LEGA PRO. Taranto-Matera 1-1 debutto col freno a mano tirato per gli jonici

di FRANCESCO LOIACONO — Debutto col freno a mano tirato per il Taranto che ha solo pareggiato per 1-1 in casa col Matera. Nel primo tempo gli jonici sono passati in vantaggio con Stendardo il quale su punizione ha superato il portiere Bifulco. I lucani hanno replicato con Strambelli la cui botta su calcio piazzato è stata ribattuta dal difensore Altobello. Ancora il regista del Matera ma il numero uno dei pugliesi gli ha negato la gioia del gol. E’ stata la volta del materano Casoli col destro, Maurantonio molto efficace nel bloccare la sfera con le mani.

La squadra di Cassia che ha sostituito in panchina lo squalificato Auteri protagonista. Botta col sinistro di Carretta, pallone alto. Nella ripresa ancora i blu della città dei sassi a evidenziarsi in positivo. Ci ha provato Armellino, formidabile Maurantonio nel dirgli di no. Il Matera ha pareggiato con Infantino su rigore concesso per un fallo di mano di Nigro su tiro dello stesso attaccante dei lucani. Il Taranto ha uscito fuori la testa dal guscio.

Un sinistro di De Giorgi ha sfiorato il palo. Matera in contropiede. Colpo col destro di Sartore eccellente la risposta di Maurantonio. Punto che serve a poco per la squadra di Papagni. Delusione per i 10000 tifosi rossoblu che hanno affollato lo “Jacovone” dopo il ripescaggio dei pugliesi in lega pro. Forse il Taranto ha risentito troppo la dura preparazione svolta nel ritiro precampionato a Camigliatello in Calabria. Onore meritato per il Matera che ha giocato davvero una grande partita. Il Taranto però certamente avrà notevoli occasioni per rifarsi e puntare alla salvezza in questo torneo.

Posta un commento

0 Commenti