Foggia: ricostruzione post sisma provincia, Consiglio regionale licenzia ddl

FOGGIA. Unanimità in Consiglio regionale per il disegno di legge “Prosecuzione della ricostruzione post sisma 2002 nell’area della provincia di Foggia”. Il provvedimento è stato approvato con alcuni emendamenti presentati dall’assessore alla Protezione civile Fabiano Amati e subemendamenti di Rocco Palese e Leonardo Di Gioia (PdL) e di Arcangelo Sannicandro (SEL).

Il ddl conferma ai Comuni interessati la titolarità nell’attuazione delle attività già poste in essere per la realizzazione dei piani di ricostruzione post sisma sulla base dei finanziamenti assegnati dal Commissario delegato. Per la prosecuzione di queste attività gli stessi Comuni si avvalgono, dall’1 ottobre 2012 al 31 dicembre 2012, di personale esterno specificatamente contrattualizzato a tempo determinato alla data del 30 aprile 2012. Questo personale esterno potrà essere utilizzato anche da due o più comuni convenzionati tra loro. La Regione assegna ai Comuni interessati le relative risorse finanziarie in base alle disponibilità in bilancio. Viene prevista la possibilità, in caso di necessità, di avvalersi del personale già impiegato presso la Struttura commissariale “al fine di garantire il raccordo e le continuità con la precedente gestione”.

Il ddl prevede uno stanziamento di 250 mila euro per la copertura dei relativi oneri finanziari.

Qualche perplessità in ordine a eventuali problemi di costituzionalità delle legge che potrebbe invadere le competenze statali in materia, è stata espressa dai consiglieri Giuseppe Lonigro (SEL) e Giacomo Gatta (PdL). In tale ipotesi – ha detto quest’ultimo –, il provvedimento si porrebbe come atto politico per indurre il Governo nazionale ad adempiere in merito.

Posta un commento

0 Commenti