Visualizzazione post con etichetta Territorio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Territorio. Mostra tutti i post

Lecce, la polizia locale punta il faro sulle auto sponsorizzate

LECCE - Automobili private allestite con banner pubblicitari per conto di società terze, nella maggior parte dei casi le stesse concessionarie di pubblicità: sul fenomeno, sempre più evidente in città a causa del crescente numero di veicoli in circolazione, punta il faro la Polizia Locale.

Nelle ultime due settimane sono stati più di venti i verbali elevati ai sensi del combinato disposto dell’art. 23 del codice della strada e dell’art. 57 del regolamento di attuazione dello stesso codice, che disciplina la pubblicità sui veicoli.

I conducenti e i proprietari di queste variopinte automobili, infatti, violano la norma che vieta espressamente la possibilità di utilizzare la carrozzeria di vetture ad uso privato per diffondere messaggi pubblicitari per conto terzi, consentendo solo la pubblicità del marchio e della ragione sociale della ditta sui mezzi aziendali.

Il servizio è conosciuto con il termine “carvertising” e promette il pagamento delle rate mensili per l’acquisto di un’automobile in cambio di sponsorizzazioni, ottenute a costi contenuti grazie alla tecnica detta del “car wrapping”, che, mediante specifiche pellicole, modifica la carrozzeria senza ricorrere alla classica verniciatura.

La Polizia Locale invita gli automobilisti a prendere atto dei limiti imposti dalla legge in tema di pubblicità sui veicoli per non incorrere nella sanzione di 422 euro prevista dal codice della strada per tale violazione. L'attività di controllo proseguirà nelle prossime settimane.

Andria, "Natale in città: quale prevenzione?"

ANDRIA - Apprendiamo, con informazione tardiva, di una riunione che si sarebbe svolta presso il commissariato di Pubblica Sicurezza di Andria lo scorso 13 dicembre. Una riunione “segreta”, a quanto pare, visto che nessuno ne è stato informato e vista l’esclusione di tutte le Associazioni di Rappresentanza di Categoria facenti parte della 3^ Consulta ma con l’ammissione al tavolo delle sole due Associazioni, di chiara matrice polisindacale, neppure facenti parte dell’Organismo Istituzionale. Così in una nota Savino Montaruli, presidente Unibat.

Al di la dei formalismi e di chi abbia potuto comunicare al neo Dirigente del Commissariato di P.S. di Andria ed alla Questura di Bari che quelle due Associazioni “privilegiate” possano rappresentare l’intero comparto, visto che la loro rappresentanza locale sia ancora tutta da dimostrare, sentiamo - prosegue - non solo di esprimere il rammarico per l’”esclusione” di tutte le altre Associazioni storiche che realmente ogni giorno sono sul campo e che rappresentano nei fatti e nei numeri il tessuto commerciale, artigianale ed imprenditoriale locale, ma per essere propositivi chiediamo quali siano stati gli interventi di prevenzione programmati in previsione dei fatidici giorni del periodo natalizio, giornata di vigilia in primis, che trasformano la città di Andria in una bolgia infernale, ai limiti della sopportazione e della convivenza sociale.

Premesso che - spiega - le “Forze” in campo non siano affatto mutate se non il normale avvicendamento alla guida di Polizia di Stato e Carabinieri, ci chiediamo: “rispetto allo scorso anno, quando la città ha subito l’umiliazione e il saccheggio da parte di soggetti che se ne sono letteralmente appropriati facendone una discarica di rifiuti a cielo aperto e il luogo simbolo del consumo di alcol e di droghe, con risse e assembramenti nei più importanti luoghi storici urbani, quali interventi preventivi si intendano attuare? Da parte nostra alcuni suggerimenti li abbiamo forniti proprio nel corso di una recente riunione nella Sala consiliare della città di Andria, convocata dagli Assessori Magliano e Matera e dove si è proprio discusso di quanto la città sia stata assalita negli anni passati con espressioni estreme di degrado e di qualunquismo generalizzato, senza alcun contrasto reale a meno che chi di dovere non ci mostri i numeri dei verbali elevati, degli arresti e delle perquisizioni eseguite. C’è stato tutto questo? Se non c’è stato spero che nel corso della “privilegiata” riunione se ne sia discusso così come spero si sia altresì discusso della gravissima situazione sicurezza ad Andria, con cittadini ed imprenditori scossi da quanto sta accadendo e dalle azioni criminose che si susseguono a catena. Rapine, furti in appartamenti ed in garage, furti di veicoli, anche commerciali ai danni di andriesi anche fuori dalla città di Andria, nelle aree vicine. Siamo certi, sono certissimo che i “privilegiati” interlocutori delle Forze dell’Ordine tutto questo lo abbiano detto e sollecitato. Dalla lettura dello scarno comunicato stampa divulgato il 15 dicembre leggiamo: “... dalla Questura hanno chiesto a tutte le associazioni di categoria di farsi portavoce di un’istanza inderogabile di rispetto delle regole e delle norme vigenti, in tema di immissioni sonore e vendita di alcolici.”

All’Illustrissimo signor Questore di Bari - incalza Montaruli - poniamo e pongo una semplice domanda. “poiché vi appellate a “tutte” le Associazioni di Categoria se tutte le Associazioni di Categoria non le avete invitate al Tavolo di concertazione presso il Commissariato di Andria? Per caso le sole due Associazioni presenti vi hanno detto di “rappresentare” tutti i 280 pubblici esercenti della città di Andria? Se vi hanno detto questo vi hanno mentito, se lo abbiate creduto avete commesso un gravissimo errore e in ogni caso: come quelle due Associazioni “privilegiate” vi hanno garantito faranno opera di sensibilizzazione verso “tutti” gli esercenti? Faranno volantinaggio, spot di sensibilizzazione in radio, tv e sui giornali? Si attiveranno porta a porta? Ad oggi non è dato saperlo, di sicuro hanno la possibilità ed il dovere di fare tutto questo visto che vivono di denaro pubblico. Chissà se di tutto questo si sia parlato nel corso della riunione “esclusiva” Chissà!. Ad ogni buon conto, da parte delle Associazioni illegittimamente “escluse” dal Tavolo istituzionale viene garantita la massima collaborazione ma di sicuro chi ha assunto impegni e non li manterrà dovrà darne conto. I “privilegi” hanno un prezzo.

Bari, quasi ultimati i lavori per l'impianto di illuminazione su strada Torre dei cani


BARI - L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, accompagnato dal presidente del Municipio III Massimiliano Spizzico, ha effettuato un sopralluogo in strada Torre dei Cani, una traversa di viale Europa, al San Paolo, dove sono in via di ultimazione i lavori per la realizzazione del nuovo impianto di pubblica illuminazione

Si tratta di un intervento atteso da anni, per il quale era stata presentata una petizione sottoscritta da oltre 150 persone tra residenti e dipendenti di diversi opifici che si affacciano sulla strada.

Strada Torre dei cani, divenuta di proprietà comunale 40 anni fa, non ha mai avuto la pubblica illuminazione: ad oggi sono stati installati 21 pali di 7 metri di altezza, sui quali la prossima settimana saranno montati corpi illuminanti a led da 90 watt ciascuno (per una potenza complessiva di 1890 watt), collegati con la pubblica illuminazione di viale Europa.

L’intervento è stato realizzato grazi ad un appalto dedicato, dell’importo di circa 60mila euro. Il nuovo impianto entrerà  in funzione prima di Natale e illuminerà un tratto di strada comunale lungo 470 metri completamente buio fino ad oggi.

Bari, arrivano le 'motodog' per le deiezioni canine

BARI - Prende il via oggi il servizio speciale di “Bari Pulita”, con lo scopo di garantire interventi mirati di pulizia e lavaggio delle strade maggiormente interessate dallo shopping natalizio, fino al 31 dicembre, dalle 22 alle 04.30, nelle zone e con le frequenze di seguito indicate: (martedì, giovedì e sabato): quadrilatero compreso tra corso Vittorio Emanuele, corso Cavour, via Andrea da Bari, piazza Moro; (lunedì): via Manzoni, via Francesco Crispi, corso Mazzini; (mercoledì): piazza Carabellese, via Carulli, via De Giosa, via Imbriani; (venerdì): quadrilatero compreso tra corso Benedetto Croce (da via Bottalico a viale Giovanni XXIII), viale Giovanni XXIII, via Giulio Petroni (da viale Giovanni XXIII a via Laterza), via Capruzzi.

