Header Ads

Parte l'università in presenza: regole e incognite


ROMA - Dal primo settembre torna la didattica in presenza anche all'Università. Oltre a mascherina e distanziamento, il governo ha fissato altre regole, fra cui il Green Pass per gli studenti. Ma mancano le linee guida per applicarle.

Secondo il decreto, l'obbligo di Green Pass scatta dal primo settembre e vale, per ora, fino al 31 dicembre, termine dello stato di emergenza. Il possesso del certificato verde non si applica alle persone che, con certificazione medica, risultano esentate dal vaccino.

L'assenza causata dalla mancanza del Green pass per il personale universitario e AFAM verrà considerata assenza ingiustificata. Dal quinto giorno di assenza è prevista la sospensione del rapporto di lavoro con la retribuzione o qualsiasi altro emolumento.

Previsti anche controlli ad hoc per il personale, ad esempio con i lettori a Qr code, mentre le verifiche sugli studenti dovranno essere svolte a campione con le modalità che ogni università individuerà.