Ad Section

Baglioni: "Non sarà un festival politico"

(ANSA)
SANREMO - Domani non si aprirà un Festival di Sanremo improntato sulla politica. Ad assicurarlo lo stesso conduttore, Claudio Baglioni: "non è un Festival politico..a meno che non accadano a mia insaputa delle cose". Così il cantante romano in conferenza stampa, rispondendo alla domanda se pensa che durante le serate, nella parte intrattenimento possano esserci argomenti diversi dalla musica e dalla canzone. "Nella parte intrattenimento vincerà la leggerezza", ha detto Baglioni, quasi una chiusura ad ogni altro tema diverso dalla canzone. A meno, appunto, di cose dell'ultima ora, di un'attualità da cui non si può prescindere.

Tra gli ospiti vi sarà anche Riccardo Cocciante. L'annuncio di Baglioni nel corso della conferenza stampa dell'organizzazione.

Il Festival 2019 segna già un grosso successo: è già stata superata di gran lunga la raccolta pubblicitaria di un anno fa, "e di diversi milioni" ha detto il direttore di Rai1, Teresa de Santis. Un Festival "ritenuto strategico dalle aziende, che chiedono di investire", ha aggiunto, senza però fornire cifre. Ma indiscrezioni parlano di ricavi complessivi vicini ai 28 milioni di euro, i costi invece intorno ai 15 milioni di euro.




Iscriviti ora