Astri e Lenor, l'unione di due talenti e la passione per la musica

 



MILANO
- S'intitola “Stelle negli occhi” il nuovo singolo del duo Astri e Lenor, un brano che può essere interpretato in vari modi, un amore che arde o uno che non si è mai spento. Il giovane duo, in questo percorso musicale stringono, una forte collaborazione con la Beat Sound di Milano sotto la supervisione artistica di Beppe Stanco e Michele Calogiuri.

Astri è un artista nato e cresciuto nel milanese, appassionato alla musica sin da piccolo ha iniziato la sua carriera musicale facendo il Dj all’età di 15 anni, suonando a diverse serate riuscendo a spargere il suo nome nel quel della provincia. Si ispira ad artisti come David Guetta, Avicii o Zedd. 

Lenor è una giovane artista di origine italo dominicana, trasferita a Milano. Quest’ultima è diventata il quartiere generale della sua creatività, poiché a 14 anni comincia a scrivere le sue prime canzoni. Studiando canto e accompagnandosi con pianoforte e chitarra, alimenta la sua passione e voglia di crescere come artista. Il suo mondo musicale è il soul, pop e l’R&B.

Raccontateci del vostro nuovo singolo.

Il nostro nuovo singolo “Stelle Negli Occhi” è stata una delle prime canzoni su cui abbiamo collaborato; nasce in verità da una canzone scritta originariamente in inglese chiamata “10 Million”. Abbiamo pensato avesse più potenziale rivisitata in italiano. 

Cosa vi piace del panorama musicale italiano?

ASTRI: Ultimamente mi hanno colpito molto le iniziative rivolte verso i giovani artisti emergenti e non. Inoltre, apprezzo il fatto che stanno uscendo più etichette indipendenti che danno sicuramente un ampio campo di gioco.

Lenor: La sincerità. L’italiano è la lingua dei sentimenti. Secondo me non c’è pensiero più genuino riflesso nella musica che quello di un artista italiano. Soprattutto oggi con questa onda indie/pop che si è sviluppata, ma anche con il rap, dove molti artisti giovani come noi possono esprimersi vocalizzando le loro riflessioni. 

Con chi vi piacerebbe collaborare?

ASTRI: Mi piacerebbe molto collaborare con Chiamamifaro. Adoro la sua voce e il suo stile, penso che lavorando assieme potrebbe uscire qualcosa di interessante.

Lenor: C’è troppa scelta! Sicuramente sarei curiosissima di collaborare con Mahmood, come artista italiano. Considerando anche l’estero direi Nathy Peluso.  

Prossimi obiettivi?

ASTRI: Uno dei miei prossimi obiettivi sarà sicuramente collaborare con più artisti possibili.

Lenor: I miei piani futuri includono molta composizione e scrittura di nuovi testi, più tendenti ai miei generi preferiti che sono il soul e l’R&B. Voglio dare spazio alla mia visione.







Posta un commento

0 Commenti