Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

Anm: Grasso si dimette, Poniz è il nuovo presidente

ROMA - E' Luca Poniz il nuovo Presidente della Anm, eletto per acclamazione dal Cdc. "Sono molto onorato. È un grande onore ma anche un grande onere - ha affermato - Sono qui per rappresentare tutti. Bisogna andare fino in fondo alla riflessione politica che ci veda onesti e coraggiosi nel riconoscere che alcune cose non sono andate bene".

La "magistratura deve recuperare la fiducia dei colleghi e dei cittadini, questa è la nostra prima preoccupazione", ha dichiarato Poniz, "esiste un problema di carrierismo. È una delle ragioni delle degenerazioni e non è coerente con le nostre funzioni". Il pm di Milano ha quindi chiesto uno stop alle "porte girevoli" tra politica e magistratura.

Scossa magnitudo 3.4 vicino Siena

ROMA - Tre la terra nel Nord Italia. Una scossa di magnitudo 3.4 è stata avvertita nelle scorse ore a Cetona, nel Senese. Nei minuti successivi si è sviluppato uno sciame sismico intorno al 2.2 di magnitudo. Lo rende noto la sala sismica Ingv Roma.

Morto a 96 anni Franco Zeffirelli


ROMA - Scomparso all'età di 96 anni il celebre regista Franco Zeffirelli. "Ciao maestro" si legge sul sito della fondazione Zeffirelli annunciando la scomparsa avvenuta nella sua casa a Roma: "Si è spento serenamente pochi minuti fa Franco Zeffirelli. Era nato a Firenze 96 anni fa.

La scomparsa è avvenuta alla fine di una lunga malattia. Seguiranno altre informazioni sul luogo e la data delle esequie. Il Maestro riposerà nel cimitero delle Porte Sante di Firenze". Zeffirelli, sceneggiatore, attore e regista, era un grande fiorentino molto legato alla città dove era nato il 12 febbraio 1923 e la sua fondazione voleva mettere a disposizione di tutti la sua grandissima produzione artistica.

Sea Watch 3: Salvini firma divieto ingresso

ROMA - "Ho appena firmato il divieto di ingresso, transito e sosta alla nave Sea Watch 3 nelle acque italiane, come previsto dal Nuovo Decreto Sicurezza. Ora il documento sarà alla firma dei colleghi ai Trasporti e alla Difesa: stop ai complici di scafisti e trafficanti". Queste le parole del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, che aggiunge: "ciondolano nel Mediterraneo e giocano sulle pelle dei migranti, ma l'Italia non si fa dettare le regole dell'immigrazione da una Ong tedesca che usa una nave olandese fuorilegge. Non pensino di passarla liscia".

Amanda Knox si commuove al Festival della Giustizia: "Onorata di essere qui"

VERONA - L'ex fidanzata di Raffaele Sollecito ha partecipato al Festival della Giustizia Penale di Verona. La ragazza statunitense ha parlato al convegno della sua vicenda su uno dei casi mediatico-giudiziari che hanno più appassionato l'opinione pubblica.

Patruno riconfermato alla vice presidenza europea delle vie Francigene


BARI - Nel corso dell’assemblea generale dell’Associazione Europea Vie Francigene (AEVF), svoltasi il 14 giugno a Besançon, accanto alla rielezione di Massimo Tedeschi alla Presidenza, è stato confermato all’unanimità alla Vice Presidenza il Direttore del Dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia Aldo Patruno, in rappresentanza delle Regioni del Sud Italia.

Si tratta di un riconoscimento importante, proveniente da 145 soci di tutte le Regioni d’Europa attraversate dalla Via Francigena (dall’Inghilterra alla Francia alla Svizzera all’Italia del Nord), che consacra il grande lavoro svolto dalla Puglia con le altre Regioni del Mezzogiorno - Lazio, Campania, Molise, Basilicata - per dare concreta attuazione all’idea di un tratto meridionale della Via Francigena che corra senza soluzioni di continuità da Roma a Leuca finibus terrae.

