Header Ads

Mes, Conte: "Doveroso per me informare il Senato". Salvini: "Dica verità".

(ANSA)
ROMA - "Lunedì non ci sarà nessuna battaglia, è una informativa doverosa al Parlamento da parte del presidente del Consiglio che ogni volta che è stato chiamato, ogni volta che ha avuto e avrà la possibilità di informare, dialogare con i membri del parlamento lo fa". Lo ha detto il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rispondendo ai cronisti in merito all'informativa di lunedì al Senato sul Mes

"Speriamo che il weekend porti consiglio e Conte dopo minacce e querele torni sulla terra e dica la verità agli italiani". Così il leader della Lega Matteo Salvini in merito all'informativa che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte terrà lunedì alla Camera sulla vicenda del Mes.

"Cosa mi aspetto che dica Conte? Una cosa strana, la verità. L'Europa era e può ritornare un grande sogno ma non in mano a qualche burocrate e finanziere. Questo trattato per come è modificato espropria di democrazia e sovranità il Parlamento e soprattutto il risparmio degli italiani. Non esiste", ha aggiunto Salvini. Sul Mes, ha insistito, "rispondo con le parole del governatore Bankitalia, che non è un pericoloso leghista. Rappresenta un enorme rischio".

"Si rischia di usare i soldi dei risparmiatori italiani per salvare le banche tedesche, e io penso che i soldi degli italiani vadano usati per aiutare altri italiani", ha aggiunto Salvini.

"Luigi Di Maio non ha mai detto di voler far cadere il governo e non è un pensiero riconducibile al capo politico M5S che, al contrario, come già ribadito in più occasioni pubblicamente, crede in questo esecutivo e nei progetti comuni al centro del dibattito politico". A sottolinearlo in una nota il capo politico di M5s, che sulla riforma del Mes ha detto di lavorare per "apportare delle modifiche sostanziali", con "uno spirito costruttivo e di leale collaborazione con le altre forze di maggioranza.
"L'Italia non può pensare di firmare al buio. E' bene che ci sia una riflessione", ha successivamente dichiarato.