Inoltre, dalle 5 alle 11.30, con l’impiego di una squadra, sono interessate dalle operazioni di pulizia, con le frequenze di seguito indicate, anche le zone più nevralgiche dei quartieri periferici e delle ex frazioni: (lunedì, mercoledì e venerdì): viale Japigia, viale Pio XII, viale Concilio Vaticano II, perimetro del mercato di Santa Scolastica; (martedì): zone centrali e zone porticcioli Palese – Santo Spirito; (giovedì): zone centrali Carbonara – Ceglie; (sabato): zone centrali e porticciolo Torre a mare.

Dalle 17 alle 20, infine, sarà effettuato un servizio di ripasso serale di spazzamento stradale e svuotamento di cestini/cestoni, fino al 31 dicembre (incluse le domeniche ma non le festività), previo l’utilizzo di 14 unità da indirizzare nelle principali strade cittadine interessate dallo shopping: una unità in corso Vittorio Emanuele (traverse sino a Piccinni – da Andrea da Bari a Cavour); una unità in corso Cavour e traverse fino a via Melo; una unità in via Melo e traverse fino a via Argiro; quattro unità in via Argiro e traverse fino a via Sparano e in via Sparano e traverse fino a via Andrea da Bari; una unità in piazza Moro – piazza Umberto e via Sparano (tratto da Umberto a Moro); una unità in piazza Mercantile e piazza del Ferrarese; una unità in via Manzoni; una unità in via Giulio Petroni e corso Benedetto Croce (da Laterza a Giovanni XXIII); tre unità sul lungomare Di Crollalanza e giardini (da Diaz a Cavour) più molo San Nicola.

Inoltre, entrano in funzione da stasera, dalle 17.30, due motodog,  che rimuovono deiezioni canine e umane. Si tratta di due motocicli 125 dotati di un’attrezzatura con cui viene aspirata la deiezione e contemporaneamente igienizzata la parte di selciato con un prodotto misto ad acqua. Sono state acquistate qualche tempo fa e ora sono state rimesse in funzione per una sperimentazione. Per il periodo di festa infatti, l’Amiu ha deciso di riutilizzarle nelle zone dello shopping e di maggior passaggio, da via Sparano, via Argiro e corso Vittorio Emanuele dalle 17 alle 20, sette giorni su sette. Successivamente, se la sperimentazione dovesse procedere secondo le aspettative, il servizio sarà programmato in altre zone della città maggiormente interessato.

“Si tratta di un altro passo avanti nell’organizzazione degli interventi forniti da Amiu – dichiara il presidente Persichella -. L’azienda sta anche riproponendo servizi già esistenti ma in una forma innovativa e senza dubbio migliorata. Ci stiamo adeguando alle esigenze e alle necessità dei cittadini con i quali l’azienda si interfaccia con impegno ogni giorno. L’utilizzo di questi nuovi strumenti non sostituisce in nessun modo i controlli che quotidianamente fanno i vigili ambientali e gli agenti di polizia locale che continueranno a sanzionare gli incivili che scambiano le strade di tutti come un luogo privato dove abbandonare qualsiasi tipo di rifiuto”.

Bari, conclusa la piantumazione di 31 alberi adulti sulla rotatoria di via Giaquinto al San Paolo


BARI - Ieri mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, accompagnato dal presidente del Municipio III Massimiliano Spizzico, ha effettuato un sopralluogo presso la rotatoria tra via Troccoli, via Granieri, via Giaquinto e via Ribeira, al quartiere San Paolo, dove sono state completate le piantumazioni di 31 alberi adulti. Si tratta di 15 esemplari di celtis australis, 12 quercus suber (quercia da sughero) e 4 allori (albero), oltre che di 200 rosmarinus prostratus. Sono stati, inoltre, potati i ligustri esistenti. Gli interventi rientrano nell’accordo quadro per la manutenzione e l’incremento del verde cittadino.

Al centro della rotatoria, nei primi mesi del nuovo anno, sarà anche attrezzata un’area ludica per bambini in modo tale da riqualificare completamente la zona.

Le operazioni concluse ieri sono il frutto di un impegno dell’amministrazione comunale preso con i residenti in occasione della scorsa Festa dell’Albero.

Polizia locale: Emiliano e Nunziante presentano la Scuola regionale


BARI - La Regione Puglia ha istituito – secondo la Legge Regionale che disciplina la Polizia Locale - la Scuola Regionale di Polizia Locale, un organismo interno posto alle dipendenze della Presidenza che ha come finalità quella di promuovere la realizzazione di un sistema permanente di formazione per l'accesso ai ruoli della polizia locale nonché per la qualificazione e l'aggiornamento professionale di tutti gli addetti.

La Scuola è stata presentata oggi nel comando della Polizia municipale di Bari intitolato al generale Nicola Marzulli dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dal vicepresidente Antonio Nunziante, dal sindaco di Bari Antonio Decaro, alla presenza del prefetto di Bari, dei vertici della Procura generale e del comandante della polizia locale di Bari. Si replicherà mercoledì prossimo a Lecce per la sede salentina. Per la Regione erano presenti il dirigente della Sezione Sicurezza del cittadino, Agostino De Paolis e il segretario generale della Presidenza, Roberto Venneri: infatti la scuola sarà incardinata nella Presidenza regionale.

“Abbiamo ritenuto – ha detto il presidente Emiliano - di sostenere tutti i 258 comuni pugliesi che hanno bisogno di dare alle loro polizie locali il massimo della formazione e a ciascun operatore il massimo della garanzia nella vita operativa quotidiana. Una buona formazione limita i conflitti con i cittadini e migliora la qualità dell’azione repressiva delle varie illegalità a cui è preposta la polizia locale. È un’operazione molto impegnativa anche dal punto di vista economico, perché non ce ne sono tante di leggi così in Italia e siamo molto orgogliosi di questo rapporto così stretto tra la Regione e i Comuni attraverso la formazione della polizia locale”.

“È una giornata molto importante – ha ribadito il vicepresidente Antonio Nunziante -  dove la Regione finalmente con il nuovo regolamento di istituzione della Scuola provvede a completare la legge del 2011, ma soprattutto ottiene un risultato: investe in professionalità per un Corpo che deve essere impegnato in altre situazioni rispetto al passato. In modo particolare, nell’applicazione della circolare del Capo dello Stato che riguarda l’utilizzo della polizia locale nell’ordine e nella sicurezza pubblica”.

La Scuola si articola in due sedi operative (Bari e Lecce) e si compone, oltre che da un coordinatore (dirigente regionale), di un responsabile per ciascuna delle sedi operative, di un comitato didattico-scientifico e di una struttura amministrativa/contabile di supporto.

I responsabili delle sedi operative di Bari e Lecce sono individuati nei Comandanti pro-tempore dei rispettivi Corpi della Polizia Locale.

La struttura amministrativa/contabile è composta da personale dipendente dell’amministrazione regionale.

I membri del comitato scientifico sono individuati tra i componenti della Commissione tecnico-consultiva, cioè dai rappresentanti dei Corpi/Servizi di Polizia Locale, dalle organizzazioni sindacali e associazioni di categoria.

Con delibera di Giunta regionale è stato adottato il Regolamento di funzionamento della Scuola che disciplina tutte le attività formative, obbligatorie e non, propedeutiche anche per gli avanzamenti di carriera degli operatori di polizia locale. Inoltre, si disciplina che l’accesso alle attività formative degli operatori di polizia locale sarà consentito esclusivamente al personale appartenente ad amministrazioni che avranno adeguato i propri ordinamenti alle normative regionali in materia di polizia locale, in particolar modo al Regolamento Regionale “Caratteristiche delle uniformi, dei distintivi di grado, dei mezzi e degli strumenti in dotazione alla polizia locale”.

Un’adeguata attività formativa degli operatori di polizia locale è per la Regione Puglia un tema di notevole interesse e sensibilità, rappresentando nel contempo, una sfida cruciale che consentirà di valorizzare la preparazione e l’aggiornamento professionale, ovvero l’esigenza di sviluppare competenze sempre più complesse ed articolate con particolar riferimento alla gestione integrata della sicurezza pubblica.

Per il 2019 la Regione Puglia stanzierà dal proprio bilancio la cifra di 400.000 euro che consentirà di organizzare fino a 55 corsi di formazione riservati agli operatori di polizia locale degli enti locali del territorio pugliese. A partire dal 2020 il contributo passerà a 300.000  euro anno.

In aggiunta, saranno destinati 250.000  euro l’anno come contribuito, riservato agli enti locali, per le spese per interventi finalizzati all’innovazione, miglioramento e potenziamento delle polizie locali, con particolare riferimento alla promozione di sinergie tra i Comandi/Servizi di Polizia Locale.