Nell’ultimo anno, infatti, le Regioni del Sud Italia hanno fatto sistema, stipulando tra loro un importante Protocollo d’intesa e dando vita a un tavolo tecnico permanente di coordinamento, grazie al quale si è arrivati in tempi rapidi a condividere il percorso sulla carta e sul campo, soprattutto con riguardo ai passaggi e alle connessioni tra una regione e l’altra.

Tutte e 5 le Regioni hanno approvato ufficialmente in Giunta l’itinerario condiviso e hanno provveduto a definirne il masterplan e a georeferirlo.

In particolare, la Regione Puglia ha anche provveduto a mettere in sicurezza e infrastrutturare l’itinerario pugliese da Celle San Vito (Monti Dauni) a Santa Maria di Leuca (Sud Salento), con la cartellonistica orizzontale e verticale; ha istituito il Comitato regionale dei Cammini, quale strumento di governance partecipata del Sistema integrato dei Cammini e degli Itinerari Culturali; ha attivato 2 grossi progetti Interreg per realizzare una rete diffusa di ostelli/pilgrim center, torri, fari ed edifici costieri a servizio dell’ospitalità lenta, per complessivi 20 milioni di Euro ; ha dato vita, in partenariato con operatori locali della Cultura, a 3 nuovi festival dedicati ai Cammini: nell’area murgiana il neonato Festival della Viandanza (I edizione in programma dal 23 al 29 giugno 2019); in Salento il Festival Il Cammino Celeste (IV edizione in programma dal 2 al 30 luglio 2019); nell’area garganica Mònde - Festa del Cinema sui Cammini (II edizione in programma dal 10 al 13 ottobre 2019).

A coronare questi importanti risultati, l’assemblea di AEVF ha deciso inoltre di tenere la propria prossima sessione per la prima volta al Sud: una prima assoluta, dunque, che vedrà ancora una volta protagonista la Puglia e Bari dove si celebrerà l’assemblea generale il prossimo 18 ottobre 2019. Non un’assemblea qualunque, ma quella in cui si compirà l’atto conclusivo per la certificazione della Francigena del Sud quale “Itinerario culturale del Consiglio d’Europa”.

E alla Francigena del Sud è dedicato lo speciale del Magazine di AEVF “Via Francigena” diffuso in 3 lingue in tutta Europa. 

Grandissima la soddisfazione espressa dal Direttore Patruno ad esito della elezione: “Ho immediatamente informato il Presidente Emiliano e l’Assessore Capone dell’avvenuta conferma della Regione Puglia, nella mia persona, alla Vice Presidenza dell’AEVF. È l’ennesimo riconoscimento del ruolo guida svolto dalla nostra Regione in Europa su temi strategici. E non un ruolo formale: nell’ultimo anno - prosegue Patruno - abbiamo fatto i compiti a casa, tenendo le fila del coordinamento delle Regioni del Sud e definendo sulla carta e sul campo tutti gli aspetti tecnici, progettuali e amministrativi richiesti da AEVF e dal Consiglio d’Europa per la certificazione del tratto meridionale della Francigena da Roma a Leuca. Grazie a questo lavoro, il 18 ottobre di quest’anno potremo celebrare per la prima volta al Sud l’Assemblea generale di AEVF, nel corso della quale si chiuderà l’iter della certificazione e potremo finalmente ragionare e camminare su un’unica Via Francigena che corre ininterrottamente da Canterbury a Leuca finibus terrae. Una ulteriore e straordinaria occasione per diversificare il nostro prodotto turistico, incrociandolo virtuosamente con la cultura, la storia e lo spirito, nella prospettiva della destagionalizzazione e dell’internazionalizzazione”.

