Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

Metro Roma, collassa scala mobile: 24 feriti

ROMA - Momenti di paura nella Capitale a causa del cedimento di una scala mobile nella stazione Repubblica della linea A della metro. La struttura ha ceduto parzialmente mentre decine di tifosi del Cska stavano andando all'Olimpico per l'incontro di Champions contro la Roma. Più di venti i russi portati in ospedale: la maggior parte ha riportato ferite lievi alle gambe ma uno di loro rischia l'amputazione del piede. L'allarme è scattato poco dopo le 19.30 quando in pieno centro di Roma, a due passi dal Viminale, dal Quirinale e dal Campidoglio, si sono cominciate a sentire decine di sirene dei mezzi di soccorso e delle forze di polizia.

"Siamo qui per capire, sulla dinamica dei fatti c'è un'inchiesta che accerterà come sono andate le cose". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi alla stazione metro Repubblica dove alcuni tifosi del Cska sono rimasti feriti dopo il cedimento di una scala mobile. "Roma è vicina ai feriti e alle loro famiglie", aggiunge al Raggi.

Il video del momento dell'incidente è stato immortalato su twitter da uno dei tifosi: prima si sentono i russi cantare, poi si vede la scala mobile accelerare in maniera eccessiva, trascinando verso il basso un centinaio di persone, infine le urla di coloro che sono rimasti incastrati nelle lamiere contorte. "I russi stavano saltando e ballando, ubriachi" hanno riferito alcuni testimoni ai soccorritori. E la stessa cosa ha sottolineato il sindaco Virginia Raggi appena arrivata sul posto: "testimoni sembra abbiano visto saltare e ballare sulla scala mobile". In ogni caso, "siamo qui per capire e per esprime vicinanza ai feriti e alle loro famiglie - aggiunge la prima cittadina - c'è un'inchiesta che accerterà come sono andate le cose".

E' stata smentita però da alcuni testimoni l'ipotesi del cedimento a causa dei 'balli' russi: "non stavamo saltando", ha dichiara una moscovita. L'unica cosa certa è che i vigili del fuoco che sono intervenuti hanno trovato decine di bottiglie di birra nella stazione della metro e vetri tutt'attorno alla scala mobile.

Savona, devastata dalle fiamme l'Autorità portuale

SAVONA - Devastato dalle fiamme il palazzo della nuova sede dell'Autorità portuale di Savona. A confermarlo i vigili del fuoco. E' ancora presto però, secondo i vigili, individuare le cause dell'incendio: le indagini sono affidate ai carabinieri in collaborazione con gli stessi vigili del fuoco. Ad intervenire sul posto anche il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio: "Arpal si è subito recata sul posto e non sono state evidenziate emissioni pericolose: per precauzione - ha detto - come Comune abbiamo invitato i residenti delle zone limitrofe a tenere chiuse le finestre".

L'Ue boccia la manovra italiana. Monito del Colle sui conti

ROMA - La Commissione Ue ha respinto il Documento programmatico di bilancio italiano e di chiederne uno nuovo. Il nuovo documento dovrà essere inviato entro tre settimane a Bruxelles.

"E' con molto dispiacere che sono qui oggi, per la prima volta la Commissione è costretta a richiedere ad uno Stato di rivedere il suo Documento programmatico di bilancio. Ma non vediamo alternative. Sfortunatamente i chiarimenti ricevuti ieri non erano convincenti": lo ha detto il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis nella conferenza stampa al termine della riunione dei commissari.

Il governo intende ascoltare le osservazioni dell'Europa sulla legge di Bilancio, ma non saranno apportati cambiamenti se non per decisione del Parlamento italiano. Lo ha detto il vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini, parlando in conferenza stampa a Bucarest.

"L'unico organismo che potrà migliorarla è il Parlamento", ha detto il leader della Lega a proposito della manovra.

Pronta la reazione dei mercati finanziari dopo la bocciatura. Piazza Affari incrementa le perdite. L'indice Ftse Mib scivola a -1,14%. Male le banche: Bper Banca (-3,79%), Banca Generali (-3,35%), Unicredit (-0,88%) e Intesa Sanpaolo (-0,34%). Maglia nera del paniere è Stm (-5,25%), in profondo rosso anche Saipem (3,99%), Moncler (-3,64%), CNH Industrial (-3,50%). In positivo Luxottica (+2,66%) e Mediaset (2,10%). Lo spread tra Btp e Bund è risalito a 310 punti. Il rendimento del Btp a 10 anni è in rialzo al 3,54%.

