Header Ads

Ilona Staller (intervista): «Il taglio dei vitalizi? Una delibera illegittima e palesemente incostituzionale»


 di NICOLA RICCHITELLI – Oggi sul Giornale di Puglia abbiamo il piacere di intervistare Ilona Staller, conosciuta in tutto il mondo col suo nome d'arte CICCIOLINA: da sempre un’icona di grande dolcezza, fascino e classe, da modella a ex-parlamentare, da attrice ad artista a 360°.

Perché reputi un’ingiustizia il taglio dei vitalizi?
R:«E’ un diritto acquisito e i giudici, insieme ai numerosi ricorsi ad oggi oltre 700, sicuramente daranno ragione a tutti noi ex parlamentari, ricorsi mirati ad un azione civile ed amministrativa, bisogna fare molta attenzione sui diritti acquisiti. Io stessa insieme ad altri ex parlamentari ho depositato il ricorso, è una reazione di difesa anche da esempio per gli italiani che potrebbero poi loro essere mira di un ridimensionamento drastico delle pensioni dopo i vitalizi di noi ex parlamentari.
Perché reputo un’ingiustizia il taglio dei vitalizi? E’ una delibera che ritengo assolutamente illegittima e palesemente incostituzionale, non si tratta di privilegi ma di diritti acquisiti decisi decenni fa da autorevoli esponenti della politica italiana. I diritti acquisiti dai cittadini, sia ex parlamentari che cittadini normali non possono essere modificati.
Io e i 700 ex onorevoli che abbiamo presentato ricorso siamo molto “onorevoli” e non “disonorevoli”, e abbiamo fatto il nostro dovere come farebbero gli italiani stessi se si arrivasse al taglio delle loro pensioni.
I finanziamenti ai partiti nelle campagne elettorali dei politici non devono più giungere ai politici stessi, devono loro di tasca propria finanziarsi! Col loro portafoglio! I soldi che il Parlamento destina a loro per finanziare la campagna elettorale devono andare alle famiglie bisognose, quelle che non arrivano più a fine mese, e sono moltissime ormai in Italia!».

Su Salvini e Di Maio in questi giorni…
R:«Non tollero più di sentirmi insultare da Salvini e da Di Maio, non accetto più questa istigazione all’odio che portano avanti nei miei confronti, ho ricevuto un sacco di insulti e attacchi. Siano loro i primi a tagliarsi i loro lauti stipendi tra i più alti d’Europa, con quei soldi potrebbero essere aiutati molti italiani in povertà”.
Rispondo a Matteo Salvini, che giorni fa è stato nello studio di “Non è l’Arena” parlando del taglio dei vitalizi, nel quale affermava : “Io proverei vergogna a fare ricorso, è giusto che tutti prendano quello che hanno versato...”.
Io, Ilona Staller, invece dico a Salvini che: “sono stata in Parlamento dal 1987 al 1992, ho fatto 15 proposte di legge e per questo esigo rispetto. Non posso accettare che Salvini mi dica di vergognarmi, così facendo inculca alla gente odio nei miei confronti e questo non posso accettarlo”.
L’avvocato Luca Di Carlo, mio difensore oltre che di altri ex parlamentari, ha già presentato ricorso presso il Consiglio di Giurisdizione della Camera dei Deputati, specificando: “Quello del Governo è un attentato alla Costituzione. Non siamo in una dittatura e dobbiamo difendere ogni diritto umano. Una semplice delibera non può annullare una legge. Ogni forma contraria alla democrazia che reprime i diritti di ogni singolo individuo è da condannare».

Cosa ti spinse in quell'oramai lontano 1987 ad intraprendere la carriera politica?
R:«Il mio rapporto con la politica è stato già subito una scintilla a prima vista da quando arrivai in Italia negli anni ’70, fino a diventare deputato del Parlamento Italiano, nel periodo dal 1987 al 1992, con oltre 20mila preferenze da parte dei votanti, e l’impegno all’interno dell’ambiente politico in tutti i 5 anni del mio mandato è stato tutto nel segno dell’onestà e di promessa nei confronti dei miei votanti, è difficile lavorare nell’ambiente parlamentare per le tante idee, opposizioni ecc., tuttavia ho sempre portato avanti il mio impegno con dignità e onestà per l’Italia».

Che significato ha avuto per te il fare politica, stare in politica, entrare in politica?
R:«Il fare politica per me e stare in politica lo dimostrano i temi affrontati fin da subito, dopo la mia nomina a Onorevole del Parlamento Italiano: temi attuali come la libertà sessuale, ma anche dell' informazione e dell'educazione sessuale nelle scuole, mi battevo per la libertà dei carcerati chiedendo l'amnistia per i reati minori, nel mio programma politico, sostenevo molto il sociale per le classi più bisognose, mi battevo contro l'uso indiscriminato degli animali per esperimenti scientifici, per la depenalizzazione della droga, contro ogni forma di censura, e infine per una efficace educazione sessuale nelle scuole, facendo campagne di informazione sui pericoli dell'AIDS. Di qui i numerosi disegni di legge da me proposti estremamente importanti e straordinari: molto importante fu l’impegno per la Riapertura delle case chiuse in versione profondamente diversa dal passato, con nessun privilegio fiscale e con trattamento previdenziale, tutto con garanzia di igiene, salute pubblica e la sottrazione dal pericolo della strada».

Qual è oggi il tuo rapporto con la politica?
R:«Premetto che non mi ero mai preposta di affezionarmi alla poltrona ma di certo mi sono affezionata a una materia straordinaria come la politica e l’impegno per il sociale, anche oggi mi occupo di temi sociali e, statene certi, continuerò a interessarmi sempre da vicino! E, perché no, potrei rientrare in politica del resto io e il mio avvocato Luca Di Carlo abbiamo fondato nel 2012 un partito politico ancora esistente, col nome di DNA: Democrazia Natura Amore, il cui contrassegno e nome sono depositati presso il Ministero degli Interni e autorizzato per la Camera dei Deputati e per il Senato della Repubblica».

Qual è il tuo giudizio sulla classe politica italiana?
R: «Purtroppo non posso esprimere un giudizio favorevole perché ancora moltissimi italiani vivono in condizioni precarie, senza un lavoro e con famiglia e magari un mutuo da pagare: cosa è stato fatto per loro? Nulla allo stato attuale, nessuna luce di cambiamento. Sono molto triste per tantissimi italiani senza futuro e senza un presente dignitoso. Inoltre, oggi i nostri giovani fanno le valigie e se ne vanno perché non trovano luoghi dove realizzare i loro sogni nel proprio Paese, questo mi dispiace moltissimo ed è questo il lato peggiore di oggi, che non era di certo così negli anni ’70 quando giunsi in questa meravigliosa nazione, che amo quanto la mia patria».

Qualche giornale aveva ipotizzato un tuo ingresso nella casa del “Grande Fratello VIP”. Quanto c’è stato di vero?
R:«Se avessero intenzione e dessero un contratto di partecipazione, ne darei volentieri la notizia,  sinceramente sarebbe una bella novità per tutti i miei fans, la Tv italiana non mi dà spazio ma come si dice “chiusa una porta…si apre un portone…”; difatti nel mese di novembre 2017 ho partecipato ad un fantastico reality per la TV ungherese (non italiana perché probabilmente sono un personaggio scomodo) insieme a 12 VIP in una foresta del Sud Africa, vicino Johannesburg per cui eccomi qui, se decidessero di chiamarmi a fare casting per un reality sono pronta avendo partecipato a reality in Argentina, Inghilterra e Ungheria… attendo proposte dunque dall’Italia».

Ad ogni modo quella del Grande Fratello sarebbe un'esperienza che faresti volentieri?
R: «Assolutamente si, accetterei volentieri, non avrei nessun timore di mettere alla prova le mie capacità di adattamento. Dovete sapere che, nel reality “CELEB VAGYOK, MENTS KI INNEN” per la TV ungherese RTL Klub una specie di “Jungla dei Famosi”, ambientato nella foresta tropicale del Sud Africa, le mie condizioni di vita e partecipazione per 4 settimane erano decisamente scomode e prive di qualsiasi comodità rispetto alla vita agiata delle nostre città o in una stanza tra 4 mura, oltre al maltempo e i continui temporali anche violenti».

A parte questo, cosa stai organizzando di bello in questo periodo per la tua carriera artistica?
R:«Innanzitutto vi ricordo che sono sempre impegnata nel Love Tour by CICCIOLINA che prosegue in tutte le discoteche commerciali e di tendenza: davanti ai miei moltissimi fans mi esibisco in live con le mie canzoni di successo quali “Muscolo Rosso”, “Inno alla Trasgressione”, “Political Woman” ecc., tutte all’insegna di uno splendido revival anni ’80/’90 e spero che anche le discoteche della meravigliosa Puglia possano contattarmi se ancora non hanno avuto il pregio di avere CICCIOLINA come Special Guest Star. Proseguo con le programmazioni di eventi quali Madrina per fiere sia della moda che del cinema, e naturalmente Madrina di eventi legati al settore dell’arte contemporanea. La mia grinta è sempre la stessa, nulla è cambiato se non che la scenografia degli spettacoli non più troppo trasgressiva come in passato: un pizzico di nostalgia non manca… un tempo con me sul palco c’era il mio serpente “Pito Pito” e oggi invece come già in quei tempi, porto sempre il mio inseparabile orsetto di peluche.

E' vero che c'è l'intenzione di girare un film basato sulla tua vita?
R:«Per essere più precisi sto cercando grandi produttori sia nazionali che esteri per la realizzazione del film sulla mia vita, un vero kolossal cinematografico che mi vedrà impegnata in prima persona nei panni di attrice e di regista: sto ricercando vari produttori per proporre le richieste di produzione per il lancio definitivo del mio film che vorrei avvenisse nel 2019. Sarà un vero kolossal d’autore: un film spettacolare che narrerà tutta la mia vita dall’infanzia in Ungheria fino ai giorni nostri qui a Roma, dove vivo da trent’anni.
Il copione di questo mio grande film autobiografico è già pronto e si basa sul libro omonimo: “PER AMORE E PER FORZA” , di cui sono proprietaria dei diritti d’autore, naturalmente sarà integrato con moltissime parti inedite sulla mia vita fino ai giorni nostri».

Sappiamo che fai delle ottime opere visuali. Ne stai realizzando qualcuna o programmi qualche mostra?
R:«In questo momento mi sto dedicando molto all’arte contemporanea, per fare una cronistoria già ho dato lustri e luce ad artisti che oggi sono diventati famosi ispirandosi a me come musa delle loro opere d’arte moderna. Oggi però sono io stessa ad essere anche ideatrice di fantastiche opere d’arte contemporanea surrealistiche per la serie CICCIOLINA MAKE ART: una serie di opere d’arte che con grande entusiasmo illustrano la mia persona, la mia vita, ecc in illustrazioni inedite ed assolutamente esclusive! Le opere sono di varie dimensioni tutte firmate da me, sotto forma di collages coloratissimi esse denotano una sensualità ed una vitalità molto spiccate – saranno il tema centrale delle esposizioni artistiche in programma per il 2019.
Attualmente sono anche alla ricerca di produttori di borse e stilisti che siano interessati a produrre le mie borse artistiche: la mia idea denominata ART IN BAGS è quella di realizzare borse con raffigurate le mie opere d’arte contemporanea ed hanno come pendente la mia bambolina che da sempre mi ha raffigurato nella mia carriera artistica in tutto il mondo».

Potessi tornare indietro, il porno sarebbe stata comunque la tua strada?
R:«Il porno è stato un capitolo artistico della mia carriera a 360°, un porno d’arte fatto di scenografie meravigliose e molto curate, è stato un ramo della mia vena artistica, ma attenzione: molto è cambiato, i meravigliosi tempi del porno con io protagonista, CICCIOLINA regina dell’hard con la coroncina di fiori e la lingerie in pizzo molto curata, sono oggi completamente stravolti da un sistema di business assolutamente vorticoso dove vige la regola: girare velocemente per produrre sempre di più.
Un tempo era tutto molto entusiasmante perché arricchito di scenografie e trame tali da far seguire a fondo l’intero film, nelle mie interpretazioni ho fatto tutto con spontaneità, naturalezza e senza alcun tabù, ma attenzione : sempre nel rispetto della dignità e professionalità e comunque un ramo della mia carriera artistica che oggi non ha eguali».

Perché ad un certo punto della tua vita hai detto basta?
R:«Ad un certo punto si deve passare dal passato al presente, giusto? Quindi al presente sappiate che sono una grande mamma, coraggiosa e leale, amorevole e dolcissima per aver dato alla luce un figlio meraviglioso e bellissimo: Ludwig Koons. Mio figlio rappresenta la mia famiglia, la mia compagnia, il centro di ogni mio impegno, e ad oggi Ludwig è un ragazzo dotato di grande entusiasmo, studia arte e lo seguo nella sua carriera artistica come pittore di opere d’arte contemporanea in tutto il mondo».

Vera la voce che in futuro pensi di lasciare l’Italia?
R:«Non ho per nulla intenzione di lasciare l’Italia».

Siamo giunti al termine…
R:«Auguro con tutto il cuore che nel mondo ci sia tanta pace e non ci siano più guerre e terrorismo. Tanta salute, amore e anche sesso a volontà. Baci baci a tutti i Cicciolini e Ciccioline del Giornale di Puglia, aspetto di essere protagonista di un evento in questa meravigliosa regione del Sud».

Social: 

https://www.facebook.com/IlonaStaller.ContemporaryArt/
https://www.instagram.com/cicciolina_official/