VINO DiVINO. Nonna Cecca nell'Olimpo dei Primitivi pugliesi

di AUGUSTO MARINO SANFELICE DI BAGNOLI - Ci sono vini che suscitano emozioni, richiamano alla mente ricordi di casa, il sole liquido della Puglia si chiama Primitivo, vino che nelle mani sapienti dell'azienda Fabiana diventa intenso, corposo ed elegante guadagnandosi un posto nell'Olimpo dei migliori primitivi di Puglia.

Scopriamo insieme quest'ottimo vino che esprime al meglio la rubiconda gioiosità di noi pugliesi.

NOME: Nonna Cecca
AZIENDA PRODUTTRICE:  Azienda Agricola Fabiana
VITIGNO: Primitivo 100%
GRADAZIONE ALCOLICA: 14,5%
ANNATA: 2012
CATEGORIA DI PREZZO:20-25€
VISTA:  Luminoso, color rosso veneziano a tratti impenetrabile tendente al granato.
NOTE OLFATTIVE: Intenso e fruttato, note di prugna tendenzialmente passita solleticano le narici, richiamandoci dolci ricordi di fichi mandorlati, carrube e pasticceria natalizia, sul finale tocchi di vanigliati si mescolano intensamente e fave di cacao tostate  che invitano ad un corposo e consistente assaggio.
GUSTO: Corposo, avvolgente e armonico di ottimo peso e calore. In bocca il fruttato esplode in mille sfaccettature di frutta fresca e passita, more prugne mandorle, la dolcezza è delicata e mai invadente, il tannino è fine, la persistenza lunghissima gli aromi retronasali fantastici.

ABBINAMENTI: Ho deciso di abbinare quest'ottimo vino ad un piatto tipico domenicale pugliese la braciola di cavallo al ragù , in ogni caso il vino è ottimo da solo come vino da meditazione.

Ingredienti per 4 persone:
4 fette di muscolo di cavallo
100 g di lardo di maiale
120 g di pecorino
4 spicchi d'aglio
1 cipolla
1 cipolla
1 l di passata di pomodoro
 ½ bicchiere di Nonna Cecca,
peperoncino, sale, pepe, prezzemolo, olio evo q.b.

Stendete le fette di cavallo su un tagliere di legno, salate e pepate a piacere. Dividete il lardo e il pecorino in 4 cubettoni e metteteli al centro della fetta di carne. Aggiungete del peperoncino a piacere e uno spicchio d'aglio per ogni braciola (se vi piace) e un ciuffo di prezzemolo, chiudete la braciola arrotolandola su se stessa e bloccandola con degli stuzzicadenti o del filo alimentare. Preparate un soffritto con olio evo e cipolla tritata finemente, lasciate appassire la cipolla ed aggiungete le braciole stando attenti a non farle aprire nella pentola, lasciatele cuocere su tutti i lati e sfumate con il mezzo bicchiere di Nonna Cecca, dopo aver fatto evaporare il vino rosso aggiungete  la passata di pomodoro (meglio se fatta in casa) salate e lasciate cuocere lentamente per circa 5/6 ore. Potete utilizzare il ragù per condire la vostra pasta fatta in casa.

Per informazioni e se volete far recensire un vostro vino, contattatemi su facebook sulle pagine @vinodivinoo @chefsanfelice

Nessun commento

Posta un commento

© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo