Header Ads

20 febbraio '88, Italia-Urss 4-1 a Bari

(credits: Wikipedia)
NICOLA ZUCCARO -
Bari, sabato 20 febbraio 1988 - sabato 20 febbraio 2021. Sono trascorsi 33 anni da quel pomeriggio soleggiato di fine inverno nel quale l'Italia sconfigge l'Urss per 4-1 allo Stadio della Vittoria. Gli azzurri selezionati dal compianto CT Azeglio Vicini affrontano i futuri vice-Campioni d'Europa per un severo test di preparazione agli Europei che si sarebbero disputati 4 mesi più tardi nella Germania Ovest.

A confermare la durezza e lo spessore dell'avversario è la potente punizione calciata dal libero Litovchenko che, sorprendendo Zenga al 18', firma l'1-1 e risponde al rigore realizzato al 7' da Franco Baresi per l'1-0 dell'Italia. Essa, sostenuta dal numeroso pubblico presente sugli spalti, dilaga sui sovietici con Gianluca Vialli. Due suoi bolidi in corsa al 30' e al 35' tramortiscono la difesa avversaria per il temporaneo 3-1.

Nella ripresa, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, è Bergomi all'86' a mettere il sigillo sulla vittoria azzurra. E con questo quarto successo consecutivo nello stadio prossimo alla pensione che Bari ebbe l'onore di ospitare per l'ultima volta in territorio italiano, dopo il 3-1 del 14 dicembre 1947 sulla Cecoslovacchia, l'1-0 sul Belgio del 16 gennaio 1955 ed il 3-0 alla Grecia del 5 ottobre 1983, un confronto fra Italia e Unione Sovietica.