Lecce, restauro Pajaru dell'Orto Botanico: la giunta cerca i fondi per salvarlo


LECCE - La giunta comunale ha approvato su proposta dell'assessore alle Politiche urbanistiche e alla Valorizzazione del patrimonio pubblico Rita Miglietta, la domanda di finanziamento per ottenere fondi di cui alla L.R. 44/2018, da destinare alla manutenzione, al restauro conservativo e al recupero di un manufatto in pietra a secco, tradizionalmente denominato “Pajaru”, di notevole interesse paesaggistico, ma in condizioni strutturali di assoluto degrado, sito nell’area dell’Orto Botanico del Salento.

La domanda è stata presentata dal Comune quale ente avente titolo, in quanto socio e proprietario, insieme all’Università del Salento e all’Istituto per i Servizi alla Persona per l’Europa (ISPE Lecce), del patrimonio di suoli e beni immobili della Fondazione per la Gestione dell’Orto Botanico Universitario.

Il recupero di tale ricovero rurale, localizzato peraltro in una zona nevralgica e frequentata dal pubblico, costituirebbe un’iniziativa cardine dal forte valore simbolico di forte valorizzazione degli immobili e dei terreni dell’Orto Botanico, dal momento che da circa un anno e mezzo è in corso un processo di partecipazione da parte del Comune di Lecce alle attività pubbliche della Fondazione, la quale, in collaborazione con l’ass.cult. Janub, sta favorendo un cospicuo coinvolgimento di cittadini e di diversi stakeholder locali, nazionali ed internazionali.

L’eventuale approvazione della domanda in questione offrirebbe quindi alla Fondazione, grazie all’intervento dell’Amministrazione comunale, l’opportunità di riqualificare una porzione importante del paesaggio rurale periurbano, offrendo alla memoria collettiva un bene storico dal notevole interesse artigianale, culturale e paesaggistico.

Il Villaggio di San Nicola in Fiera

BARI - Dopo il grande successo di pubblico delle prime tre giornate di attività, il Villaggio di San Nicola in Fiera riapre al pubblico dal 15 al 20 dicembre. (Fiera del Levante ingresso Italo-Orientale - orari di apertura dalle 9.30 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 21.00 - accesso libero e parcheggio gratuiti)

Il Villaggio, organizzato da Nuova Fiera del Levante con il sostegno di DOK e Famila e la collaborazione dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bari, ha già visto la partecipazione di migliaia di visitatori coinvolti dall’atmosfera di gioco ed interattività attraverso cui sono passati messaggi solidali e interculturali forti. Innanzitutto quelli della gratuità e dell’accoglienza.

Il progetto infatti esalta l’enorme lavoro dei volontari del terzo settore che nei nove giorni di programmazione si comunicano attraverso le modalità a loro più congeniali, e coinvolgono il pubblico sui temi della Solidarietà, dell’Inclusione, dell’Arte, della Cultura, dell’Intercultura, delle Migrazioni, dell’Identità dei popoli, dell’Educazione al rispetto dei Diritti. I 5000 mq coperti che la Nuova Fiera del Levante ha messo a disposizione delle associazioni che hanno aderito finora all’iniziativa, sono infatti totalmente dedicati alle singole attività che – ovviamente - non hanno scopo di lucro, e gestite in autonomia. Il Villaggio di San Nicola in questa prima edizione non si presenta dunque come mercatino ma piuttosto come una magica ludoteca coperta, dove bambine e bambini naturalmente dialogano con i più grandi senza fare distinzioni di lingua, di colore o di identità. E tra le tante coccole, zucchero filato e pop corn per tutti sono un dono a cui non si può rinunciare.

Tornando ai personaggi e agli spettacoli in programma, segnaliamo alcuni eventi. Si parte sabato 15 dicembre con il meetup degli Youtuber The Frenchmole, continuando il 16 dicembre con il Coro Gospel Just a Little Soul Chorus e con Cucina Mancina per i più piccoli, il 17 e 18 dicembre si continua con La Grande Festa di Principesse e Supereroi, e l’esibizione del Circo de Il Favoloso Mondo, il 19 dicembre ci sarà poi la presentazione animata del libro di Elena Leone “Punzogino il clown e Polento”, e concludere infine con il concerto de Le Stelle di Hokuto che faranno cantare a squarciagola, ai piccoli e (soprattutto) agli adulti, le più famose sigle dei cartoni animati. 

Ovviamente non mancherà la partecipazione di San Nicola (il più fotografato di tutti), dei figuranti del Corteo Storico che gireranno per le strade del Villaggio, degli sbandieratori, dei timpanisti e dei marinai. Moltissimi i laboratori: dalla costruzione di oggetti artigianali e di addobbi natalizi, alla realizzazione di icone e opere in argilla e digitopittura. E poi tante le danze del mondo ed una divertentissima Tombola con premi a sorpresa. Il programma degli eventi è disponibile su www.fieradellevante.it.

“Il Villaggio di San Nicola” è un borgo multietnico, ludico e didattico insieme, in cui adulti e bambini hanno la possibilità di conoscere e respirare la storia di San Nicola confrontandosi con le tradizioni dei Paesi che più lo amano e lo venerano, ma anche di tutti quei popoli stranieri che il Santo Patrono di Bari ci ha insegnato ad amare e accettare. Il cibo continuerà ad essere il grande protagonista di tutte le relazioni che si costruiranno nel quartiere fieristico tra scintillanti luci di Natale, musiche meravigliose e profumi invitanti. Ad esempio, sabato 15 si degusteranno dolci tipici della tradizione rumena, albanese e barese legata a San Nicola, domenica 16 invece si mangerà ivoriano e albanese per tutta la mattinata, mentre lunedì 17 assaggeremo i prodotti tipici di Orsara di Puglia in cui San Nicola si venera fortemente.

Smart Protezione civile Puglia, convegno regionale a Barletta

BARLETTA - L’evoluzione del sistema della Protezione civile regionale, sia in ambito tecnologico che legislativo, e una panoramica sulle nuove strategie. Saranno gli argomenti al centro del convegno regionale “Smart Strategy” in programma domani 15 dicembre dalle ore 10.30, a Palazzo della Marra di Barletta, con la partecipazione del capo dipartimento nazionale della Protezione civile, Angelo Borrelli.

‘Padrone di casa’ sarà il consigliere regionale Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente della Protezione civile, che - dopo i saluti istituzionali del sindaco Cosimo Cannito e dell’assessore regionale alla Protezione civile, Antonio Nunziante - introdurrà il dibattito parlando dell’evoluzione di Smart Puglia, del supporto al sistema di Protezione civile mediante la costituzione di una task force regionale di esperti nel settore e, poi, del ruolo determinante del volontariato.

Si parlerà anche di pianificazione, prontezza operativa, emergenza, innovazione tecnologica e formazione con funzionari e dirigenti del settore. Le conclusioni della giornata, intorno alle ore 12, saranno affidate al capo dipartimento nazionale della Protezione Civile, Angelo Borrelli, e al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Bari, approvato progetto riqualificazione piazza Redentore


BARI - Su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, la giunta ha approvato oggi il progetto esecutivo per la riqualificazione delle aree poste su via Crisanzio e via Martiri d’Otranto in corrispondenza della scuola San Giovanni Bosco e dell’Istituto Salesiano Redentore.

“Nei primi mesi del 2019 - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - potremo finalmente avviare i lavori di pedonalizzazione e riqualificazioni di quello che è il cuore del quartiere Libertà, secondo il progetto esecutivo approvato oggi che risponde sia alle esigenze dei residenti sia alle richieste dei Salesiani sia ancora alle prescrizioni della Soprintendenza. Si tratta di un intervento strategico per trasformare uno spazio vissuto quotidianamente da tantissimi cittadini, soprattutto giovanissimi, per la presenza della scuola e dell’oratorio. Nelle prossime settimane procederemo con l’approvazione dei progetti esecutivi relativi ad altri spazi pubblici del Libertà, con l’obiettivo di garantire continuità nella riqualificazione che da piazza Disfida di Barletta e dall’ex Gasometro, attraverso corso Mazzini, via Ettore Fieramosca e via Dante, arriverà sino alla ex Manifattura dei Tabacchi e alla nascente piazza Redentore. Un filo conduttore che favorirà la mobilità pedonale e la socialità all’interno di un quartiere in cui la vivibilità degli spazi pubblici oggi è particolarmente sofferente. Questa trasformazione urbana si integra con le attività programmate dalla Rete civica urbana creatasi sul quartiere che favoriranno lo sviluppo di una nuova socialità e di una nuova cultura della vivibilità di quella zona di città”.

