Header Ads

Ieri a Bari la festa degli Oratori salesiani della Puglia

BARI - Si è svolta a Bari, il 3 Luglio la festa dell'Estate Ragazzi degli Oratori Salesiani della Puglia. Colorati con la propria maglietta dell'Estate Ragazzi, da tutti gli Oratori salesiani della Puglia, accompagnati da giovani animatori volontari sono stati accolti presso l'Oratorio salesiano Redentore, dove le mamme hanno offerto la colazione. Dopo il breve saluto dell'Ispettore dei Salesiani don Pasquale Cristiani, 800 ragazzi degli Oratori salesiani di Andria, Brindisi, Cerignola (Fg), Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in colle (Ba), hanno sfilato per le vie di Bari cantano inni e bans fino alla centralissima Piazza del Ferrarese.

L'evento è stato organizzato dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con Coldiretti Puglia (unitamente a Terranostra Puglia e Campagna Amica), Fondazione Giovanni Paolo II (con il Ludobus), l'associazione "un Clown per amico" (con lo spettacolo conclusivo). La prima parte della giornata è stata caratterizzata dai giochi del Ludobus della Fondazione Giovanni Paolo II onlus e dai giochi di strada preparati dai giovani animatori dell'Oratorio Redentore.

La Croce Rossa italiana ha offerto l'assistenza medica mentre l'Acquedotto Pugliese ha dato la disponibilità per un'autobotte di acqua potabile per rinfrescare i tantissimi ragazzi.
Nel corso della mattinata si è svolta una conferenza stampa presso la vicina sala del Fortino Sant'Antonio: "Verso Expo 2015: la fame di diritti, il cibo giusto per i giovani". All'incontro hanno partecipato il Presidente e Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra di famiglia Giuseppina Limongelli, don Fabio Bellino, Delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale, don Gianpaolo Roma, Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale.

Don Francesco Preite, direttore dell’Oratorio Redentore e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale, organizzatore dell'evento, ha sottolineato: "I ragazzi hanno fame di diritti: al gioco, alla socializzazione, all'amicizia. Questa festa è la dimostrazione più bella che insieme si può costruire un futuro migliore, una società più giusta, dove al centro stanno proprio: i ragazzi. E' un bellissimo spettacolo colorato pieno di ragazzi e animatori volontari. Noi cerchiamo di fare il nostro possibile, con l'augurio che la Regione Puglia riesca a riconoscere il nostro ruolo sociale".

Alle 13,00 a tutti i piccoli partecipanti è stato offerto il pranzo dagli agriturismi aderenti a "Terranostra Puglia". Nel primo pomeriggio i convenuti hanno raggiunto la Cattedrale di Bari con un corteo festoso per i vicoli del Borgo Antico, accolti dal parroco don Franco Lanzolla. Il parroco, a nome del Vescovo di Bari e primate di Puglia, ha rivolto un saluto raccontando la storia della Cattedrale di Bari.

La preghiera preparata da don Giuseppe Ruppi e presieduta da don Fabio Bellino, delegato ispettoriale per la pastorale giovanile dei Salesiani del Sud Italia, ha avuto come momento centrale la proclamazione della lettura del Vangelo. Il brano evangelico dei 5 pani e 2 pesci, ha ispirato l'esortazione di don Fabio: «Il giovane protagonista del Vangelo, quel giorno, è andato ad ascoltare Gesù di Nazareth. La mamma gli aveva prepara una sacca con 5 pani e 2 pesci, pensando potessero bastare per una buona merenda. Ma Gesù sa che quella merenda può essere moltiplicata se il ragazzo si rende disponibile a donare. Così avviene: mettere in comune moltiplica il bene. La generosità dei ragazzi e la fiducia che gli animatori hanno nei ragazzi, fa miracoli». Don Fabio, ricordando il gesto evangelico, ha donato ad ogni rappresentante d'Oratorio un piccolo pane da condividere con gli altri.

Dopo la preghiera, la festa si è conclusa in piazza della Ferrarese, con lo spettacolo animato dall'associazione 'un Clown per amico' e la buonanotte salesiana dell'Ispettore dei Salesiani dell'Italia Meridionale, don Pasquale Cristiani che ha ribadito la necessità di continuare a donarsi per i più piccoli per costruire una società più giusta e più inclusiva.

La giornata si è conclusa, con la proclamazione dell'Oratorio vincitore della giornata, che è stato l'Oratorio di Molfetta.