IL MONITO DEL COLLE - "I bilanci in equilibrio, l'efficienza dei servizi, i diritti garantiti ai cittadini, la sinergia tra pubblico e privato, in modo che crescano le opportunità per tutti, sono sfide a cui nessuna amministrazione può sottrarsi: il Comune e la Provincia come la Regione e lo Stato". Lo ha detto, intervenendo alla 35/a assemblea nazionale dell'Anci, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

"La logica dell'equilibrio di bilancio non è quella di un astratto rigore: ci deve sempre guidare uno sguardo più lungo sullo sviluppo, la sua equità e la sua sostenibilità, e occorre procedere garantendo sicurezza alla comunità, scongiurando che il disordine di enti pubblici, e della pubblica finanza, produca contraccolpi pesanti anzitutto per le fasce più deboli, per le famiglie che risparmiano pensando ai loro figli, per le imprese che creano lavoro", ha sottolineato Mattarella.

"Francia tenta di rimandare in Italia anche minori"

PARIGI - Il Governo francese avrebbe tentato di rimandare in Italia anche dei minorenni. Lo si apprende da fonti del Viminale secondo le quali sono in corso una serie di verifiche su un episodio avvenuto il 18 ottobre scorso attorno alle 22.30.

In quell'occasione, emersa nel corso della visita degli esperti inviati dal ministero a Claviere, le autorità italiane hanno bloccato la procedura.

Palazzo Chigi sospetterebbe che le autorità francesi abbiano riportato gli stranieri in Italia in modo sbrigativo anche per eludere le procedure previste dal trattato di Dublino.

Moscovici: "Potremmo chiedere un nuovo documento all'Italia". Conte: "Pronti a confronto"

BRUXELLES - "La Commissione non vuole una crisi tra Bruxelles e Roma, il posto dell'Italia è al cuore della zona euro, non all'esterno”. A dichiararlo il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici in un'intervista alla radio francese, France Inter. In particolare il commissario Ue ha spiegato che “quello che conterà è lo spirito” della risposta del governo italiano, in particolare “se si iscrive o no nello spirito comune e nelle regole europee”. “Quando sono andato a Roma è per porre domande, e ne ho ancora” sul deficit strutturale, il debito e le previsioni di crescita, ha sottolineato il commissario.

Secondo Moscovici, “il deficit strutturale è troppo elevato” perché “uno scarto di circa 1,5 punti non è mai accaduto da quando abbiamo il Patto di Stabilità e Crescita”. “Non mi piace l'espressione bocciare. Le parole contano. Il massimo che possiamo fare, è una possibilità e ne dibatteremo, è di chiedere all'Italia di ri-sottomettere un altro documento di bilancio che tenga conto delle osservazioni, delle questioni e delle regole europee”. La Commissione “non lo ha mai fatto” e la richiesta di un nuovo documento programmatico di bilancio “sarebbe una prima volta”.

CONTE: "PRONTI A CONFRONTO" - Nella lettera alla Commissione europea sulla manovra "abbiamo anticipato le ragioni per cui abbiamo impostato la manovra in questi termini, spiegato la direzione e gli obiettivi ma siamo disponibili a sederci a un tavolo". Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, incontrando la stampa estera.

"Se un Commissario europeo dice che la manovra è da respingere ancora prima che venga scritta la lettera aggiunge però - quello è un pre-giudizio ed è inaccettabile. Tanto è vero che chi ha anticipato quel giudizio ha precisato 'quella è una mia opinione personale', ma le opinioni personali, quando si rappresenta una istituzione, andrebbero evitate", ha continuato con un'allusione indiretta a Guenther Oettinger. "Noi diciamo - ha continuato il presidente del Consiglio - sediamo attorno a un tavolo ma consentiteci di spiegare".

Maltempo, nubifragio su Palermo: disagi e allagamenti

PALERMO - Una forte ondata di maltempo si è abbattuta in queste ore sulla Sicilia e sul suo capoluogo. Sono state decine le chiamate ai Vigili del Fuoco a seguito del nubifragio che nella notte ha messo a soqquadro la città di Palermo.

