran. A renderlo noto il dipartimento di giustizia canadesi.

La Cina ha chiesto al Canada il rilascio immediato della donna, in un caso diplomatico che aggiunge nuove tensioni tra Pechino e Washington e che minaccia di complicare ulteriormente i colloqui commerciali.

"Siamo convinti e fiduciosi che le autorità canadesi e statunitensi raggiungeranno senza dubbio una conclusione corretta e imparziale. Huawei rispetta tutte le leggi e le regole dei Paesi in cui opera, incluse quelle in materia di controllo delle esportazioni delle Nazioni Unite, degli Stati Uniti e dell'Ue": dice Huawei. L'azienda ha specificato che "non sono a conoscenza di illeciti" e che "sono state fornite poche informazioni riguardo le accuse".

PROFONDO ROSSO PER LE BORSE EUROPEE - Chiusura pesante per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha ceduto il 3,54% a quota 18.643 punti, di nuovo sotto la soglia del 19mila punti sopra a cui si trovava dallo scorso 26 novembre. A pesare l'arresto shock della figlia del fondatore di Huawei.

Chiude in deciso rialzo lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale sale a 296 punti base dai 278 punti di ieri. Il rendimento del titolo decennale del Tesoro sale al 3,19%.

Chiusura pesante per le principali borse europee. Parigi ha ceduto il 3,31% a 4,780 punti, Londra il 3,15% a 6.704 punti e Francoforte il 3,48% a 10.810 punti.

Inferno lungo la Salaria, esplode distributore gpl: 2 morti e 18 feriti


RIETI - Inferno di fuoco lungo la Salaria. Due persone - una delle quali un vigile del fuoco - sono morte nell'esplosione di un distributore di Gpl che si era incendiato al chilometro 39 della via Salaria, in prossimità di Borgo Quinzio (Rieti). Secondo le prime informazioni, ci sarebbero alcuni dispersi e 18 feriti. Tra loro diversi vigili del fuoco.

Le fiamme sono divampate all'altezza del distributore Ip lungo la via Salaria, in prossimità dell'abitato, frazione di Fara Sabina, e sarebbe partito da un'autocisterna che in quel momento stava scaricando carburante. I 7 vigili del fuoco ferito erano giunti sul posto prima dell'esplosione dai distaccamenti di Poggio Mirteto e Montelibretti.

L'esplosione del secondo serbatoio è avvenuta mentre i vigili del fuoco erano già al lavoro per spegnere le fiamme dovute all'esplosione del primo serbatoio. Alcuni di loro sono rimasti feriti insieme a personale sanitario del 118 che era sul posto per prestare i primi soccorsi e a dipendenti del distributore. L'incendio coinvolge i due versanti della zona dove è avvenuta l'esplosione, a nord e a sud della Salaria. Il 118 ha inviato due elicotteri attrezzati per il trasferimento di feriti, un'automedica e diverse ambulanze.

La Via Salaria è stata chiusa in entrambe le direzioni tra Borgo Quinzio, nel comune di Fara Sabina, e Borgo Santa Maria, nel comune di Montelibretti, tra le province di Rieti e Roma (dal km 38 al km 41,500), ha comunicato l'Anas, per consentire le operazioni di soccorso.

Missione in Afghanistan: aiuti umanitari agli orfani di Herat


HERAT - Nei giorni scorsi presso la sede del Train Advise and Assist Command West (TAAC-W), comando multinazionale a guida italiana su base Brigata Pinerolo della Missione NATO Resolute Support (RS), è stata effettuata una donazione di vestiti invernali a favore dei bambini dell’Orfanotrofio Khaja Abdullah Ansari di Herat. In particolare, grazie alla generosità degli uomini e delle donne del Contingente Italiano è stato possibile acquistare circa duecento completini invernali consegnati ai piccoli meno fortunati in una giornata di festa e di svago con i militari italiani. L’Orfanotrofio di Herat è già stato destinatario di diversi progetti dei Contingenti Italiani che si sono avvicendati negli anni e, tra questi, corre l’obbligo ricordare che nel solo 2018 è stato donato  materiale per l’infanzia, è stata eseguita  la messa in sicurezza dell’area ludico ricreativa congiuntamente con la posa di una nuova struttura giochi ed ultimo, ma non meno importante, nel mese di ottobre sono state consegnate 3,4 tonnellate di varie tipologie di pasta ed 1, 2 tonnellate di legumi precotti al Dipartimento per gli Affari Sociali da destinare agli Orfanotrofi della Provincia.

Nel 2008 la Cooperazione Civile e Militare Italiana ha iniziato il progetto di sostegno all’Orfanotrofio di Herat con donazioni di beni di prima necessità e contestuale esecuzione di lavori di messa in sicurezza dell’infrastruttura. La dirigente dell’Istituto ha ringraziato i militari ed il Popolo Italiano, da sempre vicini alle esigenze della popolazione afgana più sfortunata,  e ha ricordato che i primi bambini aiutati dal contingente italiano ora sono diventati adulti inseriti nel mondo del lavoro o studenti. Il supporto alla popolazione, con particolare attenzione ai gruppi più vulnerabili della società, è una delle attività che si affianca a quella principale di addestramento consulenza ed assistenza alle Forze di Sicurezza Afgane per migliorarne la funzionalità e la loro capacità di autosostenersi, focus degli Advisors italiani nell’ambito della missione NATO Resolute Support(RS), e viene realizzato sia in maniera diretta con progetti individuati e condotti dal Contingente Nazionale, sia facilitando la distribuzione di aiuti umanitari provenienti da organizzazioni benefiche nazionali.

Fonte: Ministero della Difesa

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia