TERESA GENTILE
- Con il Patrocinio della Città di Martina Franca Assessorato alle Attività Culturali e allo Spettacolo, e della Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, il 20 maggio ha avuto luogo al Palazzo Ducale di Martina Franca, nella sala dell’ex museo delle Pianelle, l’inaugurazione dell’interessante Terza Mostra d’arte contemporanea organizzata per il Festival Internazionale delle emozioni dall’associazione ARTEmozioni arte-cultura-terapia di Lucia Torricella. Molto ammirati tutti i dipinti sia realistici che astratti da Marzia Lazzaro a Claudio Rizzo, Marcello Sinni e tutti gli altri, nessuno escluso, ognuno con il proprio stile classico o ultramoderno e con il gusto spiccato dei colori mediterranei, ricchi di emozionante energia vitale, suggestioni, solarità e mirabile professionalità, passione e fluidità espressiva. Molto ammirate le sculture (come quelle molto originali realizzate in terracotta bianca dall’artista leccese Claudio Rizzo. Ogni opera pittorica e scultorea, realizzata nel nome di Dante e Beatrice possiamo ben dire che cristallizzi intense emozioni positive provate da vari artisti, scultori prestigiosi, pittori che rileggendo personalmente la Divina Commedia, ancor oggi, come è avvenuto nel corso di 700 anni, ricorrendo a varie tecniche espressive, sono riusciti a porre in evidenza i vizi e le virtù degli uomini che restano identici pur nel mutare dei tempi e dei modi di concepire il senso da dare alla vita e al ruolo delle donne nel contesto sociale. La mostra sarà visitabile fino al prossimo 27 maggio.

Il riuscitissimo vernissage si è avvalso di motivanti interventi: Carlo Dilonardo (Assessore alle Attività Culturali, allo Spettacolo e alle politiche educative e appassionato regista teatrale) ha avuto parole di plauso per tale non semplice manifestazione che si è rivelata di carismatica valenza culturale e capace di calamitare l'attenzione di artisti e poeti anche di nazioni estere, del mondo scolastico, accademico, associativo, giovanile e artistico,  attraendo pensieri, colori, desiderio di esprimere idee di pace, giustizia, libertà, umanità per riedificare una Civiltà basata sull’amore e la pace. La presidente ARTEmozioni, Lucia Torricella, si è soffermata sui colori delle emozioni provate da Dante 700 anni orsono e da lei, da validissimi artisti e poeti di oggi e ha avuto parole di lode per il suo operoso team di lavoro, per gli ottimi interpreti dell’intermezzo narrativo-musicale diretto dalla prof. Anna Maria Pastore e composto da Sabrina Palmisano, Pierluigi Brancaccio, Marianna Ruggi e accompagnamento musicale di Carmen Gentile (violoncello) e Giulia Palagiano (flauto). La vicepresidente ARTEmozioni Gabriella Casavola ha ringraziato Lucia Torricella, la giuria letteraria e gli esperti d'arte per l’impegno profuso. Mimmo Annicchiarico (docente di storia e filosofia nei licei e uomo impegnato in modo poliedrico nella vita sociale e culturale e politica di Grottaglie l), ha sottolineato l’importanza insita nella sintonia storico-culturale e identitaria esistente tra Grottaglie (sua città natale) e Martina Franca. Ha poi ricordato come sia opportuno ricorrere a poesia, arte , musica e filosofia... per dar colore a una vita che a volte ci porta inattesi tsunami minacciosi e scuri e ha aggiunto che la poesia di Dante sia necessario leggerla con interesse e entusiasmo perché possa entrare nel cuore e comunicarci intense emozioni umane volte a esortarci a camminare con lo sguardo rivolto verso l’alto per elevarci da ogni materialismo, egoismo, violenza, voglia di potere, ideale di guerra e rapportarci alla realtà spesso crudele e far questo sempre e comunque Anna Maria Martucci ha affermato che sia opportuno riabituarci a utilizzare il nostro sguardo d’amore verso noi stessi, ogni altro e Madre Natura per poter cogliere soprattutto la bellezza, la verità, la fede, la giustizia, la positività e il fascino insito in ogni ispirazione che ci solleciti a esprimere una nostra idea di bellezza. 

