Header Ads

3.9 milioni di italiani giocano d’azzardo, ma il passatempo top sono i viaggi


Il gioco d’azzardo è ancora oggi in Italia uno dei passatempi più diffusi. Dal lotto alle scommesse sportive, dal poker online alle slot machine online, dalle sale bingo ai gratta e vinci: il gambling è una costante presenza nella vita di un’intera nazione. È un’industria sempre in crescita, quella del gioco pubblico, malgrado il 2020 e anche il primo trimestre del 2021 siano stati scanditi da perditi costante e quotidiane, soprattutto per il settore del gioco terrestre. La filera sta chiedendo a gran voce sgravi fiscali e riaperture misurate e controllate per poter dar ossigeno ai quasi 150 milia lavoratori che rischiano di perdere il proprio lavoro, ma il governo non ha ancora preso decisioni in merito.

Fortunatamente l’online tiene botta: si stima che il settore del gambling raggiungerà al termine del 2021 un fatturato maggiore rispetto al 2020.

Gli italiani continuano a giocare e non vi hanno rinunciato. Anzi, probabilmente online si gioca di più ed è per questo motivo che l’intera filiera si sta adoperando per individuare sistemi per monitorare i comportamenti pericolosi per la salute psico-fisica del giocatore, una mission in perfetta liena con i protocolli attuali del Gioco Responsabile

L’indagine condotta dall’istituto di ricerca mUp Research, pubblicata recentemente nella sezione blog di TopBonusItalia, ha stabilito che il gioco è ancora prioritario per gli italiani. L’8.8% del campione intervistato ha inserito il gioco d’azzardo tra le spese irrinunciabili.  

Non erano considerate nel sondaggio le spese necessarie alla sopravvivenza, l’analisi si soffermava solo su spese secondarie. Si tratta di 3.9 milioni di italiani che hanno dato risposta affermativa: il gioco è presente in varie forme nella vita ma in modo irrinunciabile. Le percentuali più alte sono state registrate da viaggi (10 milioni), il “passatempo” preferito di tutti gli italiani. Nella classifica, sul podio, vi sono le spese per strumenti tecnologici (9,6 milioni) e le sigarette (9,2).

Il gioco d’azzardo non è assolutamente una priorità ma resta lo svago di milioni di italiani, uno svago presente in grande scala nella vita di un’intera nazione. Il boom è dovuto al traino delle scommesse sportive, da sempre grande passione di chi segue il calcio e gli altri sport, e alla popolarità di slot machine e vlt terrestri. Il successo di tale giochi si ripercuote anche nella versione online, che negli ultimi anni ha ridotto il gap a livello di raccolta rispetto al gioco fisico.

Questa indagine dimostra come il gioco sia radicato nella nostra società, malgrado sia ancora un tema che divide in due parti l’opinione pubblica e i governi.