L’Inter batte il Cagliari 3 a 1 e tiene viva la lotta

(via Inter fc)
LUIGI LAGUARAGNELLA - Le distanze restano immutate e decisiva sarà l'ultima giornata di campionato che in ogni caso parcheggerà anche per questa stagione lo scudetto a Milano.

I tre gol dell'Inter nella trasferta di Cagliari portano gli uomini di Inzaghi all'ultima "vasca" lunga novanta minuti con speranze residue di vittoria. I nerazzurri, però carichi della coppa Italia conquistata control la Juventus, dominano la gara.

Bastoni torna titolare, a Skriniar suo compagno di reparto viene annullato il gol del vantaggio che arriva dopo pochi minuti dalla testa di Darmian, titolare per Dumfries, su assist di Perisic. Il Cagliari, pericoloso solo con il diagonale di Lykoggianis è costretto a difendersi dai fraseggi efficaci di Brozovic e Calhanoglu.

In attacco Dzeko lotta contro Ceppitelli, mentre Lautaro è una scheggia cha va alla ricerca del gol. Di prepotenza si tende pericoloso in due occasioni: colpisce un palo e con la palla ancora tra i piedi il tiro è respinto da Cragno. Il Toro, di corsa e grinta trova il gol nella ripresa: il lancio alto di Barella è controllato dall'argentino che non fallisce davanti alla porta.

Nel Cagliari entra Keita che manda alto il pallonetto, poi da fuori area il mancino è angolato e vincente. Dopo alcuni minuti in cui i padroni di casa sono più pericolosi, l'Inter torna a essere pericolosa con Perisic, con Lautaro.

In una ripartenza l'argentino con lo scavetto batte Cragno e firma la doppietta che lo porta a 21 gol in classifica cannonieri. Inzaghi inserisce Correa e Sanchez e fa respirare proprio Lautaro e Barella. I nerazzurri potrebbero calare il poker con Dumfries che colpisce il palo. L'ultima giornata sarà decisiva per le sorti di Cagliari e Inter.

Nessun commento

Posta un commento

© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo