Header Ads

Carnimeo: "Proteggere l’ambiente significa proteggere la nostra salute"


BARI - L’Associazione Mogli dei Medici Italiani (AMMI), sezione di Bari, ha riaperto la propria attività “in presenza” con un affollato incontro tenuto, martedì 26 ottobre, presso il Circolo della Vela, dal titolo “L’ambiente è un bene prezioso da salvaguardare – Proteggere l’ambiente significa proteggere la nostra salute”. Relatore, il prof. Nicolò Carnimeo, professore associato di Diritti della navigazione, università di Bari.

“La nostra Associazione – ha premesso la presidente dott. Marcella Quaranta– ha svolto, negli ultimi tempi, attività con modalità da remoto. Oggi riusciamo, finalmente, a riprendere il nostro programma quale auspicio di ulteriori incontri “liberi”. L’associazione, negli anni, ha aperto i propri ranghi anche ad altre figure sanitarie”.

“Il prof. Carnimeo ha focalizzato il proprio intervento soprattutto sul mare che rappresenta elemento naturale per la nostra città, un elemento i cui benefici rappresentano una marcia in più per la nostra Regione.

Quest’acqua dalla quale l’uomo-primo è emerso, quest’acqua che protegge e salvaguarda il concepito durante la crescita endouterina, con una composizione che – largo modo – si rifà a quella del mare, quest’acqua che innesca processi benefici per la salute nel suo complesso. I nostri sensi – ha sottolineato Carnimeo – beneficiano delle potenzialità della distesa marina e psiche e corpo ne registrano benefici inestimabili che vanno tutelati. Ma proprio la nostra condotta dissacrante rende a rischio questa naturale convivenza. Il rischio di una frattura incolmabile è minacciosamente dietro l’angolo. Occorrono misure di prevenzione del danno, di terapia dei mali già arrecati sia alla massa liquida che ai suoi naturali abitanti. Una vivace, fattiva discussione ha concluso l’evento.