Visualizzazione post con etichetta Economia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Economia. Mostra tutti i post

Google, Trump ancora contro l'Ue: si approfitta di noi

"Ve lo avevo detto!. L'Unione Europea ha dato uno schiaffo da cinque miliardi di dollari a una delle nostre grandi società, Google'': l'Ue ''si è veramente approfittata degli Stati Uniti, ma non per molto". A twittarlo il presidente statunitense Donald Trump.

Il 18 luglio la Commissione europea ha multato il colosso dei motori di ricerca per 4,3 miliardi di euro per abuso di posizione dominante sul sistama operativo Android. Ha 90 giorni di tempo per mettersi in regola.

Intanto il ceo Sundar Pichai promette battaglia: "Faremo appello".

Piazza Affari apre piatta: -0,01%

MILANO - Piazza affari apre piatta (-0,03%) con l'indice Ftse Mib a 21.969 punti.

Dl Dignità, Confindustria all'attacco: va corretto

Il dl Dignità continua a non piacere a Confindustria. Il decreto "pur perseguendo obiettivi condivisibili" rende "più incerto e imprevedibile il quadro delle regole" per le imprese "disincentivando gli investimenti e limitando la crescita". A sottolinearlo il dg di Confindustria Marcella Panucci in audizione alla Camera.

Per le imprese occorre "evitare brusche retromarce sui processi di riforma avviati" e vanno approvati "alcuni correttivi", che intervengano sulle causali per i contratti a termine e sulle norme ora "punitive e poco chiare" sulle delocalizzazioni.

Il ritorno delle causali, esponendo le imprese "all'imprevedibilità di un'eventuale contenzioso, finisce nei fatti per limitare a 12 mesi la durata ordinaria del contratto a tempo determinato, generando potenziali effetti negativi sull'occupazione oltre quelli stimati nella Relazione tecnica al decreto (in cui si fa riferimento a un abbassamento della durata da 36 a 24 mesi)", ha evidenziato Panucci in audizione sul Dl Dignità chiedendo modifiche ad una disciplina ''pregiudizievole'' per il mercato del lavoro.


DI MAIO: "DA CONFINDUSTRIA TERRORISMO PSICOLOGICO" - "Confindustria oggi dice che con il Decreto Dignità ci saranno meno posti di lavoro. Sono gli stessi che gridavano alla catastrofe se avesse vinto il no al Referendum, poi sappiamo come è finita. Sappiamo come finirà anche in questo caso. Non possiamo più fidarci di chi cerca di fare terrorismo psicologico per impedirci di cambiare".
E' quanto afferma il vice premier, Luigi Di Maio in un post su Facebook e Instagram nel quale afferma che ''siamo dalla parte dei cittadini e non faremo nessun passo indietro:. stateci vicino!"

Alitalia, Toninelli: tornerà compagnia di bandiera

ROMA - "L'italianità è un punto fondamentale nel futuro" di Alitalia e nel contempo emergono "i danni straordinari" compiuti da manager spesso dipinti come molto efficienti. A dichiararlo il ministro Danilo Toninelli a RaiNews 24 aggiungendo che "torneremo a farla diventare compagnia di bandiera con il 51% in capo all'Italia e con un partner che la faccia volare".

Piazza Affari apre in rialzo dello 0,37%

MILANO - Apre in rialzo la Borsa di Milano. L'indice Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in rialzo dello 0,37% a 22.055 punti.

Auto: in Europa vendite +5,1%

ROMA - Si chiude in positivo il mese di giugno per il mercato europeo dell'auto. Le immatricolazioni nei 28 Paesi dell'Unione Europea e dell'Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) sono state 1.618.985, il 5,1% in più rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Nei primi sei mesi dell'anno sono state vendute 8.695.785 auto, il 2,8% in più sull'analogo periodo 2017. I dati sono dell'Acea, l'Associazione europea dei costruttori d'auto.

