Header Ads

Scuole nuove, Perrini: “Il piano triennale di edilizia scolastica strozzato dalla burocrazia"


BARI - “Maledetta burocrazia! Specie quando a doverne pagare il prezzo sono i nostri ragazzi che frequentano scuole insicure e fatiscenti nonostante nel 2018 la Regione Puglia ha approvato il Piano regionale triennale di edilizia scolastica 2018/2020 finalizzato al finanziamento di interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico degli istituti scolastici, nonché alla costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e alla realizzazione di palestre scolastiche nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti". Così in una nota il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini.

"In quell’occasione - prosegue Perrini - gli studenti, i professori e gli operatori scolastici che frequentano e lavorano all’IPSSEOA (Istituto Professionale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera) ‘E. Morante’ di Crispiano tirarono un sospiro di sollievo: finalmente di lì a breve avrebbero potuto lasciare l’immobile in affitto (peraltro anche oneroso) ed avere una scuola moderna, funzionale, all’altezza delle loro aspettative ed esigenze. ‘A breve’ però è stato solo sulla carta: a giugno 2018, ovvero da quando vi è stata la presentazione del progetto per la costruzione della nuova scuola (importo previsto oltre 3,2 milioni di euro), ad oggi nessun cantiere è stato aperto, ma in compenso si sono prodotte montagne di carta.
Per questo motivo ho sollecitato l’assessore al Bilancio Piemontese perché possa a sua volta sbrogliare la matassa della burocrazia regionale e dare agli studenti un Istituto scolastico degno di questo nome, nella convinzione che frequentare la scuola in un edificio funzionante e, perché no, bello, favorisce anche una Didattica migliore”, conclude.