Header Ads

Conte incontra von der Leyen: "Patto su migranti e crescita"


ROMA - Il premier Giuseppe Conte, dopo l'ok alla fiducia al Senato, ha incontrato oggi a Bruxelles la von Der Leyen e i presidenti uscenti ed entranti della Commissione (Juncker e von der Leyen), e del Consiglio (Tusk e Michel).

"L'Italia oggi è più forte, e con il nuovo Governo intendiamo svolgere un ruolo di primo piano in questa fase di rinnovamento dell'Unione europea. La mia determinazione è massima e confido di poter riscontrare un elevato grado di convergenza con la nuova Commissione europea". Così il premier Giuseppe Conte, su fb.



"Subito al lavoro: oggi sarò a Bruxelles dove si prospetta una giornata fitta di incontri con i vertici delle Istituzioni comunitarie. In Ue non abbiamo tempo da perdere, ritengo sia prioritario accelerare per raggiungere 3 obiettivi fondamentali e per l'Italia e gli interessi degli italiani: la modifica del Patto di stabilità a favore della crescita, il superamento del Regolamento di Dublino, un regime interventi straordinari che favoriscano la crescita e lo sviluppo del nostro Mezzogiorno", ha aggiunto Conte.


Giornata di incontri istituzionali per il premier. Incassata la fiducia anche al Senato, non senza un nuovo scontro con Salvini, sarà oggi a Bruxelles per una serie di colloqui, da von der Leyen a Juncker, mentre a Roma l'attenzione è sulla nomina di 42 sottosegretari in un clima non proprio disteso.

Sarà "una Commissione che farà quello che dice. Guidata con determinazione, concentrata su questioni chiave e capace di dare risposte". E' la promessa di Ursula von der Leyen all'Europa, nel giorno della presentazione della sua squadra, la più rosa della storia comunitaria, attenta a equilibri geografici e politici, e con Paolo Gentiloni, il primo italiano all'Economia, a cui affida anche il ruolo di "affrontare i debiti alti".