Consiglio regionale: certificato di agibilità, sì a dichiarazione sostitutiva

BARI - Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità le nuove disposizioni in materia di certificato di agibilità. Recependo quanto previsto dalle leggi statali, in alternativa alla domanda di rilascio del certificato di agibilità, potrà essere presentata la dichiarazione sostitutiva del direttore dei lavori o di un professionista abilitato, che attesta la conformità dell'opera al progetto e la sua agibilità, corredata dalla richiesta di accatastamento dell’edificio che il responsabile dello Sportello unico per l’edilizia (Sue) trasmette al Catasto, e dalla dichiarazione dell’impresa installatrice che attesta la conformità degli impianti alle norme di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico, barriere architettoniche. Sulle dichiarazioni di agibilità viene inoltre introdotto un sistema di controllo a campione da parte dei Comuni, che deve essere effettuato con cadenza mensile, previo sorteggio e in una quota non inferiore al 20%.

Posta un commento

0 Commenti