L’intervento, del valore complessivo di 1 milione 200mila euro, rientra tra le opere finanziate con il “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluoghi di provincia” (Piano periferie 2016) e ha l’obiettivo di creare, in un quartiere storicamente caratterizzato da un’alta densità abitativa e dalla carenza di aree a verde e luoghi pubblici per la socialità, nuovi spazi di aggregazione attraverso la ricucitura delle maglie urbane, l’ampliamento delle superfici di attraversamento e di sosta pedonale, il potenziamento delle aree a verde e dell’illuminazione.

Il progetto prevede la realizzazione di una grande piazza di quartiere a forma di L di circa 5000 mq attraverso la riqualificazione degli spazi urbani e la pedonalizzazione dell’intera area interessata dall’intervento. La nuova piazza del Redentore si svilupperà su un’unica superficie priva di dislivelli ed evidenzierà gli accessi alla chiesa, all’oratorio e alla scuola. Nell’ambito dei lavori saranno rimossi circa 2500 mq di asfalto, e inserita una pavimentazione in lastre di pietra locale per un totale di circa 4000 mq, saranno messi a dimora 19 nuovi alberi - 16 di canfora e 3 di pruno - mentre nuove piante di agapanthus saranno piantumate nelle aiuole. La piazza sarà dotata anche di un’area giochi per bambini di circa 500 mq, pavimentata in gomma antitrauma, di 30 panchine lineari monolitiche in conglomerato bianco, di 8 cestini portarifiuti per raccolta differenziata, 3 portabici ad arco in acciaio inox, mappe tattili per non vedenti e dissuasori per delimitare la corsia di traffic calming che sarà istituita sul tratto finale di via Crisanzio. Il marciapiede antistante i locali commerciali di via Crisanzio prospicienti la piazza sarà ampliato e rinnovato.

Previsti anche il completamento dell’impianto di pubblica illuminazione a servizio dell’area, con 37 nuovi corpi illuminanti a led ad alto risparmio energetico, e l’installazione di 11 postazioni della rete di videosorveglianza pubblica. Nel corso dell’intervento sarà realizzato l’impianto di prima pioggia per il recupero e trattamento delle acque raccolte e un impianto di irrigazione a servizio di tutte le aiuole presenti sulla piazza.

Il progetto esecutivo, che andrà in gara entro fine anno, recepisce le istanze dell’Istituto Salesiano Redentore di rinnovare e integrare al nuovo spazio urbano anche gli elementi architettonici di pertinenza della Chiesa quali la scalinata, la rampa disabili, le statue e l’illuminazione della facciata. A tal fine sarà rimossa la recinzione metallica della chiesa, esistente su via Martiri d’Otranto, e saranno posizionati corpi illuminanti a pavimento idonei ad illuminare rispettivamente il prospetto principale della Chiesa e le due statue sul sagrato.

Per consentire l’eventuale accesso dei mezzi di servizio e di emergenza davanti alla chiesa in occasione di eventi speciali, sarà collocato un dissuasore semi-automatico nel tratto di corsia a quota piazza in corrispondenza di via Martiri d’Otranto.

L’accessibilità alla piazza per le persone con limitata capacità motoria sarà garantita sia dalla realizzazione di idonee rampe in pietra poste in corrispondenza di ciascuna intersezione con la viabilità esistente sia dalla complanarità di tutta la superficie pedonalizzata.

A seguito della pedonalizzazione, saranno invertiti i sensi di marcia di via Petrelli e della attuale parallela al tratto finale di via Crisanzio, che di fatto si trasformerà nella corsia di traffic calming. Pertanto il traffico veicolare più intenso proveniente da via Brigata Bari, tramite via Libertà, e da via Crisanzio sarà direzionato verso corso Italia tramite via Petrelli: tale modifica ridurrà sensibilmente il traffico di attraversamento in direzione della stazione nei tratti finali di via Martiri d’Otranto e di corso Italia.

Per quanto concerne gli spazi destinati alla sosta delle auto per i residenti a seguito della pedonalizzazione, la larghezza della sezione stradale del tratto finale di via Martiri d’Otranto, opportunamente ridisegnata con appalti di manutenzione straordinaria strade e marciapiedi di prossima esecuzione, consentirà di recuperare tutti gli spazi di sosta persi nell’ultimo isolato di via Crisanzio.

Natale a Bari 2018 Christmas town: al via il cartellone di eventi da Carbonara e Libertà

BARI - Prende il via questa sera il cartellone di eventi del Natale 2018 Christmas town. Alle ore 17, presso la parrocchia Sant’Antonio da Padova, a Carbonara, Babbo Natale incontrerà i bambini, raccoglierà le letterine e farà fotografie con loro.

Da piazza Umberto I il divertimento sarà assicurato con la “Merry Brass Band”, la street band capace di coinvolgere il pubblico con musiche e coreografie spettacolari lungo le strade del quartiere.

Sempre alle ore 17, in piazza Risorgimento, nel quartiere Libertà, i bambini potranno incontrare Babbo Natale, consegnargli le proprie letterine e farsi fotografare insieme. Dalla stessa piazza i sedici musicisti della “Quattro x Quattro” attraverseranno le strade limitrofe con un mix di generi musicali che spaziano dal funky al jazz, dal blues al soul, assicurando un’esplosione di energia in movimento.

Comuni Ricicloni 2018: Lecce premiata

LECCE - Il rapporto di Legambiente Comuni Ricicloni 2018 premia la città di Lecce e il suo impegno nel campo della raccolta differenziata porta a porta e del contrasto all'abbandono dei rifiuti. Oggi a Bari, infatti, il sindaco Carlo Salvemini e l'assessore all'Ambiente Carlo Mignone hanno ritirato due importanti riconoscimenti. Il Comune di Lecce ha ricevuto il Premio di Seconda Categoria 2018 per aver raggiunto nei primi nove mesi del 2018 una media percentuale di raccolta differenziata superiore al 65%, in linea con l'obiettivo della normativa nazionale. A Lecce è andato anche il premio speciale Io Sono Legale, assegnato a quelle Amministrazioni che conducono un’intensa attività di contrasto al fenomeno del sacchetto selvaggio, ossia all’incivile abbandono dei rifiuti nelle campagne e nelle periferie delle città.

“Condividere con tutti i sindaci di Puglia gli esiti di questa indagine annuale ha un duplice significato: verificare che nulla di quello che accade nel tuo comune ha elementi di straordinarietà, tutti hanno gli identici problemi; avere conferma che nessun risultato può essere raggiunto occasionalmente, ma richiede tempo, energia, costanza, lavoro di squadra. Complimenti a chi ha reso possibile questo riconoscimento”, ha dichiarato il sindaco Carlo Salvemini.

“È una grande soddisfazione per tutti noi, che condividiamo con gli uffici dell'Assessorato all'Ambiente, con l'azienda incaricata della raccolta e con quanti cittadini ogni giorno si impegnano, tra le mura domestiche, a differenziare correttamente, per contribuire alla tutela dell'ambiente e ad uno smaltimento dei rifiuti che abbia sempre meno impatti negativi sulla natura – dichiara l'assessore all'Ambiente Carlo Mignone – Considero un riconoscimento speciale quello all'impegno che abbiamo profuso in quest'anno e mezzo per contrastare l'abbandono dei rifiuti per le strade e nelle campagne, associando la repressione del reato con il lavoro di recupero alla corretta contribuzione e al corretto conferimento di quanti sono stati colti in fallo dai controlli o dalle fototrappole: anche questo un lavoro che mi auguro contribuirà ad affermare la cultura del rispetto dell'ambiente e della città tra chi vive a Lecce”.

Convegno di studi ‘profili attuativi della riforma della giustizia penale’

BARI - “Profili attuativi della riforma della giustizia penale (Legge n. 103/2017)”: questo il titolo del Convegno che si svolgerà a Bari lunedì 17 dicembre alle ore 14.30 nella Sala consiliare dell’Ordine degli avvocati (6° piano del Palazzo di Giustizia in p.zza E. de Nicola).

Interverranno: Alessio Coccioli, procuratore aggiunto della Procura della Repubblica di Bari; Nicola Triggiani, professore ordinario di diritto processuale penale nell’Università di Bari “Aldo Moro”; Patrizia Dibari, vice procuratore onorario presso la Procura di Bari, autrice del volume “Guida alla riforma della giustizia penale” (Primiceri editore) che verrà presentato nel corso del convegno; Francesco Perchinunno, professore di diritto costituzionale nell’Università di Bari; Guglielmo Starace, consigliere dell’Ordine degli avvocati di Bari; Gaetano Sassanelli, presidente della Camera penale di Bari “Achille Lombardo Pijola”.

