Barocco Festival 2011: un successo corroborato dai numeri


BRINDISI. La XIV edizione del Barocco Festival è stata un successo ma non è una semplice opinione in quanto a conforto di questa valutazione ci sono i dati statistici.
Ben 79 sono stati i musicisti impegnati nei nove concerti a Mesagne, Carovigno, Ceglie Messapica, Latiano, Torre Santa Susanna e Brindisi. 90 i brani eseguiti; oltre 4.000 gli spettatori. Per una rassegna di musica antica, che sappiamo essere ovunque un fenomeno di nicchia, è certamente un traguardo assolutamente importante. L’interesse per il Festival è dimostrato dal numero dei contatti registrati sul sito web dedicato al Barocco Festival: 12.000 i click censiti. Ancor di più i contatti su facebook che sono stati 17.000.
Un successo merito certamente dell’organizzazione e del contributo fattivo delle amministrazioni comunali, provinciale e regionale e delle associazioni di categoria, degli enti e di Banca Popolare Pugliese ed Enel Green Power che hanno sponsorizzato l’evento.
Sulla scelta dei musicisti da esibire in questa edizione si è puntato subito in alto riuscendo ad ottenere in cartellone nomi importanti come, tra gli altri, il francese Christophe Coin, l’olandese Barthold Kuijken, il ravennate Stefano Montanari, l’americano Bruce Dickey, il fiammingo Liuwe Tamminga.
La novità di quest’anno è che la rassegna dedicata a Leonardo Leo è stata inserita nella
rete dei Festival di Musica Antica della Puglia, in qualità di capofila, insieme ad altri tre festival. La musica antica in terra di Brindisi si è confermata quindi come il fiore all’occhiello della programmazione pugliese andando ad ottenere il giusto riconoscimento per un Festival che nel corso degli anni è diventato sempre più importante e prestigioso. Considerazioni che dovrebbero rendere l’intera comunità brindisina ancora più orgogliosa.

Posta un commento

0 Commenti