Header Ads

Terme di Santa Cesarea, Casili (M5S): “Bene il bando per la concessione, ma serve accelerare”


BARI - "Il rilancio delle Terme di Santa Cesarea è fondamentale per valorizzare le bellezze della città e potenziare ulteriormente l’offerta turistica del Salento. Serve un confronto tra le istituzioni a tutti i livelli, con un tavolo tecnico che coinvolga anche i Comuni vicini in modo da ragionare avendo una visione organica della situazione”. Così il vicepresidente del Consiglio regionale e consigliere del M5S Cristian Casili a margine delle audizioni in IV Commissione.

“Oggi il sindaco Bleve  ha parlato in audizione  - continua Casili - di ‘pietra miliare per la gestione delle Terme’ riferendosi all’accordo di programma che prevede la privatizzazione della stessa, tramite un bando in fase di redazione, che dovrebbe prevedere una concessione della durata di 80 anni.  Al concessionario che si aggiudicherà la gara sarà richiesto un anticipo di 13 milioni 700mila euro che servirà al Comune  per acquisire il pacchetto di maggioranza di Terme Spa dalla Regione, diventando così l’unico socio, con la Regione che si farebbe anche carico delle spese per il bando.

Al momento però siamo ancora in una fase puramente teorica: non sappiamo quando verrà pubblicato il bando, con una tempistica generica stimata dal sindaco in massimo due mesi, i requisiti che saranno richiesti per partecipare e ovviamente quale sarà il cronoprogramma per il rilancio. Bene i suggerimenti degli assessori Bray e Delli Noci per un bando che renda appetibile la gestione delle Terme, mettendone in risalto le potenzialità , ma ora serve accelerare. Le Terme sono un patrimonio non solo per il Salento, ma per tutta la Regione e da troppo tempo i lavoratori e gli imprenditori della zona attendono un rilancio che creerebbe ricadute positive su tutto l’indotto. Nei prossimi giorni sentirò gli assessori competenti, il sindaco e il CdA per istituire il tavolo tecnico. Seguiamo la questione da anni e non smetteremo di farlo fino a una risoluzione positiva della situazione”.