Header Ads

Incidenti sul lavoro, Castellucci: "Adesso responsabilità e attenzione dalla Regione Puglia"


BARI - "La lunga scia delle stragi sul lavoro non si arresta. Anche oggi in Puglia si registrano altri due infortuni mortali, nel Foggiano e nel Brindisino a poche ore l'uno dall'altro. Ancora una volta, due lavoratori non fanno ritorno nelle loro case, dalle loro famiglie". Così in una nota il segretario Cisl Puglia Castellucci.

"Come Cisl di Puglia - prosegue - insistiamo da tanto, troppo tempo: la situazione è inaccettabile e insostenibile nella nostra regione come in tutto il Paese. Adesso servono scelte e responsabilità, occorre la massima attenzione della Regione Puglia, dell’Inail, delle Asl e di tutte le Istituzioni che presidiano il territorio per intervenire ed invertire, una volta per sempre, questa vera e propria mattanza giornaliera. Del resto, qualche giorno fa, a livello nazionale è stata già raggiunta l'intesa tra Governo e Sindacati a riguardo, dove si avviano~già vari interventi, tra cui il rafforzamento della formazione, il potenziamento delle norme sanzionatorie e la costituzione di una banca dati unica per monitorare il fenomeno. Lo diciamo ancora una volta, basta infortuni, basta morti bianche, la sicurezza sul lavoro è rispetto della vita, e segno di una società che possa realmente definirsi civile. Nel frattempo registriamo per affrontare questa emergenza, ormai non più tollerabile, la convocazione pervenuta dalla Regione Puglia per martedì 5 ottobre e giorno 6 ottobre una audizione sempre della stessa Regione della Commissione Congiunta IV e VI", conclude Castellucci.