Header Ads

Ad Ostuni arrivano 625mila euro per il progetto della Via Traiana nell'ambito dei sistemi ambientali e culturali

OSTUNI (BR). Arriva una bella notizia per la Città Bianca: la Regione Puglia, servizio beni culturali, ha approvato la concessione del finanziamento di 625mila euro per l’azione bandiera “La didattica nel SAC la Via Traiana”.
Si tratta di una delle tante azioni proposte da SAC “La Via Traiana” che comprende i comuni di Ostuni (ente capofila), Brindisi, Carovigno, Fasano, San Vito dei Normanni e Ceglie Messapica.
“Un finanziamento che premia il lavoro svolto da tutti i soggetti coinvolti in questo progetto” ha dichiarato il Sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella “come Ente capofila ci siamo impegnati tantissimo per giungere alla concessione di un finanziamento che consentirà di valorizzare le eccellenze che negli ultimi anni hanno fatto crescere il nostro territorio; non interventi strutturali, quindi, ma fruizione di beni che sono già alla portata di tutti e che aspettano solo di essere conosciuti in particolare dalle scuole”.
Per quel che riguarda l’azione Bandiera, è uno dei progetti che, per la sua valenza simbolica, portata economica, territoriale e culturale, sviluppano più direttamente la visione indicata e quindi trainano il Piano nel suo complesso, recando benefici significativi per l’intera area e per un arco temporale considerevole. Il progetto di valorizzazione e gestione integrata del SAC punta a dare forza alle diverse iniziative già avviate negli ultimi anni, al fine di addivenire al completamento dei processi di valorizzazione e gestione integrata delle risorse ambientali e culturali presenti, e ad una fruizione unitaria, qualificata e sostenibile di un territorio che ha come protagonista principale la piana degli ulivi secolari.
“Una sfida importante questa” continua il Sindaco Tanzarella “che vedrà coinvolti gli operatori dei settori culturale e ambientale, gli enti locali, gli operatori agricoli e agrituristici, custodi di un paesaggio agrario mille-nario, in un progetto comune di valorizzazione e gestione integrata delle risorse ambientali e culturali del territorio al fine di garantirne una fruizione unitaria, qualificata e sostenibile”.

Daniele Martini