Saluti istituzionali di Giovanni Stefanì, presidente dell’Ordine degli avvocati di Bari, e di Roberto Tartaro, consigliere nazionale dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati.

A moderare i lavori, il Direttore della Scuola Forense Barese Nicola Selvaggi.     

L’incontro di studio intende fare il punto sull’attuazione della “Riforma Orlando”, varata nell’estate del 2017, e sulle prime risposte della giurisprudenza, mentre già si profilano all’orizzonte nuovi interventi di riforma del sistema processuale penale ed è particolarmente aspra la contestazione dell’Unione delle Camere penali italiane sul c.d. “disegno di legge spazzacorrotti”, soprattutto con riferimento alla previsione della sospensione della prescrizione dopo la pronuncia della sentenza di primo grado, tanto da proclamare l’astensione dalle udienze il 17 e 18 dicembre.

Agli avvocati partecipanti all’evento saranno attribuiti 3 crediti formativi.

Lecce, banchetto Unicef nel Castello Carlo V

LECCE - Un regalo per salvare una vita, un dono per il sorriso di un bambino. Sabato 15 e domenica 16 sarà possibile donare una speranza a tanti bambini del mondo che vivono condizioni di disagio sociale ed economico.

Il banchetto di Unicef Provinciale Lecce sarà presente nel Castello Carlo V di Lecce, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alla 19,30. Con un piccolo contributo – dal grande simbolo di solidarietà e fratellanza – si potranno acquistare le tradizionali #Pigotte Natalizie Unicef e gadget vari.

Natale a Bari: il programma completo degli eventi fino al 6 gennaio

BARI - Dopo la grande festa offerta da Amgas srl per l’accensione dell’albero di Natale in piazza del Ferrarese, il Natale dei baresi entra nel vivo con “Bari Christmas town”, il programma unico di iniziative organizzato dal Comune di Bari e curato da Kiasso srls, aggiudicataria del bando pubblicato dalla ripartizione Culture, che si aprirà venerdì 14 dicembre con due eventi in contemporanea, uno nel quartiere di Carbonara e l’altro a Libertà.

Alle ore 17, presso la parrocchia Sant’Antonio da Padova, a Carbonara, Babbo Natale incontrerà i bambini, raccoglierà le letterine e farà fotografie con loro. Da piazza Umberto I divertimento assicurato con la “Merry Brass Band”, la street band capace di coinvolgere il pubblico con musiche e coreografie spettacolari lungo le strade del quartiere.

Sempre alle ore 17, in piazza Risorgimento, a Libertà, i bambini potranno incontrare Babbo Natale, consegnargli le proprie letterine e farsi fotografare insieme. Dalla stessa piazza i sedici musicisti della “Quattro x Quattro” attraverseranno le strade limitrofe con un mix di generi musicali che spaziano dal funky al jazz, dal blues al soul, assicurando un’esplosione di energia in movimento.

Saranno 35 in tutto gli eventi e le iniziative del cartellone “Bari Christmas town”, di cui 30 all’interno del Villaggio di Babbo Natale e 4 itineranti per le vie dello shopping.

Il cuore del cartellone batterà, infatti, come di consueto, all’interno del Villaggio di Babbo Natale allestito in piazza Umberto: uno spazio immerso in un’atmosfera magica in cui tutti i giorni, a partire da sabato prossimo, 15 dicembre, alle ore 18, sarà possibile seguire laboratori creativi con gli Elfi di Babbo Natale, assistere a spettacoli a tema natalizio e stare insieme per respirare l’aria di festa.

Orari del Villaggio di Babbo Natale

dal 15 dicembre al 6 gennaio

·        lunedì/venerdì: dalle ore 17.00 alle 20.00
·        sabato e domenica: dalle 10.00 alle 13.00 - dalle 17.00 alle 20.00
·        lunedì 24 dicembre, lunedì 31 dicembre e sabato 5 gennaio: dalle ore 10.00 alle 16.00
·        martedì 25 dicembre e martedì 1 gennaio: dalle ore 17.00 alle 20.00

Babbo Natale riceverà le letterine dei più piccoli

·        tutti i giorni: dalle ore 18.00 alle 20.00
·        sabato e domenica: dalle ore 10.00 alle 13.00 - dalle 18.00 alle 20.00
·        lunedì 24 dicembre: dalle ore 10.00 alle 16.00

Dal 29 dicembre spazio anche alla Befana, che accoglierà i bambini in una delle casette del Villaggio a partire da sabato 29 dicembre:

·        tutti i giorni: dalle ore 18.00 alle 20.00
·        sabato e domenica: dalle ore 10.00 alle 13.00 - dalle 18.00 alle 20.00
·        lunedì 31 dicembre - sabato5 gennaio: dalle ore 10.00 alle 16.00


Di seguito il programma completo degli eventi di “Bari Christmas town”, tutti gratuiti, che animeranno il Villaggio di Babbo Natale:


Sabato 15 dicembre

Inaugurazione della Casa di Babbo Natale


ore 18.00

The Joyful Chorus - NataleBariSuona

Un coro composto da 13 coristi, dal direttore di coro e da una band (piano-basso - tromba), animato dallo spirito del gospel e del blues che da sempre li caratterizza e li fa essere unici nel loro genere.


ore 18.30 e 19.30

Live Gravity - Giocoleria

Un esilarante e delicato spettacolo di giocoleria, acrobatica, equilibrismo e clownerie, che vede come protagonista un clown alla ricerca di equilibrio, non solo fisico ma anche psichico e, forse emotivo. Il pubblico avrà il compito di guidare Mike, il protagonista, tra momenti di gioia e disperazione, successo e fallimento, voli, cadute ma soprattutto sospensioni.

ore 20.00 Concerto

Zulejka - NataleBariSuona

Violino, voce, fisarmonica, percussioni, tamburelli, ballerina con un repertorio che spazia nel tempo e nei luoghi, dalla musica del Sud Italia (pizziche, tarantelle e tammurriate) alle musiche internazionali di Grecia, Russia, Israele, Francia, Paesi Baschi, Austria, Inghilterra, Lousiana, Brasile, Irlanda, Messico. Vasto repertorio di Bal folk italiano e internazionale.


Domenica 16 dicembre

ore 10.00

Caccia al tesoro - realtà aumentata

Il gioco consiste nel ricercare, attraverso il proprio smartphone, un contenuto di realtà aumentata presente tra i diversi elementi che caratterizzano piazza Umberto. Una volta individuato, si invierà una registrazione ad un account twitter con #natalebari. Il primo video ad essere ricevuto sarà quello vincente!

ore 11.00 e 12.30

MR BIG! - Circus cabaret

Mr Big! è un eclettico artista d’oltreoceano, famoso in tutto il mondo e amato dagli spettatori dei più illustri teatri... almeno questo è quello che dice lui! Spettacolo di cabaret circense, giocoleria, equilibrismo, fuoco e clownerie immerso in un’atmosfera natalizia. Uno show ricco di sarcasmo e autoironia, costruito sulla capacità dell’artista di improvvisare le sue gag ponendo al centro dello spettacolo il suo pubblico. La tecnica circense diventa il trampolino di lancio per una comicità esilarante adatta a tutti.


Venerdì 21 dicembre

ore 18.00

Babbo Natale ammalato - Granteatrino Casa di Pulcinella

Nel bosco magico sta per accadere un importante evento: il gran raduno annuale di fate, maghi, streghe, gnomi ed elfi, ma… Babbo Natale (che del raduno è il presidente) è molto ammalato. Riuscirà a guarire prima del raduno?


Sabato 22 dicembre

ore 11.00 e 12.30 - Circus Cabaret

MR BIG! – Circus cabaret


Domenica 23 dicembre

ore 10.00

Caccia al tesoro - realtà aumentata

ore 11.00 e ore 18.00

Narrabot 2.0 - Granteatrino Casa di Pulcinella

Un narratore, una valigia, una storia. Sembrerebbero i giusti presupposti per una normale narrazione ma...se il narratore in realtà fosse un dispositivo di ultima generazione? “Narrabot 2.0” cattura l’attenzione dei piccoli spettatori con riferimenti attuali pur rimanendo ancorato alle antiche fiabe popolari italiane.

Ore 11.30

Quattro x Quattro - NataleBariSuona

Spazio all’energia dei fiati di questa grande street band lungo le vie dello shopping del centro cittadino.

ore 18.30

Cravattina - Bolle di sapone giganti

Un cappellaio matto travestito da Cravattina… o viceversa, ancora non si sa, condurrà grandi e piccini in un sogno incantato dove ritroverete i vostri personaggi preferiti. Un insolito Pinocchio, con un semplice tocco di magia, si trasforma non solo in un bambino ma anche in uno stupito e abile giocoliere! Una storia d’amore con un insolito partner farà sognare e divertire Cravattina e il suo pubblico con una grande fantasia di bolle.


