Header Ads

Diritto Internazionale Umanitario e Diritti Umani

(Pixabay)
VINCENZO NICOLA CASULLI - Le differenze tra Diritto Umanitario e Diritti Umani sono così schematizzabili:

a. mentre il diritto internazionale dei conflitti armati tutela principalmente due categorie ben definite di persone, ossia i civili ed i militari usciti dal conflitto, i diritti umani, invece,si applicano a qualsiasi individuo, senza alcuna restrizione o eccezione;
b. mentre all’interno del diritto internazionale umanitario vige il principio dell’extraterritorialità, ossia lo stesso si applica ovunque vi sia un conflitto armato internazionale o internazionalizzato, nel caso dei Diritti Umani, invece, gli stessi devono essere garantiti dallo Stato a tutti gli individui che si trovano all’interno del suo territorio o di qualsiasi altro territorio sul quale detto Stato esercita la sua giurisdizione;
c. infine,  mentre il diritto umanitario è applicabile solo in tempi di guerra, i Diritti Umani vanno garantiti tanto in tempo di guerra che di pace.

Il punto di incontro tra i predetti diritti deve individuarsi nel fatto che tanto il Diritto Umanitario, quanto i Diritti Umani, hanno come scopo primario quello di tutelare i diritti fondamentali e, perciò, inderogabili dell’uomo. Differentemente dai Diritti Umani, tuttavia, il Diritto Umanitario ha il particolare scopo di predisporre strumenti normativi adatti a far sì che anche all’interno di contesti particolari, quali i conflitti armati, ove le azioni di guerra sono spesso necessarie, questo non comporti un sacrificio dei diritti inviolabili dell’uomo, ad eccezione del caso in cui detto sacrificio è, oltre che legittimo, strettamente necessario e rappresenta l'unico mezzo di raggiungimento della pace rappresentando, così, il Diritto Umanitario il ruolo di Lex Specialis rispetto ai Diritti Umani.