Header Ads

Terrore nei cieli giapponesi, esplode il motore di un Boeing

TOKYO - Attimi di terrore nei cieli del Giappone per l'esplosione di un motore in volo su un aereo della compagnia Japan Airlines. Il 4 dicembre 2020, il velivolo, un Boeing 777-200 con registrazione JA8978, con a bordo 178 passeggeri compresi 11 membri dell'equipaggio, era partito dall'aeroporto Naha, capoluogo dell’isola di Okinawa diretto a Tokyo è stato costretto a tornare indietro all’aeroporto di partenza. Un'intensa esplosione è stata avvertita sul volo JL904 dal motore numero 1 Pratt e Whitney dopo venti minuti di decollo. 

A circa 14.000 piedi (4267 metri circa), i piloti hanno interrotto la loro ascesa e si sono diretti a Naha, atterrando in sicurezza 30 minuti dopo. Sia l'equipaggio che i passeggeri hanno riferito di essere in buona salute. Il motore sinistro dell'aereo è andato in pezzi e i detriti delle pale hanno danneggiato la cappottatura del motore causando il distacco. 

Sulla vicenda indagano sia la magistratura che l'ente dell'aviazione civile giapponese, mentre la compagnia ha fatto sapere che l'aereo era stato costruito nel 1997 e di recente era stato regolarmente ispezionato. 23,5 anni fa è stato consegnato a Japan Air System, prima di essere trasferito nell'aprile 2004 alla Japan Airlines Domestic e nell'ottobre 2006 alla Japan Airlines. Alcuni immagini e filmati diventati virali, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”sono apparsi sui social media.