Header Ads

Striscia la notizia: Vittorio Brumotti aggredito nel quartiere San Bernardino di San Severo


SAN SEVERO (FG) - Trenta giorni di prognosi per trauma facciale a causa dell’ennesima aggressione. Vittorio Brumotti nel primo pomeriggio di martedì 5 ottobre è stato accerchiato e preso a pugni a San Bernardino di San Severo (Foggia). 

L’inviato del tg satirico era lì con la sua troupe da alcuni giorni per documentare lo spaccio di droga che avviene alla luce del sole in un quartiere ad alta densità criminale, quando è stato minacciato, inseguito e aggredito. Brumotti è stato colpito con un pugno in pieno volto. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine per sedare l’aggressione. Contusi anche alcuni collaboratori del biker e almeno due degli agenti intervenuti.

Vittorio Brumotti commenta: "La ferocia di queste persone che pensano di dominare il territorio non ci fermerà. Continueremo a girare l’Italia e a denunciare tutte queste situazioni di degrado. Facciamolo tutti per i bambini, non si può far finta di nulla".

“A Vittorio Brumotti, al Tg satirico Striscia la notizia, a Canale 5, le scuse della Città di San Severo per l’aggressione avvenuta ieri pomeriggio”.

Il sindaco Francesco Miglio commenta così il grave fatto di cronaca che ha visto coinvolto l’inviato di Striscia a San Severo, colpito con un pugno in pieno volto, inseguito ed aggredito: “Condanniamo fermamente l’accaduto – continua il Sindaco Miglio – è un episodio deprecabile, una triste pagina di cronaca per la nostra San Severo che non ne aveva assolutamente bisogno. La nostra città è composta nella grandissima maggioranza da cittadini perbene ed ossequiosi di leggi e principi morali. A Vittorio Brumotti esprimo la più convinta e totale solidarietà, mia personale, dell’intera Amministrazione Comunale di tutta la Città di San Severo. Nel contempo ringrazio le forze di Polizia prontamente intervenute”.

Il servizio integrale andrà in onda nei prossimi giorni a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35).