Soprattutto dopo le 3, spiegano dalla centrale operativa, sono giunte al centralino molte segnalazioni relative ad alberi caduti in vari punti della città che hanno messo a rischio auto e automobilisti e creato intralcio alla circolazione: specialmente nel quartiere di Cruillas, in via Lanza di Scalea, a Borgonuovo.

Si sono registrati inoltre numerosi allagamenti in diversi rioni cittadini. Ieri invece un violento acquazzone ha sferzato il Catanese, come era accaduto venerdì.

Conte: ''Reddito di cittadinanza ci sarà''

ROMA - Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sul palco di Italia5 Stelle, la kermesse M5s a Circo Massimo:"Il reddito di cittadinanza ci sarà perché avere oltre 5 milioni di poveri è un problema di giustizia e stabilità sociale. Un governo che fa politica con la P maiuscola non può disinteressarsi di questo problema".

Renzi: "L'odio porterà i giacobini sul patibolo"

ROMA - "L'odio quando colpisce fa male, ma noi non ci faremo trascinare, perché sarà quest'odio a portare i giacobini sul patibolo, com'è sempre accaduto". Così l'ex segretario del Pd Matteo Renzi durante il suo discorso di chiusura alla Leopolda.

Miracolo a Torino, sgorga vino dalle fontanelle: le immagini

TORINO - Dalle fontanelle di Torino ha iniziato a sgorgare la barbera! Il "miracolo" nel weekend dedicato alla vendemmia sotto la Mole, grazie all'Associazione I love turet e a Eataly. (Courtesy Rete7)

Cdm, "Domani vado a Roma a risolvere i problemi"


TRENTO - "Domani vado a Roma per risolvere problemi e ho bisogno di portarmi dietro aria fresca". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini durante un comizio a Cles, in Trentino. (Courtesy Facebook Salvini).

Spedicato inizia la riabilitazione

di PIERO CHIMENTI - Ad un mese dall'emorragia cerebrale che ha lo ha colpito nella propria abitazione, Lele Spedicato ha lasciato il 'Vito Fazzi' di Lecce dove era ricoverato per trasferirsi in un centro di riabilitazione, forse a Roma, per completare il suo pieno recupero. Il chitarrista dei Negramaro che, ormai riconosce appieno i suoi affetti, non vedrebbe l'ora di tornare sul palco sul palco con la sua band e avrebbe chiesto di poter avere la sua chitarra.

Matera, vietato uso acqua potabile

MATERA - La Città dei Sassi a secco. A causa del "superamento dei parametri dei batteri coliformi a 37 gradi centigradi del partitore Terlecchia-Matera", con un'ordinanza cautelativa, il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, ha disposto il divieto "in tutto il territorio comunale di far uso per fini potabili dell'acqua erogata da Acquedotto Lucano, fino a diversa disposizione". E' stata inoltre disposta la chiusura delle scuole per oggi, venerdì 19 ottobre.

Decreto fiscale, il premier: "Visionerò articoli uno per uno"

ROMA - "Venerdì torno a Roma e si chiude". A dichiararlo il premier Giuseppe Conte rispondendo ai cronisti che lo attendevano in albergo sul caso del testo decreto fiscale, che secondo il M5S sarebbe stato modificato.

"Abbiamo approvato un testo in Cdm, quello deve essere", ha spiegato Conte ribadendo che, al suo ritorno dal Consiglio europeo e dal vertice Asem, "visionerà articolo per articolo" il decreto che contiene la misura della pace fiscale.

Sale quindi la tensione sulla manovra, dopo le accuse del vice premier Di Maio, che ha sostenuto in tv che il testo inviato al Quirinale che contiene la pace fiscale sia stato manipolato. Il Colle nega di aver ricevuto il testo. La Lega: noi seri, non sappiamo niente di decreti truccati.

Abolizione numero chiuso medicina, i medici: "Non siamo d'accordo, si inizi da specializzazioni"

ROMA - Sono scesi in piazza a Montecitorio i medici, radunatiasi per protestare contro i pochi fondi che arrivano al comparto della Sanità in Italia. La categoria sì è detta contraria all'abolizione del numero chiuso alla facoltà di medicina, ravvisando la necessità di aumentare gli accessi ai corsi di specializzazione.

