Calcio Bari: il caso Gillet, tutti lo vogliono, tutti lo cercano ma...

di Nicola Zuccaro. Da quando è partita la svendita dei pezzi, un tempo pedine del Bari prima di Conte e poi di Ventura, è diventato il calciatore più conteso da gran parte della Serie A. Stiamo scrivendo di lui, il capitano Jean Francois Gillet. Dopo aver difeso i pali biancorossi per circa 10 stagioni, è in procinto di lasciare i galletti verso una destinazione a tutt'oggi incerta, tanto da dover scatenare la corte di non poche compagini della massima serie quali Fiorentina, Bologna, Siena e, sia pure fugacemente, anche il Palermo. A questa lunga lista si aggiungeva nell'ultimo fine settimana appena trascorso anche il Torino. Nella ultracentenaria storia del sodalizio biancorosso, in attesa di conferme derivanti da opportune ricerche storiche sulla materia, non si ricorda un corteggiamento così incalzante nei riguardi di un portiere che come Gillet avrebbe tutto l'interesse di restare in Serie A.
La stagione sportiva 2011-12 sarà quella che condurrà agli Europei di Polonia e Ucraina, e Gillet punterebbe mediante un prestigioso club a giocarsi la titolarità di portiere della nazionale belga.
Per Jean Francois, considerata l'età calcisticamente avanzata di 33 anni, sarà l'ultimo treno da poter prendere per poter chiudere una carriera onorata e per certi frangenti anche soddisfacente. Ma, come recita un antico adagio, in Conclave si entra Papa e si esce Cardinale, e, nella fattispecie di Gillet, con l'imprevedibilità che il mercato calcistico riserva questo rischio c'è, al punto da sperare di non voler aggiungere al "tutti lo vogliono, tutti lo cercano" il "ma nessuno lo vuole acquistare".

Posta un commento

0 Commenti