Lunedì 24 dicembre

ore 11.00 e 12.30

Live Gravity - Giocoleria

ore 12.00

Justx - NataleBariSuona

Tributo alla musica dance/house anni 90/2000. I Justx nascono nel marzo 2012 e con loro nasce una rivoluzione. La rivoluzione delle sonorità House, per la prima volta realizzate interamente dal vivo, si rivela un successo, uno stile musicale ben definito che vede tra gli artisti rivisitati e propostiBob Sinclair, David Guetta, Moloko, Antony Romeno, Spiller e Jamie Lewis.

Torna anche quest’anno “Scappati di casa”, l’evento dedicato a tuti i baresi che vivono altrove e che tornano in città per le feste di Natale. Il tradizionale raduno si terrà al Riva Club in via Fiume.


Giovedì 27 dicembre

ore 11.00 e 18.00

Il principe e il povero - Granteatrino Casa di Pulcinella

Liberamente tratto dal grande classico della letteratura di Mark Twain, il Principe Edoardo e il povero Tom si incontrano e, stanchi della loro vita e molto simili nell’aspetto fisico, si scambiano i “ruoli”. Di qui tutta una serie di avventure da cui, alla fine, usciranno migliorati e sapranno rivelare la loro vera natura. Un allestimento giocoso in cui un narratore/attore interagirà con gli spettatori per coinvolgerli nelle vicende e per dialogare con i burattini protagonisti della storia.


Venerdì 28 dicembre

ore 11.00 e 18.00

Pulcinella - Granteatrino Casa di Pulcinella

È Pulcinella il protagonista dello spettacolo, che riesce a coinvolgere grandi e piccini in un rapporto diretto e creativo. In questo caso Pulcinella, la maschera più celebre e più famelica del mondo, è alle prese con i suoi eterni avversari. Così in una strada che è anche piazza il nostro eroe incontra prima un cane, poi un prepotente. E così via: uno scheletro, un giudice, un cappuccino e un boia.

ore 18.30 e 19.30

Dely De Marzo - fire show

Performance dai toni in stile “circo nero” e dalle musiche dark cabaret e folk. Spettacolo di fuoco grottesco e intrigante che gioca sull’interazione diretta con il pubblico. Un connubio tra la classica figura paradossale e bizzarra in stile felliniana e la più rappresentativa e seriosa arte della focolerie internazionale, esibizione unica nel suo stile, con diverse evoluzioni di controllo e manipolazione dell’elemento, passando da fontane di fuoco, pioggia di gocce infuocate, scintille strabilianti ai più classici numeri di mangia fuoco e sputa fuoco.


Sabato 29 dicembre

ore 18.00

Inaugurazione della Casa della Befana

Dal 29 al 5 gennaio, all’interno del Villaggio, ci sarà una figurante della Befana, dai tratti dolci e simpatici. Il giorno dell’inaugurazione la Befana darà un dolce dono a tutti i bimbi che andranno a trovarla, mentre nei restanti giorni accoglierà i bambini che le consegneranno la letterina e farà foto con loro.

ore 18.00

The Joyful Chorus - NataleBariSuona


Domenica 30 dicembre

ore 10.00

Caccia al tesoro - realtà aumentata

ore 11.00 e ore 18.00

Hansel & Gretel - Granteatrino casa di Pulcinella

La Compagnia Granteatrino porta in scena una delle più celebri favole dei fratelli Grimm e lo fa con il suo caratteristico stile, coniugando la classica storia con l’allegria dei burattini in baracca e l’inconfondibile segno dell’illustratrice Nicoletta Costa.

ore 19

Mustacchi Bross - NataleBariSuona

La street band nasce da un’idea dei fratelli Mario e Francesco Caramia, musicisti figli d’arte, con esperienze musicali in diversi ambiti. Creare una piccola marching band in grado di suonare standard jazz, swing e dixieland, senza trascurare classici della musica italiana, rivisitati e adattati a un combo che prevede ottoni, banjo e percussioni. Il risultato è un divertente mix di generi, in cui la voce “filtrata” dal megafono e gli interventi corali di tutti i musicisti rendono lo show assolutamente godibile. Per le vie dello shopping.


Lunedì 31 dicembre

ore 11.00 e 12.30

Live Gravity - Giocoleria


Martedì 1 gennaio

ore 18.00 e 19.30

Dely De Marzo - Fire show


Venerdì 4 gennaio

ore 11.00 e 18.00

Cenerentola - Granteatrino casa di Pulcinella

Ecco la celebre fiaba della povera figliastra Cenerentola che, vessata dalle perfide sorellastre, riesce alfine a coronare il suo sogno d’amore sposando un ricco principe. Alla celebre fiaba si affiancano il genio di Rossini e delle sue musiche trascinanti, emozionanti, attualissime e le coinvolgenti “teste di legno” della compagnia.


Sabato 5 gennaio

ore 11.00 e 18.00

Il Principe e il povero - Granteatrino casa di Pulcinella

ore 19.30 NataleBariSuona

Other Whise

Trio musicale formato da voce, piano e musicista polistrumentista. Un repertorio elegante, sobrio, raffinato che spazia dai grandi standard del jazz e della bossanova alla musica pop italiana ed internazionale. Alla voce Anna de Gennaro, al pianoforte Angelita Putignani e al violino e basso Nicola De Vito.


Domenica 6 gennaio

ore 10.00

Caccia al tesoro - realtà aumentata

ore 18.00 e 19.30

Mr Big! - Circus Cabaret

ore 20.00

Saluti alla Befana e Chiusura del Villaggio

Nella città vecchia, invece, in via Venezia e in piazza Mercantile, sono stati allestiti i mercatini natalizi che offrono oggetti d’artigianato e cibi della tradizione locale.

Nei pressi del cavallo di Ceroli, in corso Vittorio Emanuele, fino al 30 dicembre, la Casa del Welfare di Bari Social Christmas ospita laboratori, performance, feste e attività di animazione, ispirandosi ai valori di partecipazione, accoglienza e inclusione sociale, tutti i giorni, dal martedì alla domenica, dalle ore 17 alle 20, secondo il programma disponibile sul sito del Comune di Bari.

Al Pediatrico la 'Festa di Natale': ospiti le calciatrici della Pink Bari

BARI - Giovedì 13 alle ore 17 presso la Pediatria Giovanni XXIII l'Associazione Impegno 95 organizza "Festa di Natale". Ospiti la squadra femminile di serie A Pink Bari calcio, accompagnati dalla Presidente Alessandra Signorile, Mister Isabella Cardone, Responsabile alla comunicazione Malù De Giglio. Presenta Nicola Papagna con la partecipazione del gruppo della Walt Disney. Dopo i saluti del Direttore Generale Giovanni Migliore, il Presidente CCM Gaetano Balena e dalla direttrice Paola Giordano (Reparto Trambusti) sarà consegnato alla squadra le medaglie e un trofeo offerto dal Consiglio Regione Puglia, per i 30 anni del Premio Solidarietà.

Al termine le giocatrice accompagnati dalle associazioni Casambulanti di Bari responsabili Michele Giannelli, Oronzo Console e Michele Citarella, il Movimento Italiano Disabili, Residenza Casa Caterina di Adelfia responsabile medico Nicola Dellino, visiteranno i reparti offrendo doni. Per ricordare il Santo Natale i bambini emofilici dell'associazione ABCE e Arpe Teo Ripa Cristina Cassone e Ceglie Franco consegneranno ai loro compagni degenti Gesù Bambino lavorati a mano realizzati da giovani artisti. Tra gli invitati il Sindaco di Bari Antonio Decaro.

Crisi: l’UCID e la diocesi di Bari-Bitonto insieme per lo 'Sportello di ascolto'

di LUIGI LAGUARAGNELLA - E’ operativo da pochi giorni lo “Sportello di ascolto” per gli imprenditori in difficoltà. Il progetto, il cui motto “Non fatevi rubare la speranza” riprende le parole di papa Francesco, ha l’obiettivo di supportare e ascoltare i bisogni degli imprenditori che spesso lavorano in un clima di abbandono, che vivono la crisi non soltanto economica, ma gestionale rimanendo fin troppo isolati.

