Header Ads

Sostegno alla genitorialità: online la manifestazione di interesse per la presentazione di progetti finanziati con il 5X1000

BARI - È in pubblicazione sul sito del Comune di Bari nella sezione altri avvisi una manifestazione di interesse finalizzata alla realizzazione di interventi di sostegno alla genitorialità, in attuazione della delibera di giunta comunale contenente le linee di indirizzo per l’utilizzo del contributo del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche per il sostegno delle attività sociali.

A tale scopo il Comune di Bari sollecita la presentazione di proposte progettuali con riferimento ad una delle seguenti aree tematiche:

Cantiere Famiglie e disabilità: progetti di intervento sociale a sostegno di genitori con figli disabili (minorenni o maggiorenni), che comprendano entrambe le seguenti tipologie di attività, da svolgere a titolo gratuito: - azioni educative e di intervento sociale a sostegno di genitori con figli disabili (minorenni o maggiorenni), da realizzare nel periodo estivo (a titolo esemplificativo: organizzazione di vacanze urbane per la famiglia, individuazione di spiagge accessibili da parte di utenti con disabilità, corsi di nuoto); - gestione di sportelli di segreteria a sostegno di genitori con figli disabili (minorenni o maggiorenni), da attivare nel periodo estivo per almeno due volte alla settimana nell’ambito della rete «Negozi Gentili» del Comune di Bari; Cantiere Famiglie e città: progetti di intervento sociale a sostegno della genitorialità, che comprendano entrambe le seguenti tipologie di attività, da svolgere a titolo gratuito: - creazione di biblioteche o di altri spazi sociali destinati ai genitori e dedicati ai temi della genitorialità, mediante organizzazione nel periodo estivo di seminari e di laboratori di accompagnamento all’esercizio della funzione genitoriale; - azioni intergenerazionali per nonni, nonni sociali e nipoti, da realizzare nel periodo estivo, con la finalità di favorire la conciliazione tra vita privata e lavoro da parte dei genitori.

“Continua senza sosta il lavoro dell'assessorato e della rete territoriale a sostegno della genitorialità e per il contrasto alle povertà educative - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -. Mai come in questo momento, dopo un anno di pandemia, è necessario impegnarsi per ridurre le disuguaglianze sociali ed educative che già segnavano la condizione di tante persone e famiglie in difficoltà, a partire dai nuclei più vulnerabili.

In questa direzione abbiamo voluto che le risorse raccolte grazie al 5x1000 devoluto dai cittadini baresi venissero orientate ad accogliere queste esigenze e desideri, offrendo un sostegno concreto attraverso il Cantiere famiglie e disabilità, un programma di azioni estive per famiglie con figli minori e adulti con disabilità. Abbiamo pensato di organizzare gite e campi scuola e di attivare dei luoghi accessibili a tutti che consentiranno di promuovere un’offerta formativa integrata e, con il cantiere Famiglia Città, di dar vita a spazi sociali per leggere e piccole biblioteche di comunità intergenerazionali per creare nuove occasioni di incontro e confronto. Questo è un momento molto delicato per tanti bambini e ragazzi alle prese con il ritorno alla quotidianità: il nostro compito è quello di aiutarli a rielaborare blocchi emotivi, disagi e solitudini affrontati in questi mesi di lockdown.

Ai cittadini baresi, che sostengono il welfare ogni anno più numerosi, va il ringraziamento speciale dell’amministrazione comunale”.

L’avviso è rivolto alle organizzazioni di volontariato iscritte nel registro generale delle organizzazioni di volontariato della Regione Puglia; alle associazioni di promozione sociale iscritte nel registro delle associazioni di promozione sociale della Regione Puglia; alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale iscritte all’anagrafe unica delle Onlus; aglienti religiosi civilmente riconosciuti che svolgano attività di interesse generale ai sensi del Codice del Terzo settore.

La disponibilità finanziaria complessiva a copertura delle spese per la realizzazione delle attività progettuali è di 46.028,75 euro. L’importo del contributo destinato alla realizzazione della singola proposta progettuale non potrà superare le somme di 25.000 (iva inclusa, ove dovuta), nel caso di proposte progettuali afferenti al cantiere «Famiglie e Disabilità» e di 21.028,75 (iva inclusa, ove dovuta), nel caso di proposte progettuali afferenti al cantiere «Famiglie e Città».

La domanda, da redigere in conformità al modello disponibile in allegato all’avviso e secondo le modalità previste nell’avviso, dovrà pervenire a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo minoriefamiglie.comunebari@pec.rupar.puglia.it entro le ore 12.00 del prossimo 23 giugno.

Per eventuali chiarimenti è possibile rivolgersi a Silvia Masellis scrivendo all’indirizzo s.masellis@comune.bari o telefonando allo 080 5773929 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 e il martedì pomeriggio dalle ore 15.30 alle 17.30.