Pasqua ha 6 anni ed è la più giovane volontaria della Protezione Civile

credit: Ansa Puglia

FOGGIA - "Racconto ai miei amici che mi piace spegnere il fuoco e si fanno tante cose belle". Queste le parole di Pasqua Dalba, sei anni, la più piccola volontaria della protezione civile italiana. Pasqua è di Rutigliano (Bari) ed è insieme al padre, Giuseppe, a San Giovani Rotondo in occasione del Raduno Nazionale del Volontariato di Protezione Civile. Pasqua seguiva il padre fin dall'età di quattro anni. "Voglio fare volontariato anche da grande", afferma e il padre aggiunge: "Nel 2009 abbiamo avuto una disgrazia in casa, ho perso una sorella di 16 anni. Eravamo all'ospedale di Taranto ma non riuscivano a trovare un'ambulanza per portala a casa. Ho promesso a mia sorella che dal giorno dopo avrei aperto un'associazione a Rutigliano con ambulanze, auto mediche e personale specializzato". "Poi - aggiunge - è arrivata Pasqua e da allora segue tutti i giorni il papà".

3° Memorial Peppino Basile – Per Non Dimenticare


di REDAZIONE - Anche quest’anno ed in occasione della ricorrenza dall’undicesimo anno dall’assassinio, gli amici del Comitato “Pro Basile” hanno deciso di ricordare Peppino Basile, consigliere provinciale e comunale di Ugento barbaramente trucidato la notte del 15 giugno 2008 e la cui tragica fine è rimasta uno dei casi irrisolti degli ultimi anni perché rimasto senza alcun colpevole. Come ogni anno i suoi amici e i cittadini che hanno aderito al comitato hanno deciso di organizzare una serie di iniziative a partire dallo scorso 13 e sino al 16 del mese, per ricordare l’Amico, l’Uomo ed il Politico che coinvolgeranno soprattutto i giovani, che nella vita di Peppino Basile hanno rappresentato uno dei più grandi interessi della sua attività di combattivo e passionario rappresentante delle istituzioni. Da oggi, infatti, partirà il “3° Memorial “Peppino Basile - Per non dimenticare” con un torneo di “Calcio a 8” presso il Centro Sportivo Parrocchiale S. Francesco a Gemini di Ugento, un torneo di Pallacanestro ed un Torneo di Pallavolo Misto entrambi presso la Palestra Comunale di Gemini rispettivamente il 15 e 16 giugno. Il 15 giugno alle ore 17, infine, la cittadinanza tutta è invitata a partecipare ad un momento di preghiera presso la tomba del consigliere nel Cimitero di Ugento ove verrà depositata una corona di fiori. Al torneo di “Calcio a 8” hanno voluto partecipare tantissimi ragazzi, circa 80, provenienti da Ruffano, Salve, Gemini e Ugento. Per la pallavolo hanno voluto prender parte atleti ed atlete di Alezio, Alliste ed Ugento. Mentre la sorpresa quest'anno ce l'hanno regalata i ragazzi del basket, che hanno fortemente voluto partecipare al ricordo di Peppino. Sabato 15, infatti, si svolgerà la partita di basket tra Ugento e San Pietro Vernotico. L’ASD Pallacanestro Ugento nasce 13 anni fa per volontà di Sergio Conte, Carmine Rizzo e di Antonio Verardi, tre ex cestisti del basket Ugento, mentre l’Unione Sportiva San Pietro rappresenta oggi la 5^ società pugliese per anzianità di affiliazione: la sua iscrizione alla Fip è datata, infatti, giugno 1973. Quest'anno la manifestazione si svolgerà in quattro giorni, per poter dare spazio a tutti e vivere un ricordo che sarà per noi indelebile... I membri del comitato ProBasile spiegano così sul manifesto pubblicato per le vie di Ugento nei giorni scorsi: “Anche quest’anno vogliamo ricordare alla cittadinanza che abbiamo l’obbligo di onorare l’Amico, l’Uomo, il Politico e chiedere senza alcuna remora Verità e Giustizia per Peppino. Anche se ogni giorno quando percorriamo le vie di un territorio che lui amava più della sua stessa esistenza, quando vediamo correre dietro un pallone i nostri ragazzi il cui futuro lui voleva rendere migliore, non c’è momento che non ricordiamo la sua vigile e istrionica presenza tra di noi, queste iniziative servono a rammentare a tutti, anche a coloro che non sanno o che hanno dimenticato, chi era e cosa faceva Peppino per la sua amata Ugento e Gemini. Il ricordo dell’Amore e della Passione del “Figlio del Popolo” per questo territorio e per i suoi concittadini, ma anche la sua tragica fine, dovranno sempre essere da esempio soprattutto per le generazioni future. Perché il ​suo Sacrificio non resti invano. Per la Legalità, la Tutela del Territorio e delle Istituzioni. Noi non dimentichiamo”.

