Header Ads

Mario Ermito: ''Debutto sul grande schermo all'estero ma la musica resta il mio primo amore''


ROMA - La passione per la musica è da sempre nella sua vita, sin da quando era piccolo. E finalmente, a distanza di anni, è riuscito a coronare il suo sogno. L'attore e cantante pugliese Mario Ermito, conosciuto per la sua partecipazione a 'Tale e quale show nel 2008' e al Grande Fratello Vip nel 2020, pubblica il suo primo singolo ‘Ti porto in Texas’ (etichetta Dreamsound - distribuzione Believe Digital), nato dalla collaborazione artistica con Marco Evans (vocal coach e producer musicale). 

Il brano racconta di un sogno che l’artista ha confidato a Evans una notte in studio di registrazione, nel quale emergeva la propria passione verso l’equitazione e il genere Western. E così, suonando il pianoforte, con un beat reggaeton elettronico, nasce ‘Ti porto in Texas’. Un viaggio idealmente iconico, di amore e di passione, “per vivere come in un film”.

Un vero e proprio viaggio all’interno della mia anima, un viaggio romantico e al contempo adrenalinico, che attraverso citazioni a personaggi iconici, quali Terence Hill e Pecos Bill, racchiude quelle che sono le sue grandi passioni per il cinema e il genere western. 

Ad accompagnare il brano, il videoclip che porta la firma del regista David Petrucci e prodotto da APM Production di Alex Pacifico, ambientato nel fantastico scenario dell’Antica Scuderia immersa nel verde delle campagne romane, luogo a cui Mario Ermito è fortemente legato dato il suo grande amore per i cavalli. 


Partiamo dal tuo nuovo singolo “Ti porto in Texas”. Cosa racconta? 

“Ti porto in Texas” nasce dalla voglia di raccontarmi attraverso quello che è considerato un vero e proprio linguaggio universale...la musica. È un viaggio nei sentimenti che ti catapulta all’interno di una vera e propria storia d’amore e passione, per vivere appunto come in un film.

Da dove nasce la tua passione per la musica? 

La musica ha sempre fatto parte della mia vita. Sin da bambino sognavo di arrivare ad ascoltare un giorno, un mio inedito in radio...sogno che sto realizzando adesso. 

Quando hai deciso di lasciare Brindisi per trasferirti a Roma? 

Ho sempre sognato di fare l'artista e l'unico modo per seguire questo sogno era appunto trasferirmi nella città che mi avrebbe permesso di tentare nell'impresa. La prima tappa fu Milano e avevo 19 anni...città che per 5 anni mi ha regalato tante gioie.  Subito dopo mi sono poi trasferito a Roma, città che mi ha regalato e tuttora mi regala tante emozioni da circa 8 anni.

Quali sono state le tue prime esperienze lavorative?

La mia prima fiction risale al 2012 e fu "Il peccato e la vergogna 2" nel ruolo di Bruno...da lì ne sono seguite altre (“Non è stato mio figlio”, “L'onore e il rispetto5”, “Il bello delle donne”, “L'allieva 2”, “Camera caffè”, ”La rinascita”, “Don Matteo 11”) per poi approdare a Tale e Quale Show nel 2018 e al Gf Vip 5.

In un'intervista hai raccontato di aver vissuto tante difficoltà in adolescenza...

Diciamo che ho subìto qualche atto di bullismo in passato, ma mi sono preso poi le mie rivincite sempre con l' educazione che i miei genitori mi hanno impartito.


Com'è il tuo rapporto con le donne?

Sono cresciuto con tre donne in casa (mia madre e le mie due sorelle) quindi ho avuto da sempre un rapporto bellissimo con il gentil sesso.

Ti senti un playboy?

Assolutamente no.

Sei innamorato? 

Sì, sono innamorato della mia fidanzata Sandra, ragazza spagnola che mi ha rapito il cuore.

Oltre la musica ti vedremo anche sul grande schermo? 

Sì, il prossimo anno uscirà in tutte le sale cinematografiche spagnole e sudamericane, per poi passare successivamente su una nota piattaforma, un film spagnolo distribuito dalla Warner Bros che mi vede coprotagonista, intitolato "Por los pelos".