Policlinico di Bari: dal 19 a 22 settembre giornate di diagnosi precoce dei tumori testa-collo

BARI - Quattro giornate a porte aperte di diagnosi precoce dei tumori testa-collo al Policlinico di Bari. L’azienda ospedaliero-universitaria ha aderito all'iniziativa MakeSenseCampaign , la campagna europea di educazione e sensibilizzazione alla diagnosi precoce dei tumori del distretto testa-collo, promossa in Italia all’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC).

Il carcinoma della testa e del collo è il settimo tumore più comune in Europa, con un’incidenza di circa la metà rispetto al cancro del polmone ma di due volte superiore a quello del collo dell’utero. Solo in Italia infatti, nel 2020, 9.900 persone hanno ricevuto una diagnosi di tumore testa-collo e 4.100 non sono sopravvissute alla malattia (fonte “I numeri del cancro 2021”, AIOM).

Grazie al coinvolgimento e all'azione multidisciplinare delle unità operative complesse di Chirurgia Maxillo-Facciale (prof.ssa Chiara Copelli), Odontoiatria (prof. Gianfranco Favia) e Otorinolaringoiatria (prof. Nicola Quaranta) dal 19 al 22 settembre sarà possibile effettuare visite gratuite presso l’ambulatorio al piano sopraelevato del palazzo di Otorinolaringoiatria- Odontoiatria (ingresso lato Asclepios).

I controlli avverranno nella fascia oraria dalle 14.30 alle 17.30 (sono previste 9 visite per ogni pomeriggio). Per prenotazioni inviare mail al seguente indirizzotestacollobari@gmail.com o chiamare il numero 080.5592953 dalle 10 alle 12 dal 12 al 16 Settembre.

Hai la testa a posto? è il motto dell'edizione italiana 2022 della MakeSenseCampaign, un monito a porre attenzione ai sintomi dei carcinomi cervico-cefalici, spesso ignorati o associati a malattie stagionali come un comune mal di gola o a un raffreddore. Gli esperti concordano nel dire che una rapida comprensione dei sintomi della malattia è cruciale per una diagnosi precoce, in presenza della quale il tasso di sopravvivenza sale all’80-90%, contro un'aspettativa di vita di soli 5 anni per coloro che scoprono la malattia in fase avanzata (“I numeri del cancro 2021”, AIOM).

Dal 19 al 23 settembre oltre 120 centri, tra realtà pubbliche e private, dislocate sull'intero territorio nazionale, organizzeranno giornate di diagnosi precoce per sottolineare, con un’azione condivisa, l'importanza di una diagnosi rapida.

1per3 è la regola da tenere sempre a mente. Se presente anche solo uno di questi sintomi per tre settimane o più, è necessario rivolgersi al medico: dolore alla lingua, ulcere che non guariscono e/o macchie rosse o bianche in bocca; dolore alla gola; raucedine persistente; dolore e/o difficoltà a deglutire; gonfiore del collo; naso chiuso da un lato e/o perdita di sangue dal naso. Nessun allarmismo, quindi, ma un’adeguata consapevolezza dei campanelli di allarme, affiancata a una sana alimentazione e uno stile di vita attivo, sono elementi fondamentali per la salvaguardia della salute, propria e di chi ci è accanto.

Posta un commento

0 Commenti