E' morto Federico Pirro. La Puglia piange un giornalista poliedrico


di NICOLA ZUCCARO - Lutto nel giornalismo barese e pugliese. E' deceduto nella notte per un male incurabile, all'età di 76 anni, Federico Pirro. Dopo gli inizi con la Gazzetta del Mezzogiorno, Pirro passò alla Rai nei primi anni '80. Attivo nel sindacalismo della categoria giornalistica, fu anche presidente dell'Ordine dei Giornalisti. 

All'intensa attività di scrittore e supportata dall'impostazione cronachistica (fu autore di "Vilipendio di cadavere nel quale ricostruì i legami fra la Dc barese e quella nazionale nei 55 giorni della prigionia di Aldo Moro e di "I giorni di Benedetto Petrone" nel quale ha riscritto la drammatica vicenda legata all'uccisione del giovane militante comunista) unì anche quella politica, in qualità di consigliere comunale di Bari dal 2004 al 2014. 

Dai banchi dell'Aula Dalfino, Pirro fu promotore e animatore di un convegno dedicato a Oronzo Valentini, suo maestro di giornalismo e "storico" direttore della Gazzetta del Mezzogiorno dal 1972 al 1979. Il brutto scherzo del destino ha voluto che se ne andasse (lasciando la moglie e 2 figli) nell'anno in cui ricorre il 60mo anniversario dalla nascita della sede di Rai Puglia in via Dalmazia (11 marzo 1959) e della quale fu capo redattore della rispettiva testata giornalistica regionale.

Avvistato squalo Mako in Croazia: il maxi-esemplare di 4 metri vaga nel mar Adriatico


SPALATO - Negli ultimi anni si sono susseguiti sempre con maggior frequenza avvistamenti nel Mediterraneo, l’ultimo a Maiorca, dove il più temibile dei predatori del mare, il gigantesco squalo bianco è stato fotografato il 28 giugno 2018 vicino all’isola abitata di Cabrera, a sud di Maiorca. Ma anche l’Adriatico di recente è stato meta di specie di squali che mai in precedenza o assai raramente si erano viste nuotare nelle acque del bacino della Penisola Italiana. Nei giorni scorsi in Croazia è stato avvistato uno squalo Makohai di fronte al resort di Makarska, una popolare meta turistica. Solo pochi giorni prima era già stato visto a Korčula. 

Si stima che abbia nuotato per circa 70-80 chilometri. L’esemplare misura circa 4 metri e vaga nel mar Adriatico e si teme possa raggiungere anche le coste italiane, ovviamente senza sapere quando e dove di preciso. La pericolosa presenza è stata trasmessa con un video postato sui social network diventato ormai virale e confermata dal ministero del Turismo della Croazia. La polizia marittima ha ovviamente pattugliato subito i tratti di costa maggiormente a rischio ma tracce dell’animale finora non ce ne sono per quanto riguarda il territorio italiano. Nell’ultimo secolo gli attacchi di squalo nel Nord Adriatico sono stati 6 (4 mortali). Sulle coste croate, l’ultimo attacco di uno squalo contro l’uomo risale al 1971. Lo squalo Mako è una specie che vive principalmente nelle acque tropicali e subtropicali, tuttavia è presente anche nei mari temperati e dunque nel Mar Mediterraneo, sebbene sia piuttosto raro avvistarlo. Lungo fino a quattro metri, questo predatore è noto per i grandi salti di cui è capace e per la dentatura impressionante, molto più “spaventosa” di quella dello squalo bianco. A causa di questa caratteristica, nelle locandine del film “Lo squalo” i denti del carcarodonte erano sostituiti proprio da quelli minacciosi del mako. 

