Bitritto, titolare del bar in carcere: è accusato di omicidio volontario


BARI - E' accusato di omicidio volontario ed è stato condotto in carcere il 31enne titolare del bar che, all'alba di domenica 20 novembre, ha avuto un litigio con il 27enne Gianni Palazzotto.

Secondo le prime ricostruzioni la vittima, in stato di alterazione psicofisica, sarebbe prima entrata in un bar di Bitritto (Ba) e poi avrebbe tentato di entrare in una seconda attività commerciale, poco distante. A questo punto avrebbe avuto uno scontro fisico con il 31enne che ha allontanato e immobilizzato il 27enne, deceduto poco dopo. 

La vittima avrebbe - secondo la ricostruzione dell'Ansa - sbattuto la testa sul marciapiede ed è caduta durante la colluttazione.

"E' una bravissima persona, vive a Bitritto e non ha mai avuto alcun problema del genere in passato". Sono le parole del sindaco di Bitritto (Bari), Pino Giulitto, parla del 31enne titolare di un bar che è stato fermato questa mattina in seguito alla morte del 27enne Giovanni Palazzotto con cui avrebbe litigato poco prima.

Il corpo della vittima è stato trovato davanti al bar. "Conosco questa persona - prosegue il primo cittadino parlando del 31enne - e so che è un ragazzo perbene. Sono arrivato sul posto in tarda mattinata, quando mi hanno allertato. Non conosco la vittima, non è di Bitritto, ma sembra essere di Loseto", quartiere di Bari.

"Sul caso - conclude - indagano i carabinieri della compagnia di Modugno, che stanno cercando di capire se il ragazzo sia morto a causa di un malore o di una colluttazione".

Posta un commento

1 Commenti

  1. I casi sono così suddivisi: in provincia di Bari 384, nella provincia Bat 105, in quella di Brindisi 134, in quella di Foggia 145, nel Leccese 387 9apps

    RispondiElimina