Trinitapoli, lamentele dei cittadini sull’inciviltà e maleducazione in città

 



MICHELE MININNI - Impazzano i social a Trinitapoli, troppe sono le lamentele dei cittadini sull’inciviltà e maleducazione. Purtroppo, si sta verificando di parlare di una Trinitapoli senza regole, senza rispetto per gli altri e mancanza di controllo da parte delle Istituzioni, forze dell’ordine spesso assenti e poco coinvolgenti nel tessuto cittadino. Abbiamo in passato raccontato gli schiamazzi notturni, caos ambientale ora si aggiunge l’inciviltà dei gesti di cattive consetudini di sparare fuochi in nottata senza regole. Ma come per sparare un fuoco non si deve aspettare l’autorizzazione che si presenta almeno quindici giorni prima?  Ecco alcune proteste di cittadini esasperati come Pasquale <<All'1.15 di questa notte degli incivili hanno avuto la felice idea di sparare fuochi d'artificio sotto casa nei pressi della stazione dei carabinieri terrorizzando bambini e anziani. Mi è parso di capire che stessero festeggiando un matrimonio. Se fossi il prete mi rifiuterei di celebrarlo. Questi gesti andrebbero puniti severamente!>> oppure come Michela << È davvero una cosa inaccettabile. Non si conosce educazione. Non si conoscono i limiti. Non cè rispetto in nulla. Adesso si deve persino avere paura dentro le proprie case. Io non ci sto. BASTAAA>>. Conclude Maria Giovanna <<Ridicoli...per le processioni passate non si è potuto avere la concessione per i fuochi solo illegalmente è tutto concesso?? Allora di che LEGALITA parliamo?>>

Questi atti si ripetono da anni, non è un fenomeno degli ultimi tempi. La politica trinitapolese ha fallito miseramente. Una cosa è importante quando si organizzano manifestazioni di Legalità come è avvenuto nei mesi scorsi ricordiamo che non essere soltanto uno spettacolo di serata e facciata ma di organizzare la sicurezza seriamente del nostro territorio.

Posta un commento

0 Commenti