Header Ads

E' morto Federico Pirro. La Puglia piange un giornalista poliedrico


di NICOLA ZUCCARO - Lutto nel giornalismo barese e pugliese. E' deceduto nella notte per un male incurabile, all'età di 76 anni, Federico Pirro. Dopo gli inizi con la Gazzetta del Mezzogiorno, Pirro passò alla Rai nei primi anni '80. Attivo nel sindacalismo della categoria giornalistica, fu anche presidente dell'Ordine dei Giornalisti. 

All'intensa attività di scrittore e supportata dall'impostazione cronachistica (fu autore di "Vilipendio di cadavere nel quale ricostruì i legami fra la Dc barese e quella nazionale nei 55 giorni della prigionia di Aldo Moro e di "I giorni di Benedetto Petrone" nel quale ha riscritto la drammatica vicenda legata all'uccisione del giovane militante comunista) unì anche quella politica, in qualità di consigliere comunale di Bari dal 2004 al 2014. 

Dai banchi dell'Aula Dalfino, Pirro fu promotore e animatore di un convegno dedicato a Oronzo Valentini, suo maestro di giornalismo e "storico" direttore della Gazzetta del Mezzogiorno dal 1972 al 1979. Il brutto scherzo del destino ha voluto che se ne andasse (lasciando la moglie e 2 figli) nell'anno in cui ricorre il 60mo anniversario dalla nascita della sede di Rai Puglia in via Dalmazia (11 marzo 1959) e della quale fu capo redattore della rispettiva testata giornalistica regionale.