VINO DiVINO. Nino Negri, un'eccellenza italiana in una terra fantastica, la Valtellina

di AUGUSTO MARINO SANFELICE DI BAGNOLI - Nino Negri è sicuramente un fiore all'occhiello delle aziende vitivinicole italiane, il territorio di estensione dei vitigni aziendali è la Valtellina, terra di mezzo compresa tra il lago di Como e le impetuose Alpi Retiche.

La catena montuosa protegge dal gelido freddo del nord la valle, mentre i vigneti sono esposti al sole dall'alba al tramonto. Queste particolari condizioni pedoclimatiche, unite ad un'attenzione maniacale sia dei processi di produzione in cantina che di quelli in campo aperto, hanno fatto sì che l'azienda raggiungesse livelli altissimi in termini di qualità. I territori di produzione sono quattro, Grumello, Sassella, Inferno e Valgella e danno il nome alle varie tipologie di vini prodotte.

NOME: Sassella Valtellina Superiore docg
AZIENDA PRODUTTRICE: Nino Negri
VITIGNO: Nebbiolo (Chiavennasca) 100%
GRADAZIONE ALCOLICA: 13%
ANNATA: Vendemmia 2012
CATEGORIA DI PREZZO:10-15€
VISTA: Di un bel rosso ramato, penetrabile con la vista.

NOTE OLFATTIVE: Toni caldi ricordano il cuoio, il tabacco, la sella di cavallo sudata, il frutto si fa denso, carico e maturo richiamando alla nostra memoria la mora e il mirtillo, sul finire note erbacee e toni d'alloro invitano ad un gustoso assaggio il fortunato avventore. 
GUSTO: Ingresso avvolgente e corposo, ottimo peso, tannino sottile e raffinato. In bocca il frutto è nettamente più maturo e marcato nel farsi riconoscere, more e mirtilli confermano un' esatta corrispondenza aromatica con l'esame olfattivo. Sul finale note speziate ricordano il pimento e lasciano spazio ad una lunghissima persistenza.
ABBINAMENTI: Ho deciso di abbinare quest'ottimo vino ad un piatto che sicuramente farà discutere per l'abbinamento eccentrico,  crepes taleggio noci e ciliegie confit.

Crepe taleggio noci e ciliegie confit
Ingredienti per 4 persone:

Per le crepes:
3 uova medie
250 g farina 00
500 ml latte
50 g di burro
1 pizzico di sale

Per il ripieno e la gratinatura
500 g di ciliegie denocciolate
300 g di taleggio
150 g di noci
50 g di zucchero a velo
un pizzico di cannella
50 g di burro
50 g di parmigiano reggiano

Per le crepes:

Fate fondere il burro in un pentolino a fuoco dolce e quando sarà fuso lasciatelo intiepidire. Intanto in una ciotola piuttosto capiente versate le uova e sbattetele con una frusta, unite il latte e amalgamate bene gli ingredienti aggiungendo un pizzico di sale alla fine. Setacciate la farina direttamente nell'impasto precedentemente creato, aggiungete alla fine il burro fuso in precedenza.

Mescolate bene con una frusta fino ad ottenere un composto liscio e vellutato. Cuocete le crepes in una padella antiaderente.

Per il ripieno:

Cotte le crepes prepariamo il ripieno, stendiamo le ciliegie denocciolate in una teglia da forno precedentemente rivestita con carta forno, cospargiamole di zucchero a velo, aggiungiamo la cannella e qualche erbetta aromatica a piacere (menta, timo, alloro), cuociamole nel forno per circa 1 h e 30 min ad una temperatura non superiore ai 90°- 100°. Tagliamo a cubetti il taleggio ed uniamolo alle ciliegie e alle noci, riempiamo le crepes con l'impasto appena creato, posizionate le crepes in una teglia da forno, cospargete le stesse con burro fuso, parmigiano reggiano grattugiato e noci sbriciolate. Lasciate cuocere circa 12 minuti nel forno a 160 modalità grill. Servitele ancora fumanti e sorprendete i vostri commensali con un dolce non dolce, lasciandoli letteralmente a bocca aperta.

Per informazioni e se volete far recensire un vostro vino, contattatemi su facebook sulle pagine @vinodivinoo @chefsanfelice

Nessun commento

Posta un commento

© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo