Header Ads

Trump al Congresso: "Stop a stupide guerre politiche"


WASHINGTON - "Basta con stupide guerre politiche e con queste indagini ridicole e di parte. No alla vendetta e alla resistenza, bisogna scegliere la strada della grandezza". E' il messaggio del presidente statunitense Donald Trump al Congresso. I democratici, dopo aver riconquistato la maggioranza alla Camera, evocano scenari da impeachment e così il presidente americano nel discorso sullo stato dell'Unione avverte come è proprio questa caccia alle streghe che rischia di bloccare il Paese. Gli Stati Uniti, invece, secondo Trump hanno bisogno di pacificazione.

Di tutt'altro avviso la speaker della Camera Nancy Pelosi, che durante il discorso del presidente alza gli occhi al cielo e lancia espressioni che non lasciano presagire nulla di buono.

L'appello di Trump non la convince, come non convince l'ala democratica dell'Aula della Camera dove spicca la macchia delle parlamentari donne vestite tutte di bianco, in segno di solidarietà per i diritti di genere. "La mia agenda non è un'agenda repubblicana o democratica - afferma Trump - ma è l'agenda del popolo americano. E insieme possiamo spezzare decenni di stallo politico, superare le vecchie divisioni, curare le vecchie ferite, costruire nuove coalizioni, forgiare nuove soluzioni e sbloccare il futuro dell'America. La decisione è solo nelle nostre mani".