Tra tali ispirazioni, ha detto il prof. Anniccchiarico c’è indubbiamente il culto delle nostre radici identitarie che ci consentono di volare oltre ogni siepe verso sempre più ampi orizzonti. La prof. Annamaria Pastore con l’entusiasmo e la profonda cultura che la caratterizza, ha delineato l’opportunità di collaborazione tra famiglie, studenti, associazioni, mondo culturale e politica perché si dia linfa vitale a un nuovo umanesimo. Si è poi avvalsa di vari riferimenti letterari e etici e in modo acuto e colto ha offerto riflessioni profonde che hanno evidenziato come ciò che attira la nostra attenzione incida nelle nostre anime la tensione al bene o al male inducendoci a compiere scelte di vita più o meno responsabili, rispettose, volte a creare e non distruggere ogni cosa bella rendendola capace di dare un senso speciale al tempo della vita. L’artista Marzia Lazzaro si è soffermata sui messaggi da lei stessa offerti grazie a una propria meravigliosa opera ispirata dalla Divina commedia e che evidenzia l’attualità della visione dantesca di quella Commedia che è stata ed è la nostra vita.

C’è stato anche un mirabile e applauditissimo intermezzo narrativo-musicale con Sabrina Palmisano, Pierluigi Brancaccio, Marianna Ruggi e ottimo accompagnamento musicale di Carmen Gentile (violoncello) e Giulia Palagiano (flauto). Da parte mia, in qualità di Coordinatrice del Salotto Culturale Internazionale Recupero ho sottolineato come ogni talento non sia altro che un seme prezioso in noi presente ma che ha bisogno d’esser coltivato con amore, umiltà, impegno e ottimo fertilizzante offerto da buone letture e tante emozioni creative, positive, artistiche, culturali simili in tutto a quella rugiada mattutina che ci  riconcilia alla vita  donandoci  pace e beatitudine in quella magica Valle nota come Itria e che ha il potere di far convivere genti di varie etnie e che in ogni epoca storica hanno  imparato a convivere in pace arricchendosi a vicenda di competenze poetiche, lavorative, artistiche e crescendo  in  amicizia, saggezza, operosità  e  umanità. Le riprese web Librinstreaming del Festival Internazionale delle Emozioni a Martina Franca sono state fatte e trasmesse dalle telecamere di ValleDitriaLiveChannel Associazione COMMUNICA. Andranno poi in #multistreaming #platform sulla pagina *Facebook #Librinstreaming sul canale YouTube e Twitch.tv di ValleDitriaLiveChannel. Sarà possibile rivederlo sul sito https://www.librinstreaming.com.

Il 23 maggio prossimo alle 9,15 si terrà l’incontro con gli studenti presso la Sala Consiliare del Palazzo Ducale. Alle 9,30 visiteranno l’interessante Mostra d’arte contemporanea dal tema “Dante e Beatrice” (ieri e oggi). Alle 10 si terrà la conferenza dal tema “La centralità della Vergine nella Divina Commedia” a cura del Dirigente scolastico, prof. Domenico Camarda. Parteciperanno a questo incontro l’assessore Carlo Dilonardo, gli studenti del Leonardo da Vinci, la prof. Cinzia Garganese, Antonia Carucci, Mariagrazia Buonfrate, gli studenti del liceo Tito Livio, le prof.sse Maria Rosaria Liuzzi e Antonella De Michele, gli studenti dell’Istituto Ettore Majorana, le prof.sse Serena Sonia Spagnoletti e Lucia Locorotondo.

Il 27 maggio alle 18,30 si terrà il Finissage con Premiazione del Concorso letterario e della Mostra pittorica da parte della Presidente dell’Associazione culturale ARTEmozioni, Lucia Torricella, della segretaria e Public Relation Anna Maria Martucci e della vicepresidente Gabriella Casavola. Seguiranno gli interventi dell’Assessore Carlo Dilonardo, della presidente ARTEmozioni Lucia Torricella, e dei componenti della Giuria: Teresa Gentile, Giulia Basile e del critico letterario ed editore Gian Carlo Lisi. Infine, il 6 giugno 2023 si terrà l’attesissima Commedia Musicale “Il saluto di Beatrice a Dante” al Piccolo Teatro Comunale “Valerio Cappelli”.