Oltre che per i sub e i bagnanti a causa dell'indole aggressiva e imprevedibile, questa specie, della quale ne fu pescato e liberato un esemplare ad Ostia nel 2014, può essere pericolosa anche per i pescatori: con i suoi grandi balzi, fino a sei metri di altezza, può infatti saltare sulle barche una volta preso all'amo. Esperti del Dipartimento di studi marini dell'Università di Spalato in Croazia, ed in particolare Alen Soldo, hanno affermato che a causa del riscaldamento del mare, nel Mar Adriatico si è registrato un crescente numero di specie invasive, altrimenti inusuale per le regioni che si affacciano sullo stesso. Il dato più eclatante e che, in base alle statistiche disponibili, ogni settimana una nuova specie entra dal Mar Rosso nel Mediterraneo. 

Tra queste specie vi sono gli squali, le cui abitudini e movimenti sono influenzati anche dall'aumento della temperatura. Gli stessi, infatti, eviterebbero le zone che diventano troppo calde, ed essendo in cerca di cibo esplorerebbero nuovi areali. Presumibilmente il temibile squalo tigre, responsabile di numerosi attacchi nel Mar Rosso, è già entrato nel Mediterraneo. Tuttavia, non è ancora visibile nell'Adriatico, a differenza del grande squalo bianco. Il più mastodontico di questi vertebrati si adatta a diverse gamme di temperatura. E nell'Adriatico è legato alle migrazioni del tonno. Così come i branchi di tonno si spostano, così è possibile che li segua lo squalo bianco - spiega Soldo - e aggiunge che è un abitante occasionale del Mare Adriatico. Il problema è che non si può far nulla. Ci sono troppe variabili che non possiamo influenzare - dice Soldo. Ovviamente le statistiche di attacchi di squali nei nostri mari ci dicono che è più facile essere colpiti da un fulmine che subire un’aggressione da parte di un pescecane, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti", che sottolinea come il fenomeno che si sta studiando del diffondersi di specie di squali non endemiche è qualcosa cui dovremo adattarci senza dover temere di fare un bagno in tutta tranquillità nei nostri luoghi tradizionali di balneazione.

Sanità pubblica, rapporto GIMBE: "Cade a pezzi e si avvia verso la privatizzazione"


ROMA - La Fondazione GIMBE ha presentato ieri presso la Sala Capitolare del Senato della Repubblica il 4° Rapporto sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale da cui emerge la mancanza di un disegno politico di lungo termine per preservare e potenziare la sanità pubblica. Lo rende noto la stessa Fondazione in una nota.

Spesa pubblica allineata ai paesi dell’Europa orientale, troppi livelli essenziali di assistenza garantiti solo sulla carta, sprechi, inefficienze e chiari segnali di privatizzazione dovuti all’espansione del “secondo pilastro” rendono infausta la prognosi del Servizio Sanitario Nazionale.

Senza un adeguato rilancio il disastro sanitario, sociale ed economico è dietro l’angolo, ma negli ultimi 10 anni nessun Esecutivo ha avuto il coraggio di mettere la sanità pubblica al centro dell’agenda politica e i cittadini non sono mai scesi in piazza per difendere un fondamentale diritto costituzionale.

Dalla Fondazione GIMBE analisi indipendenti, un piano di salvataggio e proposte di riforme di rottura per costruire la sanità che meritano i cittadini.

Forte esplosione nel Comune di Rocca di Papa: 9 feriti, anche 3 bimbi


ROMA - Scene drammatiche a Rocca di Papa, nel romano, dove una forte esplosione in una palazzina di tre piani ha coinvolto il palazzo che ospita il Comune. Nella deflagrazione è rimasto ferito anche il sindaco Emanuele Crestini, assieme ad altre otto persone, tre delle quali sono bambini. I bambini rimasti feriti dall'esplosione erano a scuola e sarebbero stati investiti da schegge di vetro e calcinacci.

L'incidente sarebbe stato provocato da degli operai che stavano effettuando dei lavori stradali a rompere la conduttura del gas da cui poi si è innescata l'esplosione. Gli stessi operai avrebbero tentato di riparare la tubatura per interrompere la fuoriuscita di gas, senza pero riuscirci. 

L'esplosione si è innescata all'interno del palazzo del Comune, coinvolgendo diversi ambienti e facendo saltare tamponature interne ed un muro esterno. All'interno del palazzo si è anche sviluppato un incendio, tutt'ora in atto a causa della perdita di gas che non è stato ancora possibile interrompere, che ha coinvolto l'archivio comunale.

Evacuate le abitazioni vicine alla sede del Comune di Rocca di Papa per il pericolo di ulteriori esplosioni. La zona è stata interdetta. 

Roma Pride: bacio tra Luxuria e Asia Argento


ROMA - Non è passato di certo inosservato il bacio appassionato che si sono scambiate Vladimir Luxuria e Asia Argento durante il Roma Pride. Il gesto simbolico è servito per rilanciare le battaglie che la comunità Lgbtq affronta organizzando il corteo per le vie di Roma. 

Vladimir Luxuria ha ribadito l'importanza di restare umani: “Oggi posso dire che, prima ancora di dichiararci orgogliosi di essere gay lesbiche e trans, di essere bisessuali, intersex, siamo orgogliosi di essere umani. Significa non respingere nessuno, né per l’orientamento sessuale né per il colore della pelle, né per la classe sociale o la fede religiosa. Ma vuol dire anche salvare vite umane, credere che una vita umana sia più importante di una merce da difendere".

Poi il duro attacco a Salvini: "Se c'è stato qualcuno che aveva tutto il diritto di indossare delle divise meravigliose quelli erano i Village People. Dovrebbe smettere di imitarli“.

Pride a Roma, cori contro Salvini


ROMA - Al canto di 'Bella ciao' i partecipanti hanno sfilato al Roma Pride, il corteo per i diritti delle persone omosessuali in corso nella Capitale. Dal fondo della manifestazione intanto arrivano le note del repertorio 'tradizionale' delle iniziative Lgbt, dalle canzoni di Raffaella Carrà ai grandi successi disco.

"L'attacco alle famiglie arcobaleno - ha dichiarato il presidente delle Famiglie arcobaleno Gianfranco Goretti - è stato fin da subito, con il ministro Fontana, con il decreto sul ripristino di 'mamma e papà' sui documenti... Sicuramente c'è la volontà di cancellarci". Così in attesa del via al Roma Pride "Noi non chiediamo diritti ma doveri - ha aggiunto - i nostri bambini non hanno riconoscimento, noi invece vogliamo essere inchiodati alle nostre responsabilità genitoriali".

Numerosi i cori "Odio la Lega". Presente anche un 'santino' con una madonna in trono che schiaccia sotto il piede il volto del ministro dell'Interno Matteo Salvini; su un cartello il vicepremier è raffigurato truccatissimo, mentre su un carro il logo della Lega è tramutato in 'Lega Pop - prima le italiane'. 

"Questo è un Pride speciale, a 50 anni dai fatti di Stonewall che è stata la scintilla della rivoluzione del movimento, e a 25 anni dal primo grande Pride moderno e unitario a Roma. 'Nostra la storia, nostre le lotte'". Così il portavoce del Roma Pride e presidente del Circolo Mario Mieli Sebastiano Secci. 

6 giugno 1944, 75 anni fa in Normandia il giorno più lungo della II Guerra mondiale


di NICOLA ZUCCARO - Martedì 6 giugno 1944. Alle prime luci dell'alba ha inizio verso il fronte dell'Europa occidentale la più grande invasione anfibia della storia militare e al tempo stesso decisiva per la fine della Seconda Guerra Mondiale. Dopo un imponente bombardamento aeronavale che consentì sia l'atterraggio delle truppe aviotrasportate sul suolo della Normandia sia il successivo approdo della fanteria anglo-americana su 5 spiagge della regione francese (ubicate fra la zona di Caen e di Cotentin), ebbe inizio, con quel che fu definito il D-Day, la successiva operazione Ovelord. 

