F1, GP Germania: Rosberg conquista la pole ad Hockenheim. Hamilton sbatte in Q1, partirà 15°



di Piero Ladisa – Quella che sta per terminare sarà una settimana da ricordare per Nico Rosberg. Dapprima il matrimonio con Vivian Sibold, successivamente il rinnovo pluriennale con la Mercedes e infine la pole position ottenuta ad Hockenheim davanti ai suoi connazionali. Senza dimenticare la conquista della Coppa del Mondo da parte della Germania, omaggiata dallo stesso Rosberg con un casco celebrativo.

Per rendere eccezionale una settimana a dir poco fantastica servirà la cosiddetta 'ciliegina sulla torta': la vittoria nella corsa di casa. Nonostante la pole, Nico ha patito emotivamente l’appuntamento casalingo. Lo dimostrano i due 'lunghi' in Q1. La prima manche ha mietuto una vittima eccellente, nonché l’unico pilota che poteva impensierire seriamente il leader del Mondiale. Stiamo parlando di Lewis Hamilton. L’inglese ha perso il controllo della sua monoposto andando a sbattere violentemente contro le barriere alla curva Sachs, nel tratto del Motodrom. A determinare l’incidente, che ha costretto i commissari ad interrompere momentaneamente la sessione, è stato un problema ai freni, come affermato dal responsabile Mercedes Toto Wolf: "Lewis sta bene, è stato un problema a un disco. È un po’ arrabbiato in vista della gara e un po’ scocciato per la botta". E dunque, la gara di domani si preannuncia in salita per Hamilton che partirà solamente dall’ottava fila (15°). Dopo Zeltweg e Silverstone, il campione del mondo 2008 è chiamato alla terza rincorsa stagionale per non perdere punti importanti in ottica iridata.

Subito dietro Rosberg ci sono Vallteri Bottas (a soli due decimi dalla pole) e Felipe Massa, a dimostrazione della competitività espressa dalla Williams sul tracciato tedesco. Accanto al brasiliano scatterà Kevin Magnussen. In terza fila ci sono le due Red Bull, con Daniel Ricciardo nuovamente davanti a Sebastian Vettel. Soltanto settimo Fernando Alonso. Kimi Raikkonen, invece, è stato eliminato in Q2 (12°). Completano la Top Ten Daniil Kvyat, Nico Hulkenberg e Sergio Perez.



- GRIGLIA DI PARTENZA GP GERMANIA 2014 -


1a Fila1. Nico Rosberg 1’16”540
Mercedes
2. Valtteri Bottas 1’16”759
Williams
2a Fila3. Felipe Massa 1’17”078
Williams
4. Kevin Magnussen 1’17”214
McLaren
3a Fila5. Daniel Ricciardo 1’17”273
Red Bull
6. Sebastian Vettel 1’17”577
Red Bull
4a Fila7. Fernando Alonso 1’17”649
Ferrari
8. Daniil Kvyat 1’17”965
Toro Rosso
5a Fila9. Nico Hulkenberg 1’18”014
Force India
10. Sergio Perez 1’18”035
Force India
6a Fila11. Jenson Button 1’18”285
McLaren
12. Kimi Raikkonen 1’18”273
Ferrari
7a Fila13. Jean-Eric Vergne 1’18”285
Toro Rosso
14. Romain Grosjean 1’18”983
Lotus
8a Fila15. Lewis Hamilton No Time
Mercedes
16. Adrian Sutil 1’19”142
Sauber
9° Fila17. Esteban Gutierrez 1’18”787*
Sauber
18. Jules Bianchi 1’19”676
Marussia
10a Fila19. Pastor Maldonado 1’20”195
Lotus
20. Kamui Kobayashi 1’20”408
Caterham
11a Fila21. Max Chilton 1’20”489
Marussia
22. Marcus Ericsson No Time**
Caterham

*Gutierrez 3 posizioni di penalità per l’incidente con Maldonado a Silverstone
**Ericsson senza tempo entro il 107% nelle libere, necessita di permesso per partecipare al Gran Premio



Posta un commento

0 Commenti