Header Ads

Giunta approva la Newco presentata da Aqp. Laricchia (M5S): “Emiliano vuole privatizzarlo”

BARI - “Emiliano ha definitivamente buttato giù la maschera, confermando di fatto il suo intento di privatizzare l’AQP. Senza il minimo rispetto sia per la volontà popolare chiaramente emersa con il referendum del 2011 che per il Consiglio regionale, non essendo mai venuto in Commissione, nonostante la richiesta di audizione da noi depositata subito dopo la presentazione della Newco da parte di Acquedotto Pugliese. Lui che in aula aveva dato a noi dei bugiardi e parlato di AQP come di una società autonoma le cui decisioni non dovevano passare dalla Giunta, ha ancora una volta smentito se stesso, approvando proprio in Giunta la delibera che dà il via libera alla Newco  per servizi di progettazione, realizzazione e gestione delle opere idrauliche per il recupero delle perdite della rete. Un passaggio in Giunta che, come avevamo sottolineato, era necessario, con la conseguenza che la costituzione della Newco poteva essere bloccata". Lo dichiara la consigliera del M5S Antonella Laricchia.

“Progettazione, realizzazione e gestione delle reti - continua la pentastellata - sono compiti delegati dallo Stato alla Regione, che in coincidenza della campagna elettorale Emiliano decide di sottrarre alla società a controllo pubblico e di affidare ai privati, non essendo riuscito a raggiungere l’obiettivo che si era prefisso in questa legislatura, ovvero trasformare AQP in una multiutility. Noi continuiamo a sollecitare l’audizione sua e del Presidente Di Cagno Abbrescia, che ha presentato a tutti questo progetto tranne ai consiglieri regionali, forse temendo la nostra ferma opposizione e intraprenderemo tutte le azioni necessarie per impedire l’ingresso dei privati in AQP”.