Da Bari le proposte del Forum Cultura del Pd con Di Giorgi e Piccoli della Commissione cultura parlamentare


BARI - Lunedì 19 settembre, a Bari, alle ore 11.30, presso l’Officina degli Esordi, saranno presentate le proposte del Forum Cultura del Partito Democratico. Accanto al candidato al Senato Michele Nitti, interverranno la capogruppo in Commissione Cultura alla Camera, Rosa Maria Di Giorgi e Flavia Piccoli Nardelli, responsabile nazionale Forum Cultura, il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e il sindaco di Bari, Antonio Decaro.

“La cultura rischia di essere fanalino di coda in una campagna elettorale che insiste sulle emergenze globali drammatiche che travolgono, direttamente ed indirettamente, il destino economico e sociale delle nostre famiglie e delle nostre aziende, dichiara Michele Nitti, componente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione presso la Camera dei Deputati. In questo momento più che mai, non è possibile non considerare che la cultura è l’anima del nostro Paese. È un comparto nevralgico per la ripartenza, il rilancio e il potenziamento, che farebbe da motore di sviluppo a tutti i settori economici. Non si può prescindere da essa quando si parla di programmare il futuro delle nuove generazioni. Cultura intesa come ricerca, ma anche come creazione di immaginari e di identità. L’Italia vanta un patrimonio artistico-culturale unico al mondo che ha bisogno di essere valorizzato con risorse e normative all’avanguardia. Il Sud da questo punto di vista è un territorio molto ricco di donne e uomini talentuosi che vanno sostenuti e di iniziative che necessitano di essere sviluppate, messe in rete, sfruttando le sinergie e le opportunità fornite dal PNRR.

Su questo fronte nella scorsa legislatura il Pd ha lavorato tanto per reperire e impegnare risorse, per mettere ordine alla normativa del settore, penso che ciò non possa che essere il punto di partenza di un nuovo impegno accanto agli operatori della cultura”.

Introdurrà l’assessore comunale Paola Romano, interverranno l’on. Marco Lacarra e l’on. Paolo Lattanzio.

Posta un commento

0 Commenti