Header Ads

Vaccinazioni, Amati: “Obiettivo vaccinazioni settimanali Puglia 231.941 ma siamo a 98.386. Aggiornata platea sito”


BARI - “È stato aggiornato il sito Covidreport inserendo la platea degli over 40 alle prese con i richiami, la cosiddetta dose booster, platea che quindi passa da 305.806 a 877.129 pugliesi. Diventa dunque ora più che mai urgente accelerare le vaccinazioni che peraltro, nella nostra regione, vedono quasi 486mila cittadini che non hanno mai ricevuto una dose. Sulla base degli obiettivi fissati dal gen. Figliuolo, la Puglia dovrebbe attestarsi su 231.941 vaccinazioni settimanali mentre è ferma a 98.386.
Inoltre, per chi ancora ritiene che i vaccini siano inutili, la risposta arriva dal 21esimo report Inail: da un lato, si registra infatti che il settore della sanità e dell’assistenza sociale è al primo posto delle attività produttive colpite con il 65 per cento di contagi e il 22,4 per cento dei casi mortali; dall’altro che, a partire da febbraio, ossia in concomitanza con le vaccinazioni della categoria, si è osservato un significativo calo delle denunce Inail”.
Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati, commentando i dati della campagna vaccinale aggiornati alle ore 6:12 del 25 novembre 2021.
 
“Nella giornata di ieri, 24 novembre, sono state somministrate 20.224 dosi. Meno 1.793 dosi rispetto al 23 novembre, più 1.027 dosi rispetto al 22 novembre e più 19.913 dosi rispetto al 21 novembre.
Le 20.224 dosi somministrate ieri sono così suddivise: 1.868 addizionali, 16.593 richiami, 521 prime dosi, 1.221 seconde dosi e 21 a persone con pregressa infezione.
 
Le dosi addizionali somministrate sinora, cioè quelle destinate alle persone trapiantate, immunodepressi e pazienti oncologici, sono 28.198, su un totale complessivo di 155.641. Ne restano dunque da vaccinare con dose addizionale 127.443.

Le dosi di richiamo (booster) somministrate sinora, cioè quelle destinate per ora a persone ultra sessantenni e operatori sanitari, sono 235.404, su un totale complessivo di 877.129. Ne restano dunque da vaccinare con dose di richiamo 641.725.
 
I vaccinati totali con dose addizionale e richiamo sono 263.602 su un totale di 1.032.770, pari al 25,52 per cento. Ne restano da vaccinare 769.168.
 
Nella classifica nazionale della vaccinazione per dose addizionale la Puglia è in generale al diciassettesimo posto con lo 0,72 per cento. Nel dettaglio: undicesima nella fascia d’età 12-19, sedicesima nella fascia 20-29, quattordicesima nella fascia 30-39, sedicesima nella fascia 40-49, sedicesima nella fascia 50-59, diciottesima in quella 60-69 anni, diciottesima nella fascia 70-79 anni, sedicesima nella fascia 80-89 anni, decima nella fascia dai 90 anni in su.
 
Nella classifica nazionale della vaccinazione per dose di richiamo (booster) la Puglia è in generale al quattordicesimo posto con il 5,99 per cento. Nel dettaglio: quinta nella fascia d’età 12-19, quinta nella fascia 20-29, quarta nella fascia 30-39, quinta nella fascia 40-49, sesta nella fascia 50-59, nona in quella 60-69 anni, dodicesima nella fascia 70-79 anni, diciassettesima nella fascia 80-89 anni, diciottesima nella fascia dai 90 anni in su.
 
La popolazione pugliese che rientra nella fascia d’età vaccinabile contro il Covid è di 3.544.797 abitanti: di questi hanno ricevuto la prima dose l’87,11 per cento, anche la seconda l’81,26 per cento.
Sono invece 484.155 i pugliesi che non hanno ancora ricevuto alcuna dose di vaccino.
Abbiamo in giacenza 651.636 vaccini.
 
Al momento la percentuale di occupazione delle terapie intensive pugliesi è ferma al 3,7 per cento. Più nel dettaglio ci sono complessivamente 18 ricoverati in terapia intensiva su 482 posti letto disponibili. I ricoverati in area non critica sono 144 su 2745 posti letto disponibili”.

Per ulteriori informazioni consultare il portale https://www.fabianoamati.it/covidreport/home