E’ uno strumento per entrare in una rete di professionisti che volontariamente mettono a disposizione le loro competenze: l’idea è nata dalla sezione barese dell’UCID (Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti) ed è supportata dalla Caritas della diocesi di Bari – Bitonto e dall’Ufficio diocesano Mondo Sociale e Lavoro il cui direttore Tommaso Cozzi, contattato telefonicamente dal nostro Giornale ha descritto brevemente le finalità dello sportello: “Non è rivolto soltanto ad una categoria di imprenditori con problematiche specifiche. Quello che si intende tamponare è proprio il senso di solitudine con cui convivono molti imprenditori. Attraverso le attività dello sportello è possibile mettere in rete le esperienze imprenditoriali. Spesso può essere sufficienti entrare in dialogo le persone per poter risolvere efficacemente un problema”.

Un imprenditore può avere difficoltà non solo economiche, ma soprattutto di gestione dell’azienda, del personale o burocratiche e per risolvere alcune di queste questioni può essere sufficiente entrare in relazione, avere semplici consigli. Grazie alla rete che si verrà a creare poi, lo sportello può essere un utile strumento per indirizzare gli imprenditori in base alle problematiche come per esempio l’usura alla Fondazione antiusura attiva in città. Cozzi, infatti, dice: “L’esperienza è nata proprio da un artigiano che aveva problemi gestionali e trovando dei suoi colleghi, è riuscito ad avere utili indicazioni. Lo sportello, quindi, sarà, molto un importante punto di incontro, di dialogo e di ascolto. Alcuni problemi possono essere risolti con il confronto.”

Un altro aspetto che lo sportello tiene in considerazione è la tutela della privacy che molti imprenditori intendono mantenere.

Le modalità di approccio sono il sito internet www.ascoltoimprenditorisos.wordpress.com nel quale è presente un form per inviare un messaggio anche anonimo, scrivendo direttamente all’indirizzo ascoltoimprenditorisos@gmail.com o chiamando il numero di cellulare 375-5287850 e lasciando un messaggio in segreteria per essere richiamati. Inoltre è disponibile un “angolo” per i colloqui e le consulenze presso il dormitorio don Vito Diana. Cozzi sottolinea la volontà degli imprenditori che vogliono mantenere l’anonimato: “Il dialogo all’interno dello sportello sarà importante per superare il muro della paura. Non sono pochi i casi in cui molti di loro provano un senso di vergogna per le loro difficoltà”.

I volontari dell’Ucid sono professionisti di diversi settori e per questo sportello sono stati formati adeguatamente anche da uno psicologo del lavoro.

Lo “Sportello di ascolto” è stato presentato nei primi giorni di dicembre nella chiesa di San Giacomo alla presenza dell’Arcivescovo Mons. Francesco Cacucci.

Bari, pubblicato il nuovo avviso per il baratto amministrativo

BARI - Su proposta dell’assessore al Bilancio, la giunta comunale ha approvato le aree di intervento  nell’ambito delle quali si perfezionerà il “baratto amministrativo”, in ossequio a quanto espressamente previsto dal “Regolamento Comunale sul Baratto Amministrativo” approvato qualche mese fa in consiglio.

Il nuovo bando è stato pubblicato, con la relativa modulistica, sul sito istituzionale del Comune di Bari.

Con il concetto di “baratto amministrativo” si introduce la possibilità di applicare la disciplina del regolamento, in base alla quale, a fronte del riconoscimento di una riduzione, esenzione e/o pagamento del tributo annuale di competenza, il cittadino offre all’ente, e quindi alla comunità, una prestazione di pubblica utilità, integrando in via sussidiaria il servizio già svolto direttamente dall’ente. Tale possibilità è concessa a cittadini singoli o associati secondo forme stabili e giuridicamente riconosciute, titolari di una propria distinta posizione tributaria per un importo annuale non inferiore a € 80 (invece dei 300 previsti nella fase di precedente sperimentazione), limitatamente all’annualità di competenza in cui il baratto viene proposto.

Con questo provvedimento quindi si definiscono i termini del bando e la modulistica che permetterà ai cittadini di accedere al “baratto amministrativo” per attività afferenti la tipologia di tributo e/o entrata extratributaria individuato/a tal fine

Per le annualità 2018 e 2019, quindi, l’Amministrazione Comunale con questo bando intende individuare le seguenti aree di intervento:

a)     la pulizia, il decoro del verde pubblico e dei giardini nell’ambito del territorio comunale;

b)     cura e recupero dei beni comuni, ivi compresa la manutenzione delle aule e/o delle palestre degli edifici scolastici di competenza comunale (es. pitturazione, lavori di piccola manutenzione, ecc.).

A tal fine, a fronte delle attività da svolgere da parte dei soggetti/cittadini proponenti, sempre che sussistano i presupposti e requisiti previsti sono state stabilite le entrate comunali oggetto di “baratto amministrativo” per le annualità 2018 e 2019:

1)     i tributi comunali TARI, IMU, Imposta sulla Pubblicità e TOSAP,  in relazione agli interventi afferenti la pulizia, il decoro del verde pubblico e dei giardini nell’ambito del territorio comunale, cura e recupero dei beni comuni, ivi compresa la manutenzione delle aule e/o delle palestre degli edifici scolastici di competenza comunale nonché qualsiasi ulteriore intervento di cui all’art.4 dello stesso Regolamento;

2)     i corrispettivi rivenienti dai servizi di asili nido, refezione e trasporto scolastico in relazione ai soli interventi di manutenzione e pulizia degli edifici scolastici e degli edifici connessi (palestre scolastiche e altro);

3)     corrispettivi rivenienti dalla gestione lampade votive in relazione ad interventi di manutenzione e pulizia dei cimiteri urbani e delle aree verdi in essi comprese e/o collegate;

L’art. 12 del Regolamento Comunale sul Baratto Amministrativo stabilisce altresì che  Comune di Bari assicura la tutela della dignità di ogni cittadino durante l’esecuzione della prestazione oggetto del “Baratto Amministrativo”, avendo cura di far sì che l’attività stessa sia svolta dal cittadino in forma privata, non identificabile e/o suscettibile di possibile discriminazione alcuna.


"Con l'adozione del nuovo bando e con la rivisitazione della modulistica da parte del direttore della Ripartizione Tributi, - spiega l’assessore D’Adamo – saremo in grado di offrire ai cittadini baresi, che vivono un momento di difficoltà, un’opportunità concreta per mettersi in regola con la propria situazione contributiva in maniera alternativa al pagamento dell’imposta, e ciò anche per importi più esigui rispetto al passato. In questo modo si instaura una sorta di patto tra cittadini e amministrazione nella logica della sussidiarietà virtuosa che assicura ad entrambi i soggetti coinvolti il rispetto dei propri doveri con un risultato positivo per la collettività che viene risarcita, rispetto alla mancata entrata fiscale, con la cura di un bene pubblico di cui è fruitore. In questi mesi abbiamo lavorato ad alcune modifiche rispetto a questo provvedimento in modo da renderlo effettivamente uno strumento utile per i cittadini e al tempo stesso una risorsa per l’amministrazione. Abbiamo lavorato anche sulla tutela della privacy delle persone che sceglieranno di aderire a questa formula affinché questa misura non sia mai motivo di discriminazione e pregiudizi”.

“La nuova formula del baratto amministrativo che proporremo ai cittadini sarà aperto anche alle attività commerciali baresi– spiega l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone-. In questi mesi ci siamo interrogati su quali strumenti potessero aiutare i commercianti baresi alle prese con le spese e gli impegni quotidiani e crediamo il baratto amministrativo possa rappresentare una opportunità importante per loro. Facendo squadra, potranno sostenere un progetto di “baratto” che garantirà loro di avere una sgravio sulle imposte e allo stesso tempo migliorare i luoghi e le condizioni in cui lavorano. I commercianti di una determinata zona, in quanto cittadini baresi, potranno proporre la "presa in cura” di nuovo verde cittadino nell'ambito della stessa zona in cambio di uno sconto sulla Tari o decidere di allestire una strada con le luminarie, nei periodi di festa come quello che ci accingiamo a vivere e vedersi ridurre l’imposta di occupazione di suolo pubblico e via discorrendo. Questo è un modo per sostenere il commercio di prossimità e allo stesso tempo stimolare le attività a fare squadra, creando tante piccole comunità commerciali che si mettono insieme per un obiettivo condiviso”

Tali attività, a sostegno dei cittadini, del commercio barese e del miglioramento della vivibilità della città stessa, saranno rese nel limite delle previsioni di bilancio, attualmente quantificate in € 20.000 annuali. L’ importo, però, potrà essere incrementato da parte dell'Amministrazione Comunale al fine di soddisfare nuove ed  ulteriori esigenze che dovessero essere rappresentate dai Cittadini stessi.