Riace: sindaco Lucano lascia paese

REGGIO CALABRIA - Il sindaco Lucano ha lasciato Riace poco dopo le 6 di questa mattina. Ieri il Tribunale del riesame di Reggio Calabria gli ha revocato gli arresti domiciliari, disponendo però nei suoi confronti il divieto di dimora. Resta a Riace, invece, la compagna di Lucano, per la quale il divieto di dimora é stato attenuato con la misura dell'obbligo di firma. La decisione è stata depositata stasera.

"Riace rappresenta un'idea che va contro la civiltà della barbarie. Anche senza contributi pubblici andiamo avanti lo stesso, da soli, perché negli anni abbiamo costruito dei supporti all'integrazione che oggi fanno la differenza. Faremo non uno Sprar ma un'accoglienza spontanea così com'era cominciata, senza soldi pubblici". Così il sindaco di Riace Domenico Lucano al termine dell'udienza del Tribunale del riesame di Reggio Calabria che in serata ha deciso la revoca dei domiciliari.

"Lo voglio io come volontà politica. Dobbiamo uscire dallo Sprar - ha aggiunto -. Non voglio avere a che fare con chi non ha fiducia e con questo governo che spesso non rispetta i diritti umani. Sono fiducioso nella scarcerazione, se esiste il diritto. E' talmente distante quello che ha detto l'avvocato, che ha sviluppato come si è svolta la vicenda Riace arrivando poi agli argomenti alla base di queste misure fatte a me, e quello che ha detto il pm. C'è un abisso".

Telefonata Conte-Juncker, "Manovra solida e strutturata"

ROMA - Si è tenuto nel pomeriggio un colloquio telefonico tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker. Al centro della conversazione, secondo quanto confermano fonti di governo italiane, la manovra varata dal governo.

La telefonata tra i due ha avuto un tono cordiale: al centro del colloquio la manovra appena varata dal governo. E' quanto si apprende da fonti di palazzo Chigi. In particolare il premier ha ribadito che la manovra e' solida e ben strutturata e che il deficit programmato al 2,4% per il prossimo anno è stato pensato per garantire la crescita economica e lo sviluppo sociale del Paese. Conte ha inoltre precisato che questo deficit e' destinato a rientrare gia' nel biennio successivo, e anche per questo non impedirà il contenimento del nostro indebitamento.

Governo abolisce il numero chiuso a Medicina, poi si corregge

ROMA - Il numero chiuso per l'iscrizione alle Facoltà universitarie di Medicina è stato abolito. A deciderlo il governo nella seduta di ieri per l'approvazione della manovra e del Dl fiscale. "Si abolisce il numero chiuso nelle Facoltà di Medicina, permettendo così a tutti di poter accedere agli studi", si apprende nel comunicato del Consiglio dei ministri.

LE PRECISAZIONI DEL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE - "Voglio essere sincero, a me non risulta questa cosa. Farò le dovute verifiche ma non mi risulta nulla di simile". Il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti commentando a margine di una conferenza stampa organizzata a Venezia la notizia secondo la quale nel corso del Consiglio dei ministri di ieri sera sarebbe stato abolito il numero chiuso per la facoltà di Medicina, risulta sorpreso, spiazzato. Il comunicato del Consiglio dei ministri diffuso ieri sera al termine della riunione era stato scritto: "Si abolisce il numero chiuso nelle Facoltà di Medicina, permettendo così a tutti di poter accedere agli studi".

Una notizia che ha colto di sorpresa il ministro della Scuola e dell'Università e non solo lui. "Ci aspettavamo un intervento importante del governo nel campo della formazione dei medici, ma l'abolizione del numero chiuso per l'accesso alle facoltà di Medicina, senza un congruo aumento delle borse di specializzazione rischia di essere un boomerang", ha detto il presidente Acoi (Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani) Pierluigi Marini. "I giovani laureati in medicina che non entreranno nelle scuole di specializzazione si troveranno in una sorta di imbuto: non potranno accedere ai concorsi pubblici e dovranno per forza di cose cercare lavoro all'estero. Se non si aumentano le borse di specializzazione assisteremo ad una nuova fuga di cervelli all'estero".

Muore di cancro a 65 anni Paul Allen, co-fondatore di Microsoft

E' scomparso all'età di 65 anni il miliardario Paul Allen, che ha fondato Microsoft con Bill Gates nel 1975. A renderlo noto la sorella, Jody Allen, con un comunicato. All'inizio di ottobre, il geniale ed eclettico co-fondatore di Microsoft, aveva fatto sapere via Twitter e sul suo sito web di avere di nuovo il cancro, il linfoma non-Hodgkin che sembrava aver sconfitto nove anni prima.

