Il ritorno del Balletto di Milano a Lecce

LECCE - “La prima parte fa vibrare il cuore con le più belle canzoni di Charles Aznavour, Jacques Brel, Edith Piaf e Yves Montand...”, “La vie en rose… Bolero” è una realtà che annuncia un successo non solo consolidato, prevedibilmente crescente”, “lo spettacolo all’insegna di una meravigliosa intesa di pàthos tra passi, note, testi...”. Queste alcune delle parole riservate a “La vie en rose... Boléro” del Balletto di Milano che, dopo aver entusiasmato tante platee nel mondo, sarà in scena al Teatro Apollo di Lecce sabato 22 gennaio alle 21.

In scena dal 2012 con successi straordinari tra sold out e standing ovation che solo la pandemia aveva interrotto, l’eccezionale serata di danza presenta nella prima parte un collage di coreografie realizzato su alcune tra le più belle canzoni di Charles Aznavour, Jacques Brel, Edith Piaf, Yves Montand. Successi indimenticabili per un lavoro che passa dall'ironia alla nostalgia, giocando con gli stereotipi culturali: La Bohème, Toutes les visage de l'amour, Les comédiens, Hier encore, Sur la table sul palcoscenico diventano storie, in una versione danzata che stupisce, diverte, emoziona. Dans tes bras chiude la prima parte e, con il suo sottofondo musicale inconfondibile, fa da preludio al Bolero di Ravel. 

Il celeberrimo brano, il cui ritmo ossessivo celebra la seduzione, va in scena in una versione coreografica di grande impatto. Corpi sinuosi prendono vita e intrecciano una danza che trascina nel crescendo musicale fino al sorprendente finale. Protagonisti Arianna Capodicasa e Alessandro Torrielli con  Giulia Cella, Annarita Maestri, Marta Orsi, Giordana Roberto, Giusy Villarà, Federico Mella, Federico Micello, Alessandro Orlando e Germano Trovato.

Biglietti a partire da € 20.00 

informazioni e prenotazioni tel. biglietteria@ballettodimilano.com

ticket online: www.ticketone.it

Teatro Apollo - Lecce

22 gennaio ore 21.00

LA VIE EN ROSE… BOLERO

Serata di danza su musiche di M. Ravel e autori vari

Coreografie di Adriana Mortelliti

Posta un commento

0 Commenti