Header Ads

A Taranto 'FotoArte2019'


TARANTO - FotoArte è il festival diffuso della fotografia che si tiene ogni anno in più comuni della Puglia, con molti appuntamenti e progetti, tra mostre, seminari e workshop. In una terra assetata di vita, di cultura, di conoscenza, FotoArte si fa promotore della creazione di un network e di momenti di socialità, di esperienze positive di crescita e di interazione.

Un evento ormai atteso e radicato nel territorio da sedici anni che a Taranto ha visto numerosi ospiti illustri della fotografia: Gianni Berengo Gardin, Letizia Battaglia, Uliano Lucas, Lorenzo Pesce, Bruno Taddei, Francesco Zizola, Ferdinando Scianna, Franco Fontana, Piergiorgio Branzi; le loro opere e le loro esperienze hanno impreziosito il nostro territorio, le nostre passioni e la nostra gente.

Migliaia di donne e uomini hanno interagito con FotoArte in questi 16 anni: visitatori curiosi, fotografi professionisti di fama nazionale e internazionale, fotoamatori e appassionati hanno avuto la possibilità di incontrarsi, discutere, imparare.

Quest’anno sarà il MuDi ad ospitare FotoArte, che torna nella sua sede di elezione, nel cuore della Città Vecchia di Taranto, in vico Seminario I.
Il programma di quest’anno prevede un Laboratorio esperienziale dal titolo “Una cartolina per la mia ombra” condotto da Federica Cerami il 17 maggio ore 16.00 presso il Centro della fotografia, sede del Circolo il Castello, in via Plinio 85.

Si entrerà poi nel vivo il sabato 18 maggio alle ore 10 con l’apertura delle mostre: 
Manoocher Degati, “Iran, nel cuore delle tenebre”. 
Fotoreporter di fama internazionale, Degati sarà presente con un lavoro sui 40 anni della rivoluzione iraniana.
Carlo Garzia , “Chapiteau - circo e circhi, 1977-1982”. 
Parte  di un lavoro più ampio che l’autore ha realizzato tra il 1977 e il 1982, la mostra ci porta in contatto con le immagini dei personaggi curiosi e grotteschi che animavano i piccoli circhi di provincia in quegli anni lontani.
Lorenzo Zoppolato, “La luce necessaria”. 
Vincitore della scorsa edizione di Portfolio Italia, Zoppolato proporrà il suo lavoro incentrato sul culto dei morti in Messico.
Daniela Sidari, “Paesaggi di sole”.
La fotografa esporrà una mostra realizzata con la tecnica detta SOLARGRAPHY, una fotografia a lunghissima esposizione la cui particolarità è mostrare le tracce del sole al suo passaggio nel cielo.
In concomitanza, sempre presso il MuDi, sarà possibile accedere ai seminari:
Manoocher Deghati "Iran, nel cuore delle tenebre” , prevista in apertura per sabato 18 maggio alle ore 10.00.
Carlo Garzia Decadi, fotografia italiana dal neorealismo a "Viaggio in Italia”,  domenica 19 maggio alle ore 18.00.
Pio Meledandri, Conversazioni sulla fotografia contemporanea (La Fotografia è progettualità, idee, studio, sensibilità, racconto, sintesi, comunicazione e tante altre cose), incontro fissato per sabato 25 maggio 2019 alle ore 10.00
Marcello Carrozzo Visual Storytelling il valore della fotografia sociale e documentaria oggi, domenica 26 maggio ore 10.00.

Anche quest’anno, Taranto è tappa di “Portfolio Italia” il più importante concorso nazionale per portfolio, dove alcuni esperti leggeranno, selezioneranno e premieranno i due portfolio più interessanti. È prevista la presenza di lettori come Sandro Iovine (docente linguaggio fotografico) di Milano, Carlo Garzia (critico fotografico) di Bari, Federica Cerami (docente di fotografia) di Napoli, Massimiliano Mazzoli (docente di fotografia) di Senigallia, Daniela Sidari (docente di fotografia)di Reggio Calabria, Cristina Paglionico (giornalista e docente di fotografia) di Bologna, Giovanni Iovacchini (docente di fotografia) di Pescara.

Le letture si terranno nelle giornate del 18 e 19 maggio, nella sede consueta e si concluderà con la premiazione domenica 19 maggio alle ore 19.30. Le mostre resteranno aperte fino al weekend successivo e l’evento chiuderà il 26 maggio rimandando al prossimo anno l’incontro con la gente di fotografia.

L’evento gode dei patrocini della Regione Puglia e del Comune di Taranto.