Header Ads

Salvini in piazza: "Costruire un percorso che porti l'Italia lontano"

(credits: Matteo Salvini Fb)
ROMA - Il centrodestra festeggia la Festa della Repubblica scendendo in piazza in manifestazioni simboliche contro il governo in oltre 70 città italiane per dare voce a quella che l'opposizione definisce "Italia che non si arrende", colpita dagli effetti del Covid e che fa fatica a ripartire. Centro di tutte le piazze è simbolicamente a Roma, a Piazza del Popolo con i tre leader, Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani. Esposto durante la manifestazione un tricolore lungo 500 metri.

"Capisco la voglia e la rabbia, ma dobbiamo costruire un percorso che porti l'Italia lontano senza dover aspettare aiuti esterni che tanto non arrivano. Ora dobbiamo trasformare queste proposte in emendamenti da suggerire al governo". Lo dichiara il segretario della Lega, Matteo Salvini, a margine della manifestazione del centrodestra a piazza de Popolo.

"Siamo qui - prosegue Salvini - a nome degli italiani dimenticati in questi mesi e discriminati, c'è un pregiudizio nei confronti del privato, lavoratori autonomi e liberi professionisti, invece non ci possono essere lavoratori italiani dimenticati".

"Sono felicissima che con questa manifestazione la sinistra abbia scoperto che il 2 giugno è anche la nostra festa e abbiamo il diritto di manifestare anche noi in sicurezza. Stiamo facendo del nostro meglio per metterla in sicurezza ma vi segnalo che anche quando hanno fatto la manifestazione del 25 aprile non era in sicurezza". Così la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, a margine della manifestazione del centrodestra a Piazza del Popolo e lungo Via del Corso, seguita da centinaia di persone che non hanno rispettato la distanza di sicurezza.

"Per noi c'e' sempre una buona scusa per non manifestare mai. Ma il centrodestra esiste e farà le sue manifestazioni".