"Mio fratello era un individuo incredibile da ogni punto di vista. Mentre molti conoscono Paul Allen come tecnologo e filantropo, per noi era un amato fratello, uno zio e un amico eccezionale", ha sottolineato la sorella. Allen aveva lasciato Microsoft nel 1983.

Gestiva il suo impero tramite la Vulcan Inc, fondata nel 1986, con la quale insieme alla sorella era dedito alle sue attività imprenditoriali e filantropiche. Era il proprietario, tra l'altro, della squadra di football Seattle Seahawks e della squadra di basket Portland Trail Blazer.

La sua prima battaglia contro il cancro era iniziata nel 1983, quando fu costretto a lasciare la Microsoft, otto anni dopo la sua fondazione, avvenuta il 4 aprile 1975 ad Albuquerque, nel New Mexico. La quota nella società fondata lo ha reso plurimiliardario. "Aveva sempre tempo per la sua famiglia e i suoi amici - ha scritto la sorella dando la notizia della sua morte - in questo momento di dolore siamo profondamente grati per le attenzioni che ci ha dimostrato ogni giorno". 

Riace, sindaco Lucano: "Migranti non andranno via"

RIACE - Il ministro degli Interni italiano, Matteo Salvini: "Le irregolarità contabili sui fondi per Riace sono state segnalate dal Viminale quando governava il centrosinistra".

Papa Francesco proclama santi Paolo VI e Oscar Arnulfo Romero

CDV - Il Papa ha proclamato santi Paolo Vi e l'arcivescovo del Salvador, Oscar Arnulfo Romero. La folla è esplosa in un lungo applauso dopo la lettura della petizione da parte del cardinale Giovanni Angelo Becciu e la recita delle litanie con cui il Papa ha proclamato santi tutti e sette i beati. "Ad onore della Santissima Trinità - ha detto con voce solenne Papa Francesco - per l’esaltazione della fede cattolica e l’incremento della vita cristiana, con l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dopo aver lungamente riflettuto, invocato più volte l’aiuto divino e ascoltato il parere di molti Nostri Fratelli nell’Episcopato, dichiariamo Santi i Beati".

"Ad onore della Santissima Trinità - ha detto con voce solenne Papa Francesco - per l’esaltazione della fede cattolica e l’incremento della vita cristiana, con l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dopo aver lungamente riflettuto, invocato più volte l’aiuto divino e ascoltato il parere di molti Nostri Fratelli nell’Episcopato, dichiariamo Santi i Beati".

"Paolo VI ha speso la vita per il Vangelo di Cristo, valicando nuovi confini e facendosi suo testimone nell'annuncio e nel dialogo, profeta di una Chiesa estroversa che guarda ai lontani e si prende cura dei poveri". Con queste parole Papa Francesco ha reso onore a San Paolo VI che - ha detto nell'omelia del rito di canonizzazione celebrato in piazza San Pietro con i 267 padri sinodali - anche nella fatica e in mezzo alle incomprensioni, ha testimoniato in modo appassionato la bellezza e la gioia di seguire Gesù totalmente. Oggi ci esorta ancora, insieme al Concilio di cui è stato il sapiente timoniere, a vivere la nostra comune vocazione: la vocazione universale alla santità. Non alle mezze misure, ma alla santità".

"E' bello - ha quindi aggiunto il Papa - che insieme a lui e agli altri santi e sante odierni ci sia monsignor Romero, che ha lasciato le sicurezze del mondo, persino la propria incolumità, per dare la vita secondo il Vangelo, vicino ai poveri e alla sua gente, col cuore calamitato da Gesù e dai fratelli. Lo stesso possiamo dire di Francesco Spinelli, di Vincenzo Romano, di Maria Caterina Kasper, di Nazaria Ignazia di Santa Teresa di Gesù e anche del nostro ragazzo napoletano Nunzio Sulprizio, il santo giovane che ha saputo incontrare Gesù nell'offerta di se stesso. Tutti questi santi, in diversi contesti, hanno tradotto con la vita la Parola di oggi, senza tiepidezza, senza calcoli, con l'ardore di rischiare e di lasciare. Fratelli e sorelle, il Signore ci aiuti a imitare i loro esempi".

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia