San Severo, prostituzione sul viale della stazione: Rifondazione chiede interventi

SAN SEVERO (FG) - Sempre più lucciole in attività nei pressi della stazione ferroviaria. A denunciare la situazione di degrado è il partito di Rifondazione Comunista, che ha accolto le lamentele dei residenti della zona.

“Il degrado che sta rapidamente coinvolgendo e sconvolgendo gli abitanti del viale della stazione – spiegano dalla segreteria cittadina – non può e non deve essere messo a tacere o ignorato dai nostri governanti dalle istituzioni che controllano il territorio. I residenti hanno lamentato la presenza indisturbata di meretrici che in pieno centro urbano svolgono tranquillamente la loro attività di adescamento clienti senza la benché minima preoccupazione dei passanti”. Una situazione che i residenti avrebbero segnalato anche alle istituzioni con una raccolta firme mirata a bloccare il fenomeno.

“A seguito di raccolte firme dei residenti – continuano da Rifondazione Comunista – per far cessare questo andazzo inconsueto ancora nulla è stato fatto dai politici che governano questa città. Vogliamo pertanto denunciare ad alta voce il fenomeno che si sta registrando in quell’area affinché questa situazione venga definitivamente stroncata e i nostri concittadini possano riappropriarsi del loro territorio”.

Marco Masciopinto

Posta un commento

4 Commenti

  1. Che male fanno le prostitute maggiorenni e consenzienti ed i loro clienti sulle strade, se non compiono intralcio al traffico, sporcizia e/o atti osceni sotto la vista pubblica? Basta con questa assurda "Meretriciofobia".

    RispondiElimina
  2. Compagni di Rifondazione ma non vi siete accorti che sono esseri umani?Non vi viene il dubbio che se avessero uno straccio di lavoro forse non sarebbero li? Precarie, straniere disocuppate anche clandestinizzate dalle leggi schifose. Dovreste invocare un intervento sociale e un redditto di cittadinanza, cosa state facendo??

    RispondiElimina
  3. Compagni destrosi ormai

    RispondiElimina