Un asilo nido per i piccoli pazienti oncologici del Policlinico di Bari

BARI - In occasione della Giornata mondiale della Salute Mentale, che si celebra il 10 ottobre, Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, organizza l’(H)Open Day Salute Mentale. L’iniziativa, giunta alla sua nona edizione, si pone l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull'importanza della diagnosi precoce e favorire l’accesso alle cure, aiutando a superare pregiudizi, stigma e paure legati alle malattie psichiche. Gli ospedali del network Bollini Rosa, i Dipartimenti di Salute Mentale e le strutture territoriali che hanno aderito all’iniziativa offriranno gratuitamente servizi clinici, diagnostici e informativi, come visite psichiatriche, colloqui psicologici, sportelli di ascolto, somministrazione di test, info point, conferenze e distribuzione di materiale informativo per ansia, depressione, schizofrenia, disturbi dell’umore e del sonno, psicosi e disturbi del comportamento alimentare.

Anche l’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’ di Bari, Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, aderisce all’iniziativa. Lunedì 10 ottobre, dalle 8 alle 17, il servizio di psico-oncologia dell’Istituto sarà a disposizione per consulenze e colloqui informativi con i pazienti oncologici e i loro familiari, anche minorenni. Al servizio si accede su prenotazione, telefonando ai numeri 080.5555328, 080.5555329, oppure inviando una mail all’indirizzo psiconcologia@oncologico.bari.it.

Sempre nella giornata di lunedì 10 ottobre, alle 10, nell’atrio di ingresso dell’Istituto, sarà inaugurata la mostra fotografica ‘Ri-scatto’. Il progetto, realizzato dal fotografo Alessandro Matassa, ha visto protagoniste le pazienti in cura nella Breast Unit dell’Istituto, coinvolte in un set fotografico di body painting fluo: accompagnate dalle psicologhe dell’Istituto, le pazienti hanno posato come modelle per foto che rappresentano appieno il potenziale di crescita interiore successivo alla malattia oncologica. Le foto sono state poi stampate su pannelli, grazie alla disponibilità di Cristina Maremonti, presidente del CIF, il Centro Italiano Femminile, di Bari, che collabora da tempo con l’Istituto Tumori di Bari. L’allestimento delle foto su cavalletti espositivi, invece, è stato reso possibile grazie alla generosità dei soci del Rotarct Club di Bari, presieduto da Erika Rieti. Una parte delle foto saranno esposte nell'atrio di ingresso dell'Istituto Tumori mentre nella sala conferenze saranno proiettate in loop altre foto che ritraggono personale sanitario, pazienti e familiari colti nel tran tran degli appuntamenti di visita e cura oncologica.

Il progetto fotografico ‘Ri-scatto’ è solo una delle iniziative di umanizzazione delle cure realizzate dal servizio di psico-oncologica dell’Istituto Tumori di Bari che, insieme ai percorsi psico-oncologici mirati e di psicoterapia, propone terapie complementari di musica, meditazione, reiki, realizzati anche grazie alla collaborazione con associazioni e artisti del territorio. (H)-Open Day Salute Mentale è realizzata con il patrocinio di Società Italiana di Psichiatria (SIP), Società Italiana di NeuroPsicoFarmacologia (SINPF), Società Italiana di Psichiatria Geriatrica (SIPG), Cittadinanzattiva e Progetto Itaca Onlus con il contributo incondizionato di Janssen e Otsuka/Lundbeck.

Posta un commento

0 Commenti