Il gruppo Fca ha venduto a giugno, nell'Europa dei 28 più i Paesi dell'Efta, 104.102 auto, il 2,6% in meno dello stesso mese dello scorso anno. La quota scende dal 6,9% al 6,4%. Riduce il calo delle vendite del Gruppo il marchio Jeep, che con oltre 16 mila registrazioni aumenta le vendite del 72,1%

Obiettivo Cina: la Puglia a Pechino per attirare turisti cinesi

PECHINO - La Puglia turistica ha firmato ieri a Pechino un importante protocollo di intesa con il Cits, China International Service Limited, il Tour Operator di  Stato più  prestigioso  nella  Repubblica  Popolare  Cinese. Il progetto di cooperazione turistica “Italia Top Destination” con CITS e le Regioni  Calabria, Campania, Puglia e Umbria, è stato presentato durante una conferenza stampa  in Ambasciata d’Italia a Pechino. All’evento, che si è svolto alla presenza dell’Ambasciatore Ettore Sequi e della Presidente di CITS, Yu Ningning, e dei rappresentanti delle quattro Regioni interessate, hanno partecipato oltre 200 giornalisti cinesi e internazionali e operatori del settore. Per la Regione Puglia, erano presenti l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, il Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo, Aldo Patruno e un rappresentante di Pugliapromozione, Francesco Muciaccia.

Obiettivo del protocollo aumentare i flussi turistici cinesi in Puglia.  Come?  Il progetto di promozione del prodotto Puglia, per il periodo luglio 2018-marzo 2019, punta, grazie alla divulgazione dei prodotti turistici pugliesi nella rete CITS e fra i partner dell’industria turistica cinese, sulla promo-commercializzazione di pacchetti turistici per la Puglia e sull’ organizzazione di Fam trip per accrescere la conoscenza della destinazione Puglia in Cina. E naturalmente su una massiccia campagna di promozione e comunicazione sui media cinesi: Stampa, Outdoor e Web. Il progetto è finanziato dalla Regione Puglia con 500 mila euro.

“I turisti cinesi sono il motore di cambiamento più potente dell’industria del turismo mondiale. Nel 2017 la crescita del turismo internazionale cinese ha toccato gli 84 milioni di arrivi, +7% rispetto al 2016. E nel primi 6 mesi dell’anno i visti rilasciati dall’ambasciata italiana a Pechino  verso l’Italia per Turismo sono cresciuti del 30%. Siamo venuti a Pechino, nell’Anno del turismo Europa-Cina dichiarato dall’European Travel Commission, per firmare un‘ intesa con il Tour Operator di Stato più  prestigioso  nella  Repubblica  Popolare  Cinese, che organizza i viaggi di milioni di turisti cinesi;  adesso  guardano, come meta delle loro vacanze, anche all’Italia del sud , e non più solo a Milano, Firenze ,Venezia e Roma. – commenta l’Assessore Capone -  Il progetto di promozione della Puglia, ideato da CITS, mira a lanciare un  prodotto  Puglia studiato  per  i  turisti  cinesi che sono molto esigenti, hanno grande capacità di spesa – ed infatti sono in cima alla classifica dei top spender in turismo al mondo -  e cercano luoghi unici che abbiamo anche attrazioni commerciali, perché adorano il Made in Italy.

Si apre quindi una bella sfida per la Puglia in piena competizione globale ed è necessario tanto lavoro: provvederemo ad accompagnare l’accoglienza e a potenziare la formazione in modo da essere all’altezza per rispondere alle loro esigenze: si, perché i turisti cinesi non vengono in Puglia con uno schiocco di dita! La sfida allora consiste nell’attrarre in Puglia turisti cinesi che ricercano esclusività, arte e cultura. E saranno indubbi i benefici e i vantaggi  per l’economia e il lavoro in Puglia, anche per artigianato e commercio. Un percorso che Pugliapromozione sta perseguendo grazie al Piano strategico del turismo della Regione Puglia, “Puglia365”.

Per ampliare le proprie proposte di viaggio e adeguarle alla sempre più esigente clientela cinese, le Regioni Puglia, Calabria, Campania e Umbria punteranno a promuovere località meno conosciute ma che hanno molto da offrire ai turisti cinesi.

“I gusti dei turisti cinesi stanno cambiando e diventano sempre più raffinati. Non più solo turismo di gruppo, ma crescita esponenziale del turismo individuale dalla Cina verso l’Italia; non più solo tappe assai rapide nelle principali città note al pubblico cinese, ma scoperta di regioni e luoghi meno conosciuti e altrettanto straordinari”  - ha detto l’Ambasciatore Sequi -“Le Regioni qui presenti oggi, Calabria, Campania, Puglia e Umbria” - ha aggiunto Sequi - “offrono alcune tra le più complete ed autentiche esperienze che l’Italia può far vivere in termini di turismo “slow” e sostenibile. Ci auguriamo quindi che questo progetto possa contribuire a un aumento dei flussi cinesi verso le nostre straordinarie Regioni centrali e meridionali, favorendo il più possibile la diversificazione delle destinazioni turistiche all'interno del nostro Paese”. 

Borsa, Piazza affari apre invariata: +0,01%

MILANO - La Borsa di Milano apre stabile. L'indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,01% a 21.894 punti.

Piazza affari apre in rialzo: +0,43%

MILANO - Apertura in rialzo della Borsa di Milano che apre positiva nell'ultima seduta della settimana. Il Ftse Mib ha avviato gli scambi in crescita dello 0,43% a 21.882 punti.

Borsa: Piazza affari apre in rialzo dello 0,21%

MILANO - Partenza in rialzo per la Borsa di Milano. L'indice Ftse Mib ha avvito le contrattazioni in rialzo dello 0,21% a 21.753 punti.

Usa: nuove tariffe contro la Cina per 200 mld di dollari. Proteste di Pechino

(ANSA)
Nuova stretta di Washington sull'import, con l'annuncio di nuovi dazi su beni importati dalla Cina per 200 miliardi di dollari. I 200 miliardi di dollari equivalgono praticamente a tutto l'export di Pechino verso gli Usa. Le nuove misure non entreranno immediatamente in vigore ma saranno soggette ad un processo di revisione di due mesi. Il rappresentante Usa per il Commercio, Robert Lighthizer, terrà audizioni sulla lista di prodotti nel mirino dei nuovi dazi dal 20 al 23 agosto prossimi.

Solo al termine di questo iter, il presidente Donald Trump deciderà se far scattare le tariffe all'import contro la Cina dopo quelle per 34 miliardi già entrate in vigore venerdi' scorso. "Per oltre un anno l'amministrazione Trump ha pazientemente sollecitato la Cina a fermare pratiche inique, ad aprire il suo mercato e ad impegnarsi in una vera competizione di mercato", ha sottolineato Lighthizer in una nota annunciando le nuove misure.

E monta la protesa di Pechino. La Cina definisce "inaccettabile" la decisione di Trump di volere imporre nuove tariffe a duecento miliardi di di merci di importazione dalla Cina e si dice "scioccata" dalle azioni degli Stati Uniti. "Per salvaguardare gli interessi fondamentali del Paese e della popolazione, il governo cinese dovrà, come sempre, prendere le necessarie contromisure", si legge in un comunicato diffuso dal Ministero del Commercio di Pechino ai media cinesi

Patuelli: "Più Ue per l'Italia oppure rischio default"

ROMA - "La scelta strategica deve essere di partecipare maggiormente all'Unione europea impegnando di più l'Italia nelle responsabilità comuni, anche con un portafoglio economico nella prossima Commissione europea" ha dichiarato il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli, nella sua relazione all'assemblea annuale.

"Altrimenti l'economia italiana potrebbe finire nei gorghi di un nazionalismo mediterraneo molto simile a quelli sudamericani. In questa primavera, in Argentina, il tasso di sconto ha perfino raggiunto il 40%. Con la lira italiana, negli anni Ottanta, il tasso di sconto fu anche del 19%. Occorre una nuova spinta per un'Unione bancaria con regole identiche, con testi unici di diritto bancario, finanziario, fallimentare e penale dell'economia e con coerenza fra regole contabili e prudenziali. In Italia, per diminuire la pressione fiscale, si deve ridurre il debito pubblico. La Bce di Mario Draghi ha garantito assai bassi tassi che, penalizzando le banche, hanno favorito la ripresa e salvato la Repubblica nella gestione del debito pubblico il cui peso, altrimenti , sarebbe caduto fiscalmente drammaticamente sulle imprese e sulle famiglie italiane. Il peso maggiore della crisi l'hanno sostenuto le banche, compresse dalla crisi, da tassi infimi e da norme in continuo mutamento, talvolta anche da eccessi di burocratizzazione che non servono all'Europa".

Mercato immobiliare Bari, Nomisma: previsto leggero aumento compravendite nel residenziale

BARI – “Nel primo semestre il mercato residenziale barese resta ancora distante dal punto di inversione del ciclo immobiliare, con prezzi e canoni che continuano a diminuire su base semestrale e annuale”. E' quanto emerge dall’analisi del 2° osservatorio immobiliare di Nomisma 2018.

Il comparto residenziale - I sentiment degli operatori riferiscono – pur a fronte della diminuzione dei prezzi e canoni su base semestrale e annuale – un buon aumento della domanda di locazione: oltre il 55% dei nuovi contratti transitati per agenzia, infatti, si riferisce all’affitto. I contratti a libero mercato e quelli a canone concordato rappresentano la quasi totalità degli stessi (40% i primi, 42% i secondi). La motivazione prevalente per la scelta dell’affitto è la prima casa della famiglia o del singolo (quasi il 70% del mercato). La performance semestrale dei canoni sembra suggerire un progressivo avvicinamento al punto di svolta ciclica, grazie a variazioni semestrali inferiori all’1% in tutte le localizzazioni urbane. Resta ancora importante la flessione annuale media: -1,6%, che tocca il -2,3% in centro. I tempi medi di locazione risultano stabili da quattro semestri a 4 mesi mentre il rendimento medio lordo da locazione rimane stazionario su un tasso del 5,1% in linea con la media delle 13 città. Riguardo i prezzi sembra più lontano il ritorno alla crescita delle quotazioni. Prosegue infatti il trend deflattivo ancora in atto, con un lieve rimbalzo negativo rispetto al semestre precedente, che ha portato ad una variazione media annuale pari a circa -2% sia per gli immobili nuovi/ristrutturati sia per quelli usati. Gli sconti medi sul prezzo iniziale presentano forti differenze: nelle zone di pregio e il centro tornano tra i 14-15 punti percentuali e in periferia arrivano al 18%. Oltre il 70% dei contratti di acquisto riguarda la prima casa o la sostituzione della prima casa. E’ presente una quota d’investimento (15%) inferiore alla media del panel delle 13 grandi città (17%). Riguardo alle erogazioni di mutui per l’acquisto della casa Bari presenta un tasso medio di default 90 past due superiore alla media del panel, ma in linea con il totale Italia. Nel 2017 le compravendite residenziali hanno registrato il terzo aumento annuale consecutivo (pari al 15%), che dopo la flessione del 2012 (-31%) e quella del 2014 (-8%) ha riportato il mercato oltre il livello degli anni 2008-2010.

Le previsioni degli operatori per il secondo semestre 2018 prospettano, per il comparto residenziale, un volume di compravendite in leggero aumento, associato alla perdurante ma lieve diminuzione dei prezzi. Per la locazione, invece, è atteso un consistente incremento nel numero dei contratti stipulati e un leggero aumento del livello dei canoni.

Il comparto non residenziale - Il mercato non residenziale barese è ancora distante da una piena ripresa e sconta ancora il duro contraccolpo della crisi economica. Prezzi e canoni calano ancora su base sia annuale sia semestrale, seppur con intensità differenti tra i comparti uffici e negozi e tra le diverse localizzazioni urbane. Per contro, un segnale positivo dal mercato arriva con forza dai dati 2017 sulle compravendite non residenziali, che mostrano una crescita del tutto rilevante nel segmento commerciale (+59% annuo; 294 transazioni), ma anche nel terziario (+27%; 97).  Nel comparto degli uffici, l’entità della variazione semestrale media (-0,3%) dei canoni suggerisce il consolidarsi di un percorso di ripresa che potrebbe essere imminente, soprattutto nel semicentro e in periferia. Il centro rimane meno performante, a seguito di una variazione annuale rilevante, pari a -3,2%. I prezzi calano mediamente del 2,1% su base annua e del -0,8% su base semestrale. Lo sconto finale sul prezzo rimane stabile e si colloca come il divario più elevato del panel delle 13 città (circa 20 punti percentuali). I tempi medi di collocamento rimangono stabili, rispettivamente 11 mesi per la compravendita e 7 mesi per la locazione, con una variabilità di oltre 2 mesi tra centro e periferia.

Prezzi medi (-0,7% annuale) e canoni medi (-0,9% annuale) dei negozi confermano il trend discendente; un segnale positivo giunge dalle localizzazioni centrali. In centro si registra, infatti, un aumento delle quotazioni (+1,3% annuale), confermato dal dato semestrale (+0,6%), e allo stesso tempo si riscontra, coerentemente, una maggiore liquidità del mercato con tempi di vendita in diminuzione (circa 8 mesi). Qualche risultato positivo è riscontrabile anche sul versante della locazione, dove si registra una variazione positiva dei canoni in semicentro (+0,7% semestrale). I tempi medi di locazione decrescono leggermente con valori pari a 9 mesi in periferia e a 4-5 mesi in centro. Il rendimento medio annuo da locazione (7,3%) è in linea con la media delle 13 città.

Il mercato non residenziale barese - per Nomisma- nel complesso rimane estremamente distante dal punto di equilibrio; in particolare esso risulta penalizzato dalla modestissima velocità di assorbimento (il tempo di collocamento sul mercato) sia per uffici sia per negozi, risultando il mercato con i valori più elevati rispetto alle 13 città monitorate.

Borsa: Piazza affari apre in calo dello 0,77%

MILANO - Apre in rialzo la Borsa di Milano. L'indice Ftse Mib ha avvito le contrattazioni in perdita dello 0,77% a 21.888 punti.

Fondi Ue, al via il progetto PATH: nuovi itinerari turistici per scoprire la Grecia Occidentale e la Puglia

BARI - L'incontro inaugurale del progetto di cooperazione transfrontaliera P.A.T.H, “Promuovere l’Attrattività delle Aree attraverso l’escursionismo e l’introduzione di un diverso approccio turistico, si terrà l’11 e il 12 luglio a Patrasso (sede dell’Unione Regionale dei Comuni della Grecia Occidentale).

L’Unione Regionale dei Comuni della Grecia Occidentale è il principale beneficiario di questo progetto in collaborazione con un partner Greco, la Regione della Grecia Occidentale e tre partner Italiani, l’Istituto per le Tecnologie della Costruzione del Consiglio Nazionale delle Ricerche, le Riserve Naturali Regionali Orientate del Litorale Tarantino Orientale e il Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Il progetto P.A.T.H, finanziato per 863.947,63€ nell’ambito dell’Asse Prioritario 2 – Gestione Ambientale Integrata del Programma Grecia-Italia Interreg V-A, mira allo sviluppo di un quadro metodologico per la gestione di Percorsi Turistici differenziati nell’area transfrontaliera con la valorizzazione di tecnologie e pratiche avanzate che contribuiscono alla sostenibilità del turismo.

Il progetto prevede la creazione di percorsi tematici nella Grecia Occidentale e in Puglia, che offriranno ai visitatori la possibilità di scoprire bellezze naturali, zone umide, aree ricche di biodiversità e punti di interesse storico-culturale su coste, alture e montagne. I predetti percorsi saranno condivisi mediante una mappa multimediale interattiva che consentirà agli utenti finali di pianificare la propria visita in base alle proprie esigenze, accedendo a informazioni inedite su tracciati e attrazioni. Il progetto prevede anche azioni mirate per mobilitare e coinvolgere le scuole e le comunità locali nella valorizzazione dei percorsi e per informare le parti interessate (autorità locali, associazioni ambientaliste e imprese turistiche) sul nuovo strumento turistico-culturale che sarà sviluppato.

Piazza affari apre in rialzo: +0,18%

MILANO - Partenza di seduta positiva per la Borsa di Milano. L'indice Ftse Mib segna un dello %0,18% a 22.078 punti.

Conti italiani, Draghi: "Vedere dai fatti, per ora parole"

"Dobbiamo vedere i fatti prima di esprimere un giudizio, i test saranno i fatti, finora ci sono state le parole e le parole sono cambiate". Così Mario Draghi, il presidente della Bce, risponde in un'audizione all'Europarlamento a una domanda sulle linee di politica di bilancio del nuovo governo in Italia.

"La nostra fiducia sulla dinamica dell'inflazione sta anch'essa aumentando", ha aggiunto il presidente della Bce, assicurando comunque che "la fine attesa degli acquisti netti di titoli a dicembre 2018 non significa che la nostra politica monetaria cesserà di essere espansiva".

Secondo Draghi, "in questi tempi di aumentate incertezze globali, è più importante che mai che l'Europa resti unita".

Zes, Damascelli: "Da governo regionale ancora tanto disinteresse, si lavori per non perdere opportunità"

BARI - Nota del vicepresidente della IV Commissione consiliare, Domenico Damascelli di Forza Italia. "Se ne stanno interessando in molti, captando l'evidente apporto strategico di un'opportunità che potrebbe concorrere alla ripresa economica. In molti, ma non tutti, perché è altrettanto chiaro - e l'assenza di oggi in IV Commissione del presidente Emiliano lo certifica - che la Giunta regionale anche sulle Zone Economiche Speciali stia facendo melina, senza alcun passo in avanti. Sono mesi che si stigmatizza lo stallo della Regione Puglia, mentre le altre regioni hanno già inviato al Ministero i loro Piani Strategici. Era stato insediato un gruppo di lavoro, ma I risultati sono ancora sconosciuti. Dunque, si analizzi in dettaglio l’ipotesi progettuale nelle commissioni consiliari per consentire un approfondimento serio e permettere a noi consiglieri, che rappresentiamo i territori di proporre indirizzi su cui il governo regionale è latitante”.

Pmi: parte progetto Western Greece-Puglia

PATRASSO - Il kick-off meeting del progetto “egov_INNO– Servizi e strumenti di E-government delle Regioni e degli organismi regionali per il supporto ed il coordinamento degli investimenti regionali in ricerca ed innovazione”, finanziato per € 722.208,14 nell’ambito del programma INTERREGV-A Greece-Italy 2014 – 2020, si svolgerà a Patrasso il 10-11 luglio 2018, nella sala del Consiglio Regionale.

Il beneficiario capofila è il Fondo per lo Sviluppo Regionale della regione del Western Greece, mentre i partners di progetto sono l’istituto di tecnologia informatica e stampa "Diophantus" (Grecia), Innova Puglia S.p.A. e Regione Puglia Sezione Competitività e Ricerca dei sistemi produttivi.

Il principale obiettivo del progetto è quello di fornire servizi di government per il settore privato, contribuendo al miglioramento dell’utilizzo dei servizi di e-government personalizzato per le imprese (ad esempio per le start-ups innovative) proponendo applicazioni fattibili e flessibili finalizzate a migliorare la governance ed i tempi di fornitura del servizi al settore privato locale.

Grazie a questo progetto, le istituzioni regionali a supporto delle imprese sosterranno le aziende nella loro attività d’impresa e nell’utilizzazione dei fondi pubblici per gli investimenti, dando loro la possibilità di pianificare le proprie attività focalizzando gli investimenti e partecipando alla formazione delle politiche decisionali attraverso un processo di consultazione pubblica e discussioni aperte.

Per queste motivazioni, tutti i partners implementeranno tre reports di analisi dei fabbisogni per lo sviluppo di piani avanzati per servizi telematici Government to business (G2B) in Puglia e nel Western Greece. Inoltre, pianificheranno cinque seminari per la formazione delle PMI sugli strumenti elettronici sviluppati e cinque iniziative in collaborazione con i centri di ricerca ed universitari, al fine di massimizzare il risultato degli investimento.

Per maggiori informazioni: E: ptapde@ptapde.gr W: www.ptapde.gr
Regione Puglia- Joint Secretariat Communication Officer
Carmela Sfregola +39 3493916007 c.sfregola@regione.puglia.it; press@greece-italy.eu

Piazza affari apre in rialzo: +0,52%

MILANO - Parte tonica Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in rialzo dello 0,52% a 22.039 punti.