Ques'ultima, meglio nota anche come battaglia di Normandia, si concluse il 21 agosto del 1944 con l'ingresso in Parigi delle forze alleate anglo-americane al termine di duri combattimenti che comportarono la perdita fra le fila dei tedeschi di 200mila soldati e di 70mila uomini nelle forze alleate anglo-americane. Di esse, solo 156.000 furono i soldati deceduti in quello che, del secondo conflitto mondiale, fu ricordato come il giorno più lungo. Quest'ultima definizione dette successivamente il titolo ad uno dei più celebri film di guerra, risalente al 1962.

Gommone naufraga con 80 migranti diretti in Europa tra cui donne e bambini. "Molte persone in acqua"


TRIPOLI - Ancora morte nel Mediterraneo. Un gommone carico di migranti sarebbe naufragato martedì al largo della Libia, ad una cinquantina di miglia al largo della città occidentale di Garaboli, a 60 chilometri (37 miglia) ad est della capitale, Tripoli. Lo scrive su twitter la Ong Sea Watch rilanciando una foto scattata da uno dei velivoli dei piloti volontari in cui si vede un gommone semisgonfio e diverse persone in mare. 

La notizia è stata confermata oggi dal portavoce della guardia costiera della Libia, Ayoub Gassim, che ha riferito che il gommone trasportava 80 migranti africani, tra cui sei donne e tre bambini. Sea Watch, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, scrive affermando che "Molte persone in acqua, alta probabilità di dispersi e morti annegati" e che è stato lanciato l'sos al quale hanno risposto due mercantili e la Guardia Costiera Libica, che si trova già sul posto. 

Mentre la guardia costiera libica afferma di aver intercettato il gommone e di avere portato in salvo i migranti che hanno ricevuto aiuti umanitari e medici e che poi sono stati trasferiti in un campo profughi nella città occidentale di Zawiya. La Libia è diventata un importante canale per migranti africani e rifugiati in fuga diretti in Europa dopo la rivolta del 2011.

"Il turismo in Puglia perde appeal"


di PIERO CHIMENTI - Si apre la nuova stagione con previsioni che non appaiono rosee per la Puglia. Dopo un trend di crescita costante degli ultimi anni, il turismo nel Salento subirà una perdita di presenze dell'11%, che sul fatturato inciderà del 14%. Lo prevede Jfc in un'analisi per il Sole 24 Ore.

Questo calo di presenze si registra su tutte le zone turistiche dell'Italia, fatta eccezione della Sardegna, della parte sud del Lazio e della costa friulana che continueranno a registrare aumenti di turisti.

A far registrare la crisi delle mete turistiche italiane ed in particolare quelle del Mezzogiorno sono la voglia di nomadismo dei visitatori sempre più alla ricerca di offerte last minute e la mancanza di disponibilità economica degli italiani passata dal 18,4% del 2018 al 34,4% di quest'anno.

A Bari 'Biodiversità: radici della vita e dell’umanità”

(Pixabay)
di DONATO FORENZA - Le Nazioni Unite hanno proclamato il 22 maggio “Giornata internazionale per la diversità biologica” (IDB) per commemorare il giorno dell’adozione del testo della Convenzione sulla Diversità Biologica (CBD) avvenuta al termine della Conferenza di Nairobi nel 1992.

In Bari, martedì 11 giugno ore 16 .00 presso la Sala degli Affreschi  del Palazzo Ateneo avrà luogo il primo Seminario nazionale “ Biodiversità: radici della vita e dell’umanità” organizzato dalla Associazione Crocerossine d’Italia Onlus Sez di Bari e con coordinamento scientifico del prof. Donato Forenza. 

