Vino diVino: nel cuore del Salento per un rosato che sa di primavera

WALTER DENTICO - Questa settimana andiamo a degustare il Metiusco rosato dell'azienda Palamá,storica azienda della nostra regione. Innumerevoli sono i riconoscimenti ricevuti negli ultimi anni dai loro vini, che prendono vita dai vigneti situati fra Cutrofiano e Matino, immersi nel profondo territorio salentino fatto di mare sole e vento.

I vini sono ottenuti infatti da vitigni autoctoni propri del Salento, Negroamaro, Primitivo, Malvasia Nera, Malvasia Bianca e Verdeca, vinificati in purezza o in blend

Il vino viene prodotto con il classico metodo del salasso, durante le prime ore della vinificazione in rosso delle uve di Negroamaro. In seguito viene svinato e fatto maturare per 6 mesi in acciaio. Il risultato è un rosato con maggior carattere, piú corposo e da molti ritenuto come una delle migliori espressioni del Rosato da uve negroamaro ed in passato già premiato tra i migliori vini rosati dell'intero panorama nazionale

NOME: Metiusco Salento Rosato IGP
AZIENDA PRODUTTRICE: Palamá
VITIGNO: Negroamaro 100%
GRADAZIONE ALCOLICA: 13
CATEGORIA DI PREZZO: 10-17 €

VISTA: Rosa cerasuolo, vivace e limpido
OLFATTO: Al naso emergono note fruttate molto intense, che vanno dall' amarena,alle fragole ed ai frutti di bosco, e poi sentori floreali di rosa canina. Note salmastre che ci riportano in mente il cristallino mare del Salento completano il complesso quadro olfattivo
GUSTO: In bocca emerge tutta la sua personalità: buona freschezza, persistenza e intensità importanti, grande equilibrio. Il finale è morbido con un retrogusto di frutti rossi. Un vino che vi farà scoprire una nuova veste del vino in rosa

ABBINAMENTO: Abbinamento regionale con una ricetta tipicamente pugliese ovvero quella dei pomodori al forno

Posta un commento

0 Commenti