Header Ads

Gabriele Vallo play, storia di un artista dalle mille sorprese



FRANCESCO GRECO - A quasi 18 anni (è nato il 24 ottobre del 2003) ha già suonato con Patty Pravo, Gigi D’Alessio, Tony Esposito e i Dik Dik. Lo chiamano a fare le serate e intanto studia al Conservatorio. 

Chi l’ha detto che i millennials sono tutti chat e movida? C’è anche chi segue le sue passioni, si impegna con rigore e disciplina e costruisce da sé il proprio futuro.

Già a sei anni Gabriele Vallo era attratto dalla musica. Assecondato dalla famiglia, diventa allievo delle Officine Musicali di Salve, la scuola fondata da Danilo Tasco, il batterista dei “Negramaro”. Per nove anni studia chitarra classica e poi basso elettrico. “E’ li – confida mentre il padre se lo coccola con lo sguardo - che ho preso confidenza con i grandi palchi e con l’ambiente musicale”.

Nel 2017 si iscrive al Liceo Musicale di Casarano e “scopre” un terzo strumento: il contrabbasso, che definisce “bellissimo e affascinante”. Sono anni che definisce “ricchissimi di emozioni”, quelli degli incontri importanti, talvolta decisivi: il ragazzo di Santa Maria di Leuca conosce i musicisti più famosi del Salento e interagisce con loro, suonando.

E sono anche gli anni in cui ci si confronta col mondo: Gabriele partecipa ai concorsi sia con l’orchestra della scuola (nel 2019 con l’orchestra del Liceo partecipa a un evento religioso in diretta mondiale su TV2000) e sia come solista (sempre con l’amato contrabbasso). 

L’anno scorso, al concorso internazionale “Villa La Meridiana” (per contrabbasso e pianoforte), a Leuca, si piazza al secondo posto, punteggio 99/100. I concorsi servono anche per credere in sé stessi, rafforzare l’autostima.

Già da un anno, sempre come contrabbassista, fa parte dell’orchestra “Terra del Sole”, dove suonano solo maestri, eccellenti professionisti. Si cresce anche così. Esordio: 12 aprile 2020, con l’esecuzione dell’oratorio sacro, alla festa dell’Addolorata, “Una turba di gente commossa”, di Francesco Luigi Bianco (1899).      

Stesso anno, stessa orchestra, stesso strumento: 25 maggio, al Teatro Italia, per i 50 anni del Premio Barocco. Sul palco, Patty Pravo, Boomdabush, Gigi D’Alessio, Simone Cristicchi, Luisa Corna e altri personaggi del cinema, teatro, tv. 

21 luglio: alla rassegna “Magliano ti amo”, con Povia, Tony Esposito, Franco Simone (ripresa da Telerama). 7 agosto: con gli “Alla Bua” a Ugento (Lecce), una tappa della “Notte della Taranta”, un pubblico di 5mila persone.

Da settembre Gabriele è impegnato col V^ anno di liceo e allo stesso tempo col 2^ anno al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce. Non male a quasi 18 anni, e chissà cosa accadrà nei prossimi 18 e ancora i prossimi…