Interventi e Saluti  Istituzionali: - Prof. Santa Fizzarotti Selvaggi, Vicepresidente Nazionale Associazione Crocerossine d’Italia Onlus; - Prof. Antonio Felice Uricchio, Rettore Università degli Studi di Bari; - Dott. Giovanni Maria Panaiotis Grittani Thalassinos, Presidente Comunità Greca di Bari; - Dott. Grazia Andidero, Responsabile Sezione di Bari dell’Associazione Crocerossine d’Italia Onlus, - Avv. Jacopo Metta, Presidente Club Rotary Bari Mediterraneo. Il tema scelto per quest’anno è correlato alla protezione integrata della Biodiversità, della salute, della tutela del paesaggio, del nostro cibo e delle complesse valenze dell’Umanità, con l’intento di far aumentare, tra l’altro, la consapevolezza della sostenibilità e delle relazioni di dipendenza dei nostri sistemi alimentari, dalla biodiversità e dagli ecosistemi sani. 

Le Relazioni con  Chairman il Prof. Dott. Nicola Simonetti, Medico Giornalista, tratteranno tematiche di notevole valenza interdisciplinare: - “La dieta mediterranea per la salute umana”, Prof. Angelo Vacca, Ordinario di Medicina Interna, Direttore Med. Int. Universitaria “Guido Baccelli”, Az. Policlinico, Bari; - “La tutela della diversità biologica nel diritto delle religioni”, Prof. Angela Patrizia Tavani, Docente di Diritto Ecclesiastico e Canonico, Uniba; Avvocato di Rota Romana; -  “La Biodiversità: l’importanza di essere diversi”, Prof. Angela Gallone, Associato di Biologia Applicata, Uniba; - “Tutela del Paesaggio, Biodiversità, e Valorizzazione del territorio”, Prof. Donato Forenza, Docente PolibaCre, Bari; V. Presid. Accad. Scientifica “Merli”; Internat. Ass. Landscape Ecology; - Riflessioni conclusive: prof. Santa Fizzarotti Selvaggi, Scrittrice, Artista, Psicoterapeuta. Segue l’intervento concertistico: Omaggio alla protezione della Biodiversita’ con Pianista Prof. Adriana  De  Serio, Professore Ordinario, Conservatorio di Musica “N. Piccinni”, Bari e Musicoterapeuta e l’Ensemble strumentale “Nuova  Armonia   Band” con Direttore Prof. Adriana De Serio.

Il tema prescelto intende celebrare anche la Cultura della tutela e la diversità fornita dai nostri sistemi naturali per l’esistenza umana e il benessere sulla Terra, contribuendo nel contempo al conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda ONU al 2030.  

Di Maio rassicura Mattarella: "Il Governo deve andare avanti"


ROMA - "Questo governo vuole continuare". E' quanto rassicurato da Luigi Di Maio al presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha ricevuto il vicepremier al Quirinale nella tarda mattinata di martedì 4 giugno 2019. Al termine dell'incontro con il capo dello Stato, secondo quanto trapelato da ambienti parlamentari, Mattarella ha esternato al ministro del Lavoro le sue preoccupazioni sulla politica economica dell'esecutivo Conte alla vigilia della replica italiana alla lettera inviata nei giorni scorsi al Governo italiano dall'Unione Europea.

4 giugno 1944, gli americani liberano Roma dai tedeschi


di NICOLA ZUCCARO - Il 4 giugno 1944 le truppe componenti la Quinta Armata Statunitense comandata dal Generale Mark Wayne Clark, dopo aver sfondato il settore di Cassino e provenienti dal settore di Anzio e di Nettuno, entrarono in Roma. 

Accolti da una popolazione entusiasta, i soldati della fanteria americana non incontrarono alcuna resistenza da parte della Wermacht. Essa, comandata dal federmaresciallo Albert Kesserling, non si impegnò in alcuna battaglia nell'area urbana di Roma e si diresse verso la Linea Gotica che segnava il confine con il Nord della Penisola italiana.

La liberazione di Roma dai tedeschi, a cura degli americani, segnò una svolta per poter successivamente liberare il resto dell'Italia dal Nazifascismo. Quest'ultima operazione culminò fra l'aprile ed il maggio del 1945 con le insurrezioni guidate dal Comitato di Liberazione dell'Alta Italia, nelle città di Milano, di Genova e di Torino.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia