Header Ads

Conte: "Il consiglio Ue di domani si annuncia complesso"

ROMA - Si sono tenute a Palazzo Madama le comunicazioni del premier Giuseppe Conte in vista del consiglio Ue. "Il Parlamento non esiterebbe a bocciare un bilancio Ue inadeguato sulla svolta verde e sugli altri temi all'ordine del giorno", ha dichiarato Conte, intervenendo al Senato alla vigilia del Consiglio europeo.

"L'Italia è perfettamente consapevole di essere parte della casa comune europea ma non siamo disposti ad accettare in nome di una rapida conclusione del negoziato un bilancio insufficiente per le esigenze dei nostri cittadini. Sarebbe una sconfitta non tanto contabile, ma politica".

"Rispetto all'ambizione rilevata nel programma della commissione europea" guidata da Ursula von der Leyen, nella proposta Michel sul quadro finanziario pluriennale "resta poca traccia".

"Quello di domani si presenta come un vertice complesso e complicato per il fatto che la proposta non rispetta le aspettative di dotare il bilancio Ue di strumenti innovativi", sottolinea Conte. "La proposta che il presidente Michel ha fatto circolare il 15 febbraio apporta alcuni, lievi, avanzamenti rispetto alla proposta fatta durante la presidenza finlandese" ma "resta comunque inadeguata" rispetto agli obiettivi dell'Unione, dice il premier.