Altra novità, rispetto al precedente Baratto Amministrativo del 2016, è infatti rappresentata dalla circostanza che i Cittadini stessi possono questa volta direttamente proporre delle proposte di interventi e riqualificazione da sottoporre a baratto. Tali proposte saranno, in tali casi, valutate direttamente dai Municipi competenti per ambito territoriale nonchè dagli uffici competenti per materia.

La riduzione o esenzione del tributo è concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e con riferimento alle attività che annualmente l’amministrazione comunale individuerà in funzione delle linee di intervento determinate nell’ambito delle attività sussidiarie a quelle istituzionalmente rese sul territorio. Tali agevolazioni tributarie sono concesse prioritariamente a comunità di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute.

I singoli cittadini proponenti, inoltre, devono essere residenti maggiorenni e avere una propria posizione tributaria.

Nel caso in cui l’importo totale delle richieste annuali fosse superiore all’importo complessivo del “baratto amministrativo” stanziato dal Comune, la graduatoria privilegerà prioritariamente le associazioni di cittadini e i cittadini appartenenti alle fasce sociali più deboli, assegnando per questi ultimi un punteggio secondo i seguenti indicatori resi noti in occasione della pubblicazione del relativo bando:

·        valore ISEE
·        stato di disoccupazione
·        regime di cassa integrazione
·        nuclei familiari (con 3 o più figli minori a carico)
·        nuclei monogenitoriali (con minori a carico)
·        nuclei familiari con persone a carico con problemi di disabilità (psichica e motoria)
·        beneficiari di interventi di sostegno sociali (sussidi, benefici economici, ecc.)
·        malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato una riduzione del reddito.

A Martina Franca la 'Città dei Balocchi'


MARTINA FRANCA (TA) - A ridosso delle festività natalizie, il comune di Martina Franca è pronto a trasformarsi in una vera e propria “Città dei Balocchi”, giocosa festa di luci e colori animata dalla presenza di artisti di strada che metteranno piede nel centro storico martinese dal 14 al 16 dicembre 2018.

La prima serata vedrà gli occhi puntati sulla performance escandescente di Dely De Marzo, un autentico maestro delle fiamme, da cui ci si lascerà estasiare a colpi di fontane di fuoco, pioggia di gocce infuocate, scintille strabilianti. È invece un artista della magia e del cabaret Lillo Birillo, che regalerà momenti di svago e divertimento, come farà la bella Fiocchettina nel suo laboratorio-spettacolo di bolle di sapone ottenute da qualsiasi materiale da riciclo. Unici nella loro stravaganza i musicisti della Elfo Band, pronti a far risuonare per le strade i tormentoni natalizi più belli di tutti i tempi.

Se non avete mai assistito ad uno spettacolo di lettura animata sui trampoli, allora è il caso di non lasciarsi sfuggire le Favole altoparlanti, che cattureranno l’attenzione dei più piccoli, concedendo il bis nella serata del 15.

Saranno presenti nei primi due giorni anche gli artisti della Compagnia Teste di Legno che, venerdì 14 terranno un laboratorio per costruire simpatici personaggi in gommapiuma, mentre sabato 15 daranno vita ad uno straordinario spettacolo di marionette, rendendo protagonisti proprio i bambini. Spazio all’arte in ogni sua forma e sfumatura, con un’affascinante esibizione di “Action painting”: particolare stile di pittura che riconosce all’artista una certa libertà nello sprigionare la propria energie, emozioni e sensazioni, lanciando sulla tela il colore che, gocciolando spontaneamente, andrà a creare le figure tipiche dell’espressionismo astratto. A chiudere il quadro della seconda serata, lo show Quasimusicale di Stefano

Bitetto, alias Mr. Santini, in cui si mescolano numeri di giocoleria, equilibrismo a gags musicali.

Domenica 16 dicembre i visitatori si sposteranno sulla via dello shopping martinese, accolti, a ritmo di rumba e Nuevo flamenco dal chitarrista barese Roby Otel, e a colpi di jazz dal duo chitarra-sax, formato da Michele Santoro e Laura Donatone, con un repertorio che spazia dai tanghi alla musica gitana, passando per lo swing e brani strumentali da loro composti. Tutt’altra musica risuonerà con il gruppo dei Bandarisciò che, a bordò di un risciò, abbracceranno sonorità da tutto il mondo, dai Balcani e dalle tradizioni Klezmer, passando dal Centro e Sud America, fino a toccare la canzone d’autore italiana. Le bolle di sapone torneranno a fluttuare nel cielo, questa volta nello spettacolo Babù Babbles…bolle senza tempo, mentre un’acrobata si esibirà in un numero di aerial silk, dando vita a figure artistiche sospese a mezz’aria, tra splendidi tessuti. Bolas, corde e bastoni accesi riscalderanno l’atmosfera in un imperdibile Fire Show dai contorni ardenti, e l’incantevole magia di Mago Maraldo lascerà tutti senza fiato, grazie al suo innato talento da prestigiatore.

Nel corso dell’intero weekend sarà, inoltre, possibile ammirare da vicino la grande slitta di Babbo Natale, con cavalli, pony ed elfi al seguito.

La città dei Balocchi si avvale del Patrocinio del Comune di Martina Franca ed è organizzata dall’Associazione Smile di Manuel Manfuso, realtà affermata nel territorio pugliese che può contare su un team di artisti professionisti e di alto livello.

Il 14 Dicembre è anche il Christmas Jumper Day di Save the Children, il giorno in cui si indossano buffi maglioni natalizi e si regala un sorriso a tanti bambini. I visitatori sono quindi invitati a partecipare sfoggiando un maglione e accessori a tema natalizio, scattando una foto e condividendola sui social con l'hashtag #christmasjumperday. Sarà questa una bella occasione per raccogliere donazioni a favore di Save the Children e donare un futuro a tanti bambini, in Italia e nel mondo."

LA CITTÀ DEI BALOCCHI a MARTINA FRANCA (TA)
14 - 15 dicembre 2018 - centro storico
16 dicembre 2018 - vie dello shopping - Via Taranto, Corso Messapia, Viale della Libertà
evento patrocinato dal Comune di Martina Franca
info: Manuel Manfuso 324.8679062

Cara Bari: sopralluogo di Abaterusso e una delegazione dell’Arci

BARI - Il Presidente del Gruppo consiliare LeU/I Progressisti Ernesto Abaterusso ha effettuato questa mattina, accompagnato da una delegazione dell’Arci, un sopralluogo al centro C.A.R.A. di Bari Palese che ospita oggi circa 700 immigrati.

“Ho sentito l’esigenza, nel giorno in cui ricorre la giornata mondiale per i diritti umani, di fare questa visita per toccare con mano le condizioni in cui vengono accolti gli immigrati nel nostro paese. Ho trovato davanti a me gente che lavora bene e che dimostra ogni giorno come si può rispondere a questo dramma con umanità. Ciò nonostante abbiamo appreso che nella struttura, che ospita oggi quasi 700 richiedenti asilo, la maggior parte dei quali provenienti dalla Nigeria, sono presenti 20 nuclei familiari, tutti con bambini piccoli o piccolissimi. Un dato che ci ha colpito molto perché, per quanto il centro sia gestito in maniera egregia, non è il luogo adeguato alla presenza e alla crescita dei minori” spiega Abaterusso.

“Abbiamo appreso – prosegue Abaterusso – che molti degli uomini e delle donne presente nella struttura provengono dai campi di concentramento libici dove hanno subito ogni tipo di violenza, di tortura. Il tutto con la complicità del governo italiano che con la Libia ha sottoscritto un accordo in nome della prevenzione dell’arrivo sulle coste europee di gente disperata”.

Per il Presidente del Gruppo LeU/I Progressisti “è inaccettabile che in un paese come l’Italia, grazie alle politiche xenofobe e razziste di Salvini e la complicità dei 5 Stelle, esseri umani vengano cacciati e abbandonati al loro destino con la certezza di diventare oggetto di imprenditori senza scrupoli”.

“Siamo – conclude Abaterusso – una nazione cresciuta con i valori della solidarietà e dell’accoglienza. Per questo motivo ho presentato una mozione in Consiglio regionale che impegna la Regione ad alzare la voce e intervenire finanziariamente a favore di queste situazioni. Sul nostro territorio nazionale non possono vigere leggi che rispediscono in mare, quando non anche a sofferenza o a morte certa, persone che hanno bisogno di aiuto e che non vengono qui in vacanza, come qualcuno vorrebbe farci credere, ma per scappare dalla guerra, dalla fame e dalla povertà e garantire un futuro migliore